Tech | Articoli

Posso avere più di un conto Paypal?

29 Agosto 2019 | Autore: DAVIDE LUCIANI
Posso avere più di un conto Paypal?

In questa guida, ti spiegherò, passo dopo passo, come avere più di un conto Paypal.

Hai da poco sentito parlare di Paypal. Dato che avevi intenzione di iniziare a comprare su internet, hai deciso di provare ad utilizzarlo. Ti sei trovato bene e ne hai scoperto le potenzialità. Ad un certo punto, ti è venuto in mente di vendere qualcosa sul web utilizzando proprio Paypal per farti pagare. Vorresti, però, tenere separati il conto personale da quello commerciale. Così ti sei posto la fatidica domanda: «Posso avere più di un conto Paypal?». La risposta è sì. In questa guida, ti spiegherò esattamente come devi fare per avere due conti a tuo nome. Prima di guidarti nel dettaglio su come agire, però, permettimi di fare una piccola premessa.

Paypal è, da tempo, il metodo più sicuro per effettuare contrattazioni su internet. Ormai tutti i siti di e-commerce utilizzano questo sistema. I vantaggi che dà la società americana sono innumerevoli. Due in particolar modo fanno la differenza: la velocità delle transazioni e i bassi costi delle tariffe. Può inoltre sostenere pagamenti in ventiquattro valute diverse.

Il successo del sevizio finanziario è dovuto ad un altro motivo: l’alta funzionalità. Per poterlo utilizzare, infatti, basta avere una semplice email ed un conto bancario. Per tutte le sue funzioni Paypal è diventato lo strumento più utilizzato dai millennials. Grazie ad esso, i ragazzi possono comprare ciò che desiderano su Amazon o sugli altri portali e organizzare collette per compleanni o altre feste. Per venire incontro alle esigenze di tutti, la società americana ha pensato di creare due conti distinti. Il primo è per le spese personali, il secondo per le aziende. Entriamo, quindi, nel dettaglio.

Quali sono i due conti Paypal

Paypal offre due tipi di account: personale e business. La scelta è stata fatta per permettere agli utenti di separare le spese personali da quelle aziendali.

L’account personale è quello più comune. Creando questo tipo di profilo potrai pagare i tuoi acquisti online e ricevere denaro da amici o conoscenti. Per aprirlo, basta collegarsi al sito e cliccare su «registrati». Fatto ciò, seleziona la voce «conto personale».

Immetti i tuoi dati anagrafici e di residenza, oltre a mail e password e conferma l’accettazione delle condizioni d’uso e della privacy. Una volta entrato nella piattaforma, associa una carta o un conto corrente al tuo account andando sulla voce «portafoglio» che si trova nel menù in alto. Fai click su «collega una carta» o «collega un conto bancario» e digita i dati che ti vengono richiesti. Finita questa operazione potrai effettuare transazioni in totale sicurezza. Il sistema infatti non fornirà nessuno dei tuoi dati sensibili al venditore, ma solo la tua mail.

Tra i servizi più interessanti di questo tipo di account vi è, come già anticipato, quello che dà la possibilità di richiedere pagamenti agli amici.

Se intendi utilizzarlo, vai sul tuo account e poi clicca su «richiedi». Nella schermata che ti si apre indica prima la mail della persona che vuoi che ti paghi e, successivamente, l’importo. Il destinatario, una volta ricevuta la tua mail, ti pagherà la somma richiesta, semplicemente cliccando sul link annesso al documento ricevuto.

Diversa è la questione se intendi aprire un conto business. In questo caso, dovrai sempre collegarti al sito e andare su «registrati». Qui dovrai mettere il pallino su «conto business». Il secondo passo sarà inserire la tua mail e cliccare sul pulsante «conferma». Verrai rimandato ad una seconda pagina. Inserisci negli appositi box i tuoi dati e la tua ragione sociale. Indica, quindi, il nome della tua società e i dati ad essa inerenti come l’indirizzo, il cap, la città e la provincia. L’ultima operazione da compiere sarà quella di spuntare la casella di conferma della informativa sulla privacy e fare click su «accetta e continua».

Effettuate le operazioni elencate, potrai iniziare ad associare il tuo account ad un eventuale sito in tuo possesso.

Quali sono le differenze tra i due conti

Paypal ha dato modo agli utenti di compiere scelte diverse in base alle proprie esigenze. Il conto personale ti permette, dunque, di inviare e richiedere denaro oltre che effettuare pagamenti su siti web. Inoltre, è dotato di una cronologia delle transazioni che è possibile scaricare dal sito.

Per poter usufruire di questa opzione vai sul sito ed effettua il login. Nella schermata principale clicca su «vedi altre attività». E’ la voce che sta sotto «attività recenti». Verrai reindirizzato in una pagina dove troverai due box riassuntivi con le date di riferimento. Seleziona il periodo di inizio e quello di fine delle transazioni che vuoi controllare. Fai poi click sulle quattro linee in alto a destra dove trovi scritto «estratti conto» e, successivamente, su «personalizzato».

Nella home page che ti si aprirà, avrai a disposizione tre menù a tendina. Seleziona, quindi, il tipo di transazione, la data e il formato in cui vuoi che il report venga stampato. Successivamente fai click su «crea report». Una volta scaricato sul computer ciò che ti interessa, non dovrai far altro che stampare il tutto.

Il conto business, invece, è molto più tecnico. Essendo destinato alle aziende prevede l’accesso ad un numero massimo di venti utenti. Permette inoltre di ricevere pagamenti via email, e, soprattutto, di essere pagato anche da chi non ha un conto Paypal. Inoltre, potrai senza problemi integrare il pulsante Paypal sul tuo sito in modo da farti pagare.

Come devi fare in questo senso? Vai sul sito di Paypal ed effettua il login. Clicca poi sulla voce «aiuto» (ultima in alto a destra). Nel menù laterale che ti si apre digita «pulsanti Paypal». Qui troverai le istruzioni per poter agire e anche il link che ti indirizzerà alla sezione che ti interessa. Non ti rimane altro che selezionare il tipo di pulsante che vuoi creare e compilare i campi obbligatori. Fatto ciò, devi generare un codice html cliccando su «crea nuovo pulsante». Il passaggio finale è copiare il codice sul tuo sito. In questo modo, chiunque lo visiterà potrà pagarti direttamente, cliccando sul pulsante apposito.

Una delle funzioni più interessanti di Paypal business è quella di poter richiedere soldi tramite mail. La piattaforma, infatti, mette a disposizione delle fatture fac simile da riempire e poi spedire ad eventuali compratori. Basterà compilarle con i propri dati e inviarle per mail all’indirizzo desiderato. Quando chi deve pagare riceverà la fattura, potrà stamparla cliccando su «stampa» ed effettuare il pagamento. Nella mail sarà infatti incorporato un pulsante con su scritto «paga fattura pro forma». Una volta che si sarà cliccato su di esso, i soldi saranno trasferiti automaticamente sul tuo account.

Come avere due conti contemporaneamente

Veniamo ora alla parte centrale di questa guida. Come si fa ad aprire contemporaneamente un conto personale ed uno business? La risposta è semplice. Basta utilizzare due email diverse.

Se hai già un conto personale, quindi, entra nella piattaforma ed effettua il login. Una volta nella home page clicca sulla rotellina che si trova in alto a destra e poi vai su «conto». Facendo scrolling con il mouse vai in fondo alla pagina e clicca su «passa ad un conto business». Paypal ti darà due opzioni. La prima è creare un nuovo conto business utilizzando una seconda mail. La seconda è quello di trasformare quello personale in uno per la tua azienda.

Clicca, quindi, sulla prima opzione. Nella home che ti viene mostrata immetti la tua nuova mail, i tuoi dati anagrafici e quelli della tua azienda come ti ho spiegato prima. Non ti rimane che accettare la privacy e fare click su «accetta e continua». Devi sapere che Paypal offre due diversi soluzioni per il conto business a seconda se tu hai già un fornitore a pagamento per i tuoi servizi o meno.

Partiamo dalla prima ipotesi.

Per le medie imprese, l’azienda americana mette a disposizione il pacchetto Paypal Checkout. Si tratta di un servizio gratuito che permette di velocizzare la compravendita. Il vantaggio di questo tipo di transazione è che il cliente non deve immettere alcun dato sensibile per effettuare il pagamento. Gli basterà cliccare sul pulsante «Paypal» presente sul tuo sito e confermare i dettagli di pagamento. La piattaforma ti trasmetterà poi i dati di spedizione del cliente.

Insieme a questo pacchetto, hai la possibilità di utilizzare anche il Paypal Marketing Solutions. Il suo funzionamento è simile a quello di Google Analytics. Si tratta di un programma che ti darà numerose informazioni sul traffico del tuo sito e sulla clientela che lo visita. Un modo intrigante per capire se la tua strategia commerciale sta dando i suoi frutti. E’ importante che tu sappia che non sarai sottoposto a nessuna tariffa mensile o annuale. Pagherai esclusivamente una piccola tassa quando riceverai i pagamenti. Per sapere a quanto ammonta, ti rinvio al sito Paypal.

Se, invece, non hai ancora un fornitore di servizi a pagamenti, l’azienda americana ti offre due soluzioni a seconda che tu abbia una piccola azienda o una media impresa. Il primo caso è quello di cui abbiamo già parlato in precedenza, ovvero l’integrazione del pulsante Paypal sul tuo sito. Nella seconda ipotesi parliamo di Paypal Pro. Si tratta di un pacchetto a pagamento. Il costo è di 29 euro mensili. Questo sistema dà la possibilità anche a chi non è cliente Paypal di eseguire contrattazioni. Inoltre, ti permette di usufruire dei servizi antifrode di Visa e Mastercard e di tenere un report dei tuoi profitti e delle tue perdite nel corso dell’anno commerciale.

I pagamenti avverranno sul tuo conto dopo pochi minuti che il cliente ha effettuato l’acquisto.

Come dividere un conto Paypal

Paypal dà la possibilità, nel proprio account personale, di dividere il capitale presente su un conto. Questa pratica può essere utile nel caso di una raccolta regalo in cui devi ridare dei soldi a qualcuno. Per utilizzarlo entra nel sito e, dopo aver fatto il login, clicca sulle tre lineette orizzontali dove è scritto «altro». Ti si aprirà un menù laterale. Clicca su «dividi il conto». Paypal ti chiederà se dal tuo saldo attuale intendi sottrarre una quota. Perché c’è questa voce? Ti faccio un esempio: poniamo che sul conto tu abbia 200 euro, ma che 20 appartengano alla tua ragazza. Per restituirle i soldi devi operare come ti dirò. Scrivi nella casella che ti ho menzionato 200 euro.

Una volta diviso il capitale, vai su «vuoi aggiungere qualcun altro?», immetti la mail dell’altro proprietario e fai click su «aggiungi». Ora tu riavrai il tuo saldo esatto e lei riavrà i suoi soldi.

Ora sai come gestire due conti Paypal. Non ti resta altro che mettere in pratica i miei consigli e iniziare a gestire il tuo doppio conto.


Di DAVIDE LUCIANI


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA