Politica | News

Consultazioni Pd: cosa ha detto Zingaretti a Mattarella

28 Agosto 2019 | Autore:
Consultazioni Pd: cosa ha detto Zingaretti a Mattarella

Il segretario del Partito Democratico al Quirinale: disponibilità a lavorare con il premier incaricato. Ma resta il nodo della composizione del Governo.

Tutto come deciso nella Direzione del Pd della mattinata: nel corso del secondo giro di consultazioni al Quirinale, Nicola Zingaretti ha manifestato al Capo dello Stato la disponibilità del Partito Democratico a verificare con il premier incaricato, ed in particolare con Giuseppe Conte, la possibilità di formare un nuovo Esecutivo per porre fine alla crisi di governo.

Zingaretti, che aveva ricevuto praticamente all’unanimità il mandato della Direzione per portare al Colle questo messaggio, ha, comunque, espresso a Sergio Mattarella le sue condizioni per portare a termine il negoziato. E non poteva mancare la parola «discontinuità», a partire dall’esclusione della doppia figura del vicepremier con lo schema che, finora, ha visto impegnati in quegli incarichi Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Questo significa che, semmai, ci sarà un solo vicepremier accanto a Giuseppe Conte. Ed è su quel ruolo che si continuerà a discutere nelle prossime ore: il Movimento 5 Stelle non molla su Di Maio mentre il Pd continua a sostenere che se il M5S ha già un presidente del Consiglio, almeno il vicepremier dovrebbe essere un’espressione dei Democratici. Ad ogni modo, e secondo le ultime indiscrezioni, potrebbe essere lo stesso Conte a decidere in merito: o più vicepresidenti o, addirittura, nessuno. Il tutto nell’ambito di “una nuova sfida, senza staffette, per convincere gli italiani che possono essere superate le difficoltà economiche con l’impegno comune”.

Altro aspetto sottolineato da Zingaretti a Mattarella è stato quello che riguarda la durata del futuro Governo. Il segretario del Pd punta ad un Governo di legislatura che porti avanti il programma in discussione in queste ore con i grillini, anche quello all’insegna della discontinuità.

Oltre a Zingaretti, la delegazione del Pd era formata dal presidente del partito Paolo Gentiloni, dal vicesegretario Paola De Micheli e dai capigruppo al Senato e alla Camera, Andrea Marcucci e Graziano Delrio.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube