Politica | News

Consultazioni FI: cosa ha detto Berlusconi a Mattarella

28 Agosto 2019 | Autore:
Consultazioni FI: cosa ha detto Berlusconi a Mattarella

Forza Italia chiede elezioni anticipate: nessun sostegno ad un Governo Conte-bis targato M5S-Pd. La gaffe e il monito alla Lega dell’ex Cavaliere.

Non è cambiata la linea di Forza Italia rispetto a una settimana fa. Alle consultazioni di oggi al Quirinale, la delegazione capeggiata da Silvio Berlusconi ha chiesto di nuovo al presidente della Repubblica di sciogliere le Camere e di convocare elezioni anticipate. Nessun sostegno, dunque, ad un probabile Governo Conte-bis targato M5S-Pd.

Il concetto espresso da Berlusconi a Sergio Mattarella è stato quello già manifestato l’altra volta: no ad un Governo che consegni il Paese alla sinistra e agli sconfitti, l’unica via maestra è il voto. Secondo l’ex Cavaliere, una coalizione PD-5Stelle è sbagliata e nata da una manovra di Palazzo debole. “L’Italia ha bisogno di un taglio delle tasse, di politiche per la famiglia, di un cambiamento radicale”.  Poi, la gaffe: “L’Italia ha bisogno di una riforma della giustizia giustizialista”. Corretto subito dai capigruppo Bernini e Gelmini: “Garantista!”. “Garantista”, si è corretto Berlusconi.

L’alternativa, ha continuato, è Forza Italia. “Siamo i soli eredi delle tradizioni che hanno fatto grande questo Paese”. per la creazione di un Esecutivo “autorevole, che restituisca al Paese una rispettabilità e una considerazione internazionale che oggi non ha”.

Quindi, il monito alla Lega: un centrodestra senza di noi e con ingenuità sovraniste è destinato a fallire. Come a dire: non pensate di andare al voto in coalizione solo con Fratelli d’Italia perché non si vince e cambiate atteggiamento sull’ispirazione sovranista e nei confronti dell’Europa. “Quell’Europa – ha sottolineato Berlusconi – di cui siamo padri fondatori e di cui dobbiamo essere la voce guida”.

Oltre a Berlusconi, facevano parte della delegazione il vicepresidente del partito, Antonio Tajani, ed i capigruppo al Senato e alla Camera, Anna Maria Bernini e Mariastella Gelmini.

Berlusconi, lasciato il Quirinale, si è diretto a Palazzo Grazioli per un incontro con lo stato maggiore di Forza Italia in vista delle successive consultazioni al Colle con Lega e M5S e all’eventuale decisione di Mattarella in serata.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube