Cancro: nuova tecnica sconfigge il 90% delle cellule tumorali

29 Agosto 2019 | Autore:
Cancro: nuova tecnica sconfigge il 90% delle cellule tumorali

Le cellule tumorali non riescono a sopravvivere senza gravità: la scoperta è confermata da una sperimentazione spaziale compiuta in Australia.

La nuova frontiera delle cure contro il cancro arriva dallo spazio: una nuova tecnica sconfigge il 90% delle cellule tumorali, che vengono uccise dall’assenza di gravità. Lo rivela un recente studio australiano, che ha simulato le condizioni di gravità zero presenti nella Stazione spaziale internazionale (Iss) misurando l’impatto sulle cellule tumorali.

Il risultato è stato straordinario: in appena 24 ore quasi il 90% delle cellule malate è morto senza necessità di ricevere alcun trattamento farmacologico. La sperimentazione ha riguardato quattro diversi tipi di tumori: alle ovaie, al seno, al naso e ai polmoni.

Gli scienziati hanno constatato che quando la gravità è estremamente ridotta e prossima allo zero le cellule tumorali non riescono più a comunicare tra loro e questo ne provoca la morte.  Si tratta di una condizione nota alla scienza come “uploading meccanico” che spiega come la mancanza di gravità compromette i movimenti necessari al funzionamento cellulare.

La nuova cura sembra efficace, il problema sarà come implementarla: le stazioni spaziali sono estremamente costose e anche una loro simulazione in ambiente terrestre richiederebbe grandi capitali da investire. Non si può certo, al giorno d’oggi, prescrivere un viaggio nello spazio ad un paziente malato di tumore.

Nel frattempo la sperimentazione sarà affinata durante le missioni spaziali già programmate: prossimamente gli scienziati australiani installeranno diversi tipi di cellule tumorali, molto difficili da sopprimere, in un apparecchio che sarà mandato in orbita nella prossima missione di ricerca spaziale dell’Iss.

Il capo progetto tecnologico dell’Università di Sidney, Josha Chou, intervistato dalle emittenti australiane ha precisato: «Non contiamo certo di trovare una cura definitiva contro il cancro, la pallottola d’oro per sconfiggerlo, ma si potrà lavorare in parallelo con le terapie ed i trattamenti farmacologici esistenti e migliorarne l’efficacia».


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA