Business | Articoli

Concorso Guardia di Finanza: 631 allievi marescialli

9 marzo 2018


Concorso Guardia di Finanza: 631 allievi marescialli

> Business Pubblicato il 9 marzo 2018



Guardia di Finanza 2018: concorso per 631 allievi marescialli. Vediamo i posti disponibili, i requisiti richiesti, le prove, come e quando presentare domanda

È indetto, per l’anno accademico 2018/2019, un concorso pubblico, per  titoli  ed  esami,  per  l’ammissione  di  631  allievi marescialli  al 90° corso presso la Scuola Ispettori e Sovraintendenti della Guardia di Finanza per l’anno accademico 2018/2019. Il bando è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 6 marzo scorso e c’è tempo fino al 5 aprile 2018 per presentare la domanda di partecipazione.

Vediamo, dunque, tutti i dettagli: quali i posti disponibili, quali i requisiti richiesti, quali le prove d’esame e come fare domanda per partecipare al Concorso Guardia di Finanza 2018 per 631 allievi marescialli.

Concorso Guardia di Finanza 2018: posti disponibili

Il Concorso Guardia di Finanza 2018 è volto all’assunzione di 631 allievi marescialli al 90° corso presso la Scuola Ispettori e Sovraintendenti della Guardia di Finanza per l’anno accademico 2018/2019.

Più nel dettaglio, i posti disponibili sono così ripartiti:

  • 584 allievi marescialli del contingente ordinario, di cui: 18 sono riservati ai candidati in possesso dell’attestato di cui all’articolo 4 del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752, riferito al diploma di istituto di istruzione secondaria di secondo grado o superiore e 8 sono riservati al coniuge e ai figli superstiti, ovvero ai parenti in linea collaterale di secondo grado se unici superstiti, del personale delle Forze armate e delle Forze di polizia deceduto in servizio e per causa di servizio.
  • 47 allievi marescialli del contingente di mare, così suddivisi: 30 per la specializzazione “nocchiere abilitato al comando”; 17 per la specializzazione “tecnico di macchine”.

Concorso Guardia di Finanza 2018: prove d’esame

Lo svolgimento del concorso comprende le seguenti prove d’esame:

  • prova preliminare, consistente in questionari a risposta multipla;
  • prova scritta di composizione italiana;
  • prova di efficienza fisica;
  • accertamento dell’idoneità psico-fisica;
  • accertamento dell’idoneità attitudinale;
  • prova orale di cultura generale;
  • prova facoltativa di una lingua estera, consistente in un esame scritto e orale nella lingua prescelta;
  • prova facoltativa di informatica.

Il Corpo della Guardia di finanza si riserva la facoltà di revocare il bando di concorso, di sospendere o di rinviare le prove concorsuali, di modificare, fino alla data di approvazione delle graduatorie finali di merito, il numero dei posti a concorso, di sospendere l’ammissione al corso di formazione dei vincitori, in ragione del numero di assunzioni complessivamente autorizzate dall’Autorità di Governo, nonché di esigenze attualmente non valutabili né prevedibili

631 allievi marescialli: i requisiti richiesti

Possono partecipare al concorso:

  • gli appartenenti al ruolo sovrintendenti e al ruolo appuntati e finanzieri, gli allievi finanzieri nonché gli ufficiali di complemento o in ferma prefissata, che abbiano completato diciotto mesi di servizio, del Corpo della guardia di finanza che alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda non abbiano superato il giorno del compimento del trentacinquesimo anno di età; non abbiano demeritato durante il servizio prestato; non siano stati giudicati, nell’ultimo biennio, “non idonei” all’avanzamento;
  • i cittadini italiani, anche se già alle armi, che abbiano, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda compiuto il 17° anno di età e non abbiano superato il giorno di compimento del 26° anno di età; abbiano, se minorenni alla data di presentazione della domanda, il consenso dei genitori o del genitore esercente in via esclusiva la potestà o del tutore per contrarre l’arruolamento volontario nella Guardia di finanza; godano dei diritti civili e politici; non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione, ovvero prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate e di polizia, a esclusione dei proscioglimenti per inattitudine al volo o alla navigazione.

Tutti i candidati devono possedere, inoltre, un diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta  l’iscrizione a corsi di laurea previsti dalle Università statali o legalmente riconosciute. Possono partecipare anche coloro che, pur non essendo in possesso del previsto diploma alla data di scadenza per la presentazione delle domande, lo conseguano nell’anno scolastico 2017/2018.

Concorso Guardia di Finanza 2018: come fare domanda

La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata esclusivamente mediante  la  procedura  telematica disponibile sul portale attivo all’indirizzo «concorsi.gdf.gov.it», seguendo  le istruzioni del sistema automatizzato. I concorrenti, che devono essere in possesso di un account di posta elettronica certificata (Pec), dopo essersi registrati al portale, potranno accedere, tramite la propria area riservata, al format di compilazione della domanda di partecipazione. Le domande vanno presentante entro e non oltre il 5 aprile 2018.

Concorso Guardia di Finanza 2018: il bando 

Per tutti i dettagli e per avere maggiori informazioni, consigliamo l’attenta lettura del bando di concorso per 631 allievi marescialli.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI