Politica | Articoli

Se si votasse adesso chi vincerebbe? La sorpresa dalle urne

31 Agosto 2019
Se si votasse adesso chi vincerebbe? La sorpresa dalle urne

Nuovo Governo: sale il M5S di ben 7 punti grazie all’effetto Conte mentre la Lega è in forte calo.

La notizia di un possibile naufragio delle trattative tra Pd e M5S per l’avvio del nuovo Governo ha riportato in primo piano i sondaggi elettorali. Sondaggi che, mai come in questo periodo, porterebbero una situazione di caos e di incertezza. A sorpresa, infatti, le ultime stime danno i tre principali partiti in una situazione, se non di perfetta parità, ma di forte vicinanza. Il che renderebbe, salvo alleanze – che però sono state già tutte tentate in questo periodo di crisi – a non poter governare il Paese.

Secondo quanto emerge dall’ultimo sondaggio realizzato da Ipsos di Nando Pagnoncelli tra il 26 e il 29 agosto, in piena crisi di governo e pubblicato oggi sul ‘Corsera’, “l’effetto Conte” ha portato ben 7 punti in più al Movimento Cinque Stelle che, in questo modo, passa dal 17,4% (il suo picco più basso rispetto alle precedenti elezioni) al 24,2%. Il pugno duro di Di Maio nelle trattative con il Pd e l’imposizione dei “20 punti” per il nuovo Esecutivo è risultato dunque vincente agli occhi degli elettori, anche se strategicamente ancora incerto (visto che proprio l’aut-aut potrebbe far saltare le trattative e riportare tutti alle urne).

Il voto anticipato non fa paura neanche alla Lega anche se il partito del Carroccio è in fortissimo calo rispetto agli inizi di agosto. Ora, la squadra di Salvini viene accreditata al 31,8%, è in calo, ma sempre al di sopra della soglia del 30%. A tale risultato andranno sommati poi i voti di Fdi, non avendo la Meloni fatto mistero della propria alleanza con la Lega. Più in forse è oggi FI che, dalle ultime parole di Berlusconi, sembra rimproverare alla Lega numerosi errori e peccati di ingordigia.

In ultimo, il Pd cresce leggermente, arrivando a quota 22,3%, così divenendo il secondo partito per voti.

Nel centrodestra Fdi sale al 7,8% e sorpassa Forza Italia che scende al 6%.

Insomma, Meloni e Salvini potrebbero Governare, così come potrebbero farlo anche M5S e Pd.

Quel che è certo è che le elezioni renderebbero molto più modesto il peso parlamentare del M5S, ultimo partito che, in questo momento, potrebbe permettersi il voto anticipato.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube