Diritto e Fisco | Articoli

Ricatto delle prostitute: in cosa consiste?

3 Settembre 2019
Ricatto delle prostitute: in cosa consiste?

Estorsione a carico della escort che minaccia il cliente di rivelare la prestazione sessuale. 

Ritorna il problema del ricatto delle prostitute. A darne notizia è l’Adnkronos che riporta l’ennesimo fatto di cronaca giudiziaria ai danni di un cliente di una escort.

Nel caso di specie, la squillo ha ricattato un pensionato minacciandolo di denunciare di essere stata costretta da lui a subire atti sessuali e, per questo, si è fatta consegnare a più riprese denaro fino a 30 mila euro. Ora, dovrà rispondere di estorsione continuata.

A finire nei guai una giovane estetista 29 enne residente nell’alessandrino, concittadina della vittima. Nell’autunno dello scorso anno, il pensionato e la giovane, in una saletta di un centro massaggi ora chiuso per cessata attività, avevano avuto rapporti sessuali non completi, consenzienti e regolarmente retribuiti, protratti fino alla cessata frequentazione del locale da parte dell’uomo.

Lo scorso marzo, però, la ragazza, che aveva scoperto dove il pensionato abitava, si è presentata a casa raccontandogli che la titolare, una cittadina cinese, l’aveva denunciata ai carabinieri poiché, con una telecamera occultata, aveva ripreso le loro scene di sesso, da lei espressamente proibite.

A quel punto, la 29enne chiedeva all’uomo un aiuto economico per fare fronte alle spese legali che avrebbe dovuto sostenere. Le richieste proseguivano fino ad arrivare a oltre 3.000 euro, ma quando il pensionato ha comunicato alla giovane la decisione di smettere con i pagamenti, la donna ha minacciato l’ex cliente, che, se non avesse consegnato le somme richieste, lo avrebbe denunciato ai carabinieri dichiarando di aver dovuto subire gli atti sessuali, comprovati proprio dalle immagini hard di cui aveva affermato l’esistenza.

Temendo le ripercussioni, l’uomo ha continuato a versare le somme alla donna fino a quando, a causa del bancomat smagnetizzato, si è recato a prelevare il denaro allo sportello. L’impiegata, notando lo strano atteggiamento dell’uomo, ha chiesto l’intervento dei carabinieri ai quali il pensionato ha confidato le minacce subite. In accordo con la vittima, i militari si sono, quindi, nascosti nell’abitazione dell’uomo e quando l’estetista si è recata per ritirare l’ultima somma richiesta, appena uscita di casa è stata bloccata, perquisita, trovata con il denaro appena ricevuto e arrestata.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube