Politica | Articoli

Nuovo Governo: la minaccia di Salvini

4 Settembre 2019
Nuovo Governo: la minaccia di Salvini

«Vigliacchi, M5S e PD: non durate: torneremo presto» dice il capo della Lega. «La mia sola colpa è di essere stato ingenuo. Ho sottovalutato la voglia di poltrone dei grillini e la loro mancanza di dignità».

Le ultime statistiche danno la Lega in forte calo al Sud, dove il suo elettorato era più “fresco” e, quindi, meno fidelizzato. «Da luglio a oggi, il Carroccio ha bruciato dagli 8 ai 10 punti percentuali nelle regioni meridionali. Il doppio e più di quanto la Lega ha perso a livello nazionale», dice Rado Fonda, direttore della Swg, nell’intervista con ItaliaOggi, in cui spiega: «Il calo è il risultato fisiologico della decisione di Matteo Salvini di aprire la crisi, non ha più l’immagine dell’uomo vincente. E questo lo penalizza soprattutto al Sud».

Dalle retrovie, Salvini fa sentire la sua dopo il conclamato avvio del nuovo Governo giallo-rosso. L’accordo tra PD e M5S, ora benedetto anche dall’elettorato grillino che ha dato il placet sulla piattaforma Rousseau, ha fatto saltare su tutte le furie il leader del Carroccio. «Vigliacchi, M5s e Pd si detestano ma si sono messi d’accordo per non far votare gli italiani. Fino a due settimane fa si insultavano furiosamente l’uno con l’altro. Il governo dell’odio è quello che sta per nascere. Sono orgoglioso di essere rimasto fuori da questo mercato delle vacche indegno».

Così ha dichiarato Matteo Salvini in un’intervista a Libero, per come riportato dalla nostra fonte, l’Agenzia di stampa Adnkronos. «L’unica colpa che ho è di essere stato ingenuo – sottolinea il leader leghista – ritenevo di vivere in un Paese democratico. I miei genitori mi hanno educato con sani principi. Ho sottovalutato la voglia di poltrone dei grillini e la loro mancanza di dignità. Del Pd lo sapevo, ma non mi aspettavo che i Cinquestelle fossero diventati peggio della casta che hanno sempre giurato di voler combattere. I grillini ormai sono il partito delle poltrone».

«Di Maio? – prosegue Salvini – L’ho visto in tv, non mi sembrava avesse l’aspetto del vincitore. Di lui non dirò mai male, come di tutti i grillini con i quali ho lavorato bene. Certo, lo vedo in difficoltà».

Che ne sarà dei grillini dopo l’abbraccio con il Pd?: chiede l’intervistatore a Salvini. «Sono morti: diventeranno una costola di Leu e della Boldrini, neppure del Pd. Che brutta fine», dice. «Ricevo solo incoraggiamenti ad andare avanti. C’è perfino gente che mi scrive dicendo di non essere mai stata leghista ma che ora è con me e mi esorta a non mollare. La Lega – prosegue – è di gran lunga il primo partito in Italia, un elettore su tre è con me. Se fossi in crisi di consensi, ci farebbero votare. La realtà è opposta. L’ultimo sondaggio dice che il 90% degli elettori leghisti è a favore della rottura: la mossa ha compattato il nostro popolo».

Cosa farà da domani? «Già il prossimo mese si vota in Umbria, sempre che non decidano di sospendere la democrazia anche nelle Regioni, visto che dopo lo scandalo che ha travolto il Pd, la roccaforte rossa rischia di cadere. Il 15 settembre c’è Pontida, dopo di che girerò l’Umbria, perché i cittadini di quella Regione non si meritano di essere governati ancora dai democratici». «A M5S e Pd “dico: spartitevi le poltrone, mettete da parte gli ultimi soldi, perché torneremo presto. Presto vinceremo, vinceremo e vinceremo».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube