Diritto e Fisco | Articoli

Multa con auto sostitutiva: chi deve pagare

21 Settembre 2019
Multa con auto sostitutiva: chi deve pagare

Un anno fa sono passato sotto le telecamere ztl con l’auto sostitutiva e ho detto al carrozziere di avvisarmi quando sarebbero arrivate le multe. Mi ha chiamato una settimana fa, dicendomi è gli è stata notificata un’ingiunzione di pagamento per oltre mille euro, cioè per contravvenzioni oltre maggiorazioni e interessi, ma le multe non sono mai arrivate. Come faccio a pagare solo le contravvenzioni? Inoltre a mio nome non c’è nulla! È tutto a nome del mio carrozziere. Non dovevano arrivare a me visto che lui comunica i dati di chi usufruisce dell’auto sostitutiva? 

Premesso che il responsabile della violazione del codice della strada è sempre il conducente e che esistono casi di responsabilità solidale tra conducente e intestatario del veicolo, occorre tuttavia verificare la tipologia di servizio offerto dall’autofficina e l’intestazione del veicolo.

Nel caso delle auto sostitutive, è possibile, infatti, adottare tre formule:

  1. auto intestata all’autofficina per uso privato: in tale ipotesi, la multa viene notificata all’autofficina che è tenuta al pagamento della sanzione amministrativa;
  2. auto intestata all’autofficina per noleggio auto senza conducente: in tale ipotesi, la multa viene notificata all’autofficina che deve comunicare entro 60 giorni i dati del conducente, il quale sarà tenuto in solido al pagamento della sanzione amministrativa;
  3. auto intestata ad una società di autonoleggio che offre il servizio presso l’officina: in tale ipotesi, la multa viene notificata alla società di autonoleggio che deve comunicare entro 60 giorni i dati del conducente, il quale sarà tenuto al pagamento della sanzione amministrativa.

Il codice della strada prevede la responsabilità solidale tra intestatario del veicolo e conducente autore della violazione, nei seguenti casi: il proprietario, l’usufruttuario, l’acquirente con patto di riservato dominio o l’utilizzatore a titolo di locazione finanziaria, sono obbligati in solido con l’autore della violazione al pagamento della somma da questi dovuta, se non provano che la circolazione del veicolo è avvenuta contro la sua volontà. Nel caso di locazione senza conducente, è responsabile in solido il locatario.

Nel caso in cui, l’auto sia stata prestata al lettore, a titolo di cortesia, con intestazione del veicolo e della carta di circolazione all’autofficina ad uso privato, l’unico soggetto responsabile del pagamento delle multe è l’autofficina, a meno che non dimostri, agendo in giudizio, che la violazione sia stata commessa dall’utilizzatore (in ogni caso egli avrebbe dovuto comunicarne i dati non appena ricevuto il verbale).

Diverso il caso dell’auto per uso noleggio senza conducente o di auto intestata al noleggiatore: in tali ipotesi, la responsabilità per il pagamento è del conducente, sempre che il proprietario comunichi i dati di quest’ultimo entro 60 giorni. In difetto di comunicazione, l’autorità non può identificare il trasgressore né conseguentemente notificargli il verbale, e la multa deve essere pagata dall’intestatario del veicolo.

Nel caso di specie, se l’autofficina non ha mai comunicato i dati del lettore, la notifica del verbale e di ogni altro atto risulta legittimamente sempre a capo dell’intestatario (autofficina), che resta l’unico soggetto legittimato ad impugnare l’ingiunzione per omessa notifica del verbale entro 90 giorni e, dunque, impossibilità di comunicare entro 60 giorni i dati del conducente responsabile.

Il lettore non può contestare le contravvenzioni (in quanto privo di legittimazione), né è tenuto a pagarle, visto che alcun verbale gli è mai stato notificato. Il carrozziere deve, invece, tempestivamente impugnare l’ingiunzione per ottenere l’annullamento, se non ha mai ricevuto i verbali.

Articolo tratto da una consulenza dell’avv. Maria Monteleone



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube