Salute e benessere | Articoli

Tumori: arriva la nuova diagnosi col test urine

5 Settembre 2019
Tumori: arriva la nuova diagnosi col test urine

Cancro: allo studio test urine per diagnosi precoce e curarsi in tempo.

La maggior parte delle forme di carcinoma possono essere curate e definitivamente guarite grazie a una diagnosi precoce. Il problema, però, è che, il più delle volte, il cancro è asintomatico e il malato se ne accorge solo quando è in uno stadio avanzato.

La diagnosi precoce ha fatto un grosso passo in avanti grazie a un esame delle urine per individuare la crescita di un tumore. Un nuovo test delle urine, semplice e sensibile, sviluppato dagli ingegneri dell’Imperial College di Londra (Gb) e del Mit americano ha prodotto un cambiamento di colore nel liquido biologico per segnalare la presenza di tumori in crescita nei topi di laboratorio. Obiettivo, mettere a punto strumenti per una diagnosi il più precoce possibile, che siano anche economici e semplici da usare. Il team di ricercatori ha sviluppato, dunque, uno strumento che cambia il colore delle urine del topo quando è presente il cancro del colon. Lo riporta una nota stampa di Adnkronos.

Sfruttando una reazione chimica che produce il cambiamento di colore, questo test sperimentale – in futuro – potrà essere somministrato senza la necessità di utilizzare strumenti di laboratorio costosi e complessi.

I risultati sono stati pubblicati su ‘Nature Nanotechnology’. La tecnologia sperimentale, sviluppata dai team guidati da Molly Stevens dell’Imperial College e Sangeeta Bhatia del Mit, funziona iniettando dei nanosensori nei topi, i quali reagiscono agli enzimi rilasciati dai tumori.

Quando i nanosensori vengono scomposti dalle proteasi, possono essere visti ad occhio nudo grazie a un test delle urine che produce un cambiamento di colore (il liquido diventa blu). I ricercatori hanno testato questa tecnologia su topi con cancro al colon, scoprendo che l’urina degli animali portatori di tumore diventava blu brillante, rispetto ai campioni prelevati da roditori sani.

«Sfruttando questa reazione chimica che produce un cambiamento di colore – conclude Stevens – questo test può essere effettuato senza lanecessità di strumenti di laboratorio costosi e difficili da usare. La semplice lettura del risultato potrebbe essere catturata dallo smartphone e trasmessa in remoto», per assicurare una diagnosi e una terapia anche a pazienti in zone isolate.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA