Lifestyle | Articoli

Scoperte le differenze cerebrali tra ragazzi e ragazze

9 Settembre 2019
Scoperte le differenze cerebrali tra ragazzi e ragazze

Ricerca su adolescenti: reti del cervello si sviluppano in modo diverso tra maschi e femmine. Maggiori possibilità di depressione nelle donne.

Avere a che fare con un figlio in piena pubertà può essere estenuante, tra altalene umorali e ansie improvvise. Ora, gli scienziati hanno scoperto che le reti cerebrali si sviluppano in modo diverso nei maschi e nelle femmine durante la pubertà: i ragazzi mostrano un aumento della connettività in alcune aree del cervello, mentre per le ragazze accade il contrario. È quanto emerge da uno studio americano presentato al Congresso dell’European College of Neuropsychopharmacology di Copenhagen per come riportato dall’agenzia stampa Adnkronos.

Queste analisi si sono concentrate su regioni cerebrali precedentemente identificate come responsabili del rischio di problemi dell’umore negli adolescenti.

«Nel nostro studio – commenta Monique Ernst del National Institute of Mental Health di Bethesda – abbiamo dimostrato che alcune regioni del cervello si sviluppano in modo diverso nei ragazzi e nelle ragazze durante la pubertà. La connettività aumenta nei maschi e diminuisce nelle femmine. Ora la nostra prossima serie di studi mirerà a chiarire il significato di questi cambiamenti nel cervello in fase di maturazione, e a identificare se sono protettivi o aumentano la vulnerabilità dei giovanissimi rispetto ai disturbi dell’umore.

Sappiamo che i disturbi dell’umore, in particolare l’ansia e la depressione, si verificano in modo sproporzionato nelle ragazze; e che le donne hanno il doppio delle probabilità degli uomini di soffrire di depressione dopo una tendenza emersa durante la pubertà. Abbiamo scoperto che questo periodo della vita è associato a significativi cambiamenti cerebrali nelle aree cerebrali legate all’umore – aggiunge Ernst – tuttavia dobbiamo essere cauti nell’interpretare questi cambiamenti; dobbiamo verificare che l’associazione che vediamo tra questi cambiamenti cerebrali e l’umore siano collegati».

I ricercatori hanno analizzato le scansioni cerebrali di 147 ragazze e 157 ragazzi tra 13 e 15 anni, provenienti da Dublino, Londra, Dresda, Mannheim e Parigi, in varie fasi della pubertà. I ragazzi sono stati sottoposti a risonanza magnetica, le immagini sono state corrette per età e, quindi, analizzate in modo da misurare la forza con cui le regioni del cervello comunicano tra loro (“connettività funzionale”).

I valori della connettività funzionale di queste regioni erano correlati con il livello di maturità durante la pubertà. «La connettività funzionale in queste aree cerebrali specifiche è aumentata nei ragazzi con una media di circa il 6,5%, ma è diminuita nelle ragazze con una media di circa il 7,2%», spiegano i ricercatori.

Questi risultati indicano che ci sono cambiamenti opposti nell’attività cerebrale in ragazzi e ragazze durante la pubertà, che possono essere un fattore chiave nell’insorgere dei disturbi dell’umore.


1 Commento

  1. Simpaticamente, dico sempre alla mia fidanzata che noi uomini abbiamo un solo neurone, ma sappiamo utilizzarlo al meglio concentrandoci bene su una cosa per volta. E le donne sono sì multitasking, riescono a fare mille cose. Beate loro. Se a me dicono qualcosa, mentre sono concentrato in un impegno, non sono attento. Articolo interessante!

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA