Business | Articoli

Carta di identità elettronica: per tutti entro l’anno

17 Marzo 2018


Carta di identità elettronica: per tutti entro l’anno

> Business Pubblicato il 17 Marzo 2018



Entro l’anno tutti i cittadini dovrebbero entrare in possesso della nuova carta d’identità elettronica. Vediamo tempi e costi

La carta d’identità elettronica è al momento stata adottata da circa il 20% dei Comuni italiani. La colpa sembra sia da attribuire al sistema informatico del Ministero dell’Interno. Nelle grandi città, in compenso, è già attiva da un po’. Vediamo nel dettaglio i tempi e i costi di rilascio della nuova carta di identità elettronica.

Carta d’identità elettronica: cos’è?

La carta d’identità elettronica (Cie) è il documento di identificazione che in Italia sta gradualmente sostituendo la carta d’identità cartacea. Da quest’anno costituirà sia un documento di riconoscimento personale che certifica l’identità del soggetto titolare, sia uno strumento di autenticazione per l’accesso ai servizi telematici della pubblica amministrazione.

La carta di identità elettronica è comparsa per la prima volta nel 2000, quando il Ministero dell’Interno, in via sperimentale la lanciò in 156 Comuni di tutta Italia. Nel 2012, poi, è divenuta del tutto operativa in quei Comuni che avevano richiesto la possibilità di erogare il servizio. In concreto la Carta di identità elettronica è di fatto una tessera in policarbonato, molto simile ad una carta di credito o alla tessera del codice fiscale, sulla quale sono riportati  – sia in evidenza che nel microchip –  i seguenti dati personali dell’individuo:

  • Nome e Cognome, data e luogo di nascita;
  • Codice fiscale;
  • Residenza e cittadinanza;
  • Codice numerico del Comune di rilascio;
  • Data di rilascio e scadenza;
  • Firma digitale del titolare;
  • Impronta digitale;
  • Fotografia digitalizzata;
  • Eventuale indicazione di non validità ai fini dell’espatrio;
  • Dati amministrativi del Servizio Sanitario Nazionale.

Quando la Cie diventerà del tutto operativa, sarà in grado di assolvere a numerose funzioni come per esempio i pagamenti elettronici di multe, bollette, bolli auto, ticket sanitari ecc. La validità della carta d’identità elettronica è uguale a quella della carta d’identità cartacea tradizionale, ovvero, di 10 anni. In caso di minorenni la validità della carta di identità varia in base all’età del minore, ovvero:

  • minori di 3 anni: validità di tre anni;
  • minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni: validità di cinque anni.

Carta d’identità elettronica: come e dove richiederla? 

Per quanto concerne le modalità di richiesta e rilascio della Carta d’identità elettronica non vi sono novità rispetto a quelle previste per la carta d’identità cartacea: è necessario rivolgersi al proprio Comune di residenza e fare la richiesta. Non è necessario, però, presentare alcuna fototessera in quanto le fotografie vengono acquisite al momento del rilascio mentre è obbligatorio prestare il consenso al prelievo dell’impronta del dito indice della mano sinistra.

Al momento dell’emissione della carta di identità elettronica, il Comune rilascia anche 3 codici personali segreti consegnati in busta chiusa:

  • Pin: numero identificativo personale segreto necessario per il riconoscimento dell’utente;
  • Puk: ossia il codice per sbloccare il Pin qualora si sbagli per 3 volte la digitazione o se si dimentica il proprio numero;
  • Cip: codice per bloccare il Pin nel caso in cui la carta venga smarrita o rubata

I Comuni autorizzati al servizio rilasciano la carta d’identità elettronica in circa 20 minuti.

Carta di identità elettronica: chi può richiederla?

La Cie, la nuova carta di identità elettronica può essere richiesta da tutti coloro in possesso di cittadinanza italiana, residenza in uno dei Comuni già serviti da questo servizio e codice fiscale allineato con l’Indice nazionale delle anagrafi.

Quali documenti servono?

Al fine di ottenere il rilascio della nuova Carta di Identità Elettronica servono i seguenti documenti:

  • carta di identità scaduta o in scadenza, da presentare in caso di rinnovo della carta di identità;
  • denuncia di furto o smarrimento resa presso le Autorità competenti, in caso di furto o smarrimento della carta di identità;
  • documento di riconoscimento: passaporto, patente, libretto della pensione con foto, in caso di furto, smarrimento o distruzione della carta d’identità;
  • carta di identità deteriorata, in caso di deterioramento della carta di identità.

La Carta di identità elettronica va richiesta direttamente agli uffici dell’anagrafe del Comune di residenza che provvedono a verificare la documentazione e l’identità del richiedente.

Carta d’identità elettronica: quanto costa?

Il prezzo della carta d’identità elettronica per il primo rilascio o rinnovo è di 16,79 euro, oltre ai diritti fissi e di segreteria pari ad euro 5,42 e così per un totale di 22,21 euro.

 


scarica un contratto gratuito
Creato da avvocati specializzati e personalizzato per te

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA