La zanzara killer uccide ancora

11 Settembre 2019
La zanzara killer uccide ancora

Nuovo decesso per rara malattia trasmessa dalle zanzare.

I film catastrofici americani, in cui il genere umano viene misteriosamente spazzato via in pochi mesi da un virus, sembrano quasi avversarsi quando si parla di zanzare killer. Il raro virus dell’encefalite equina orientale (Eee) trasmesso dalle zanzare fa una nuova vittima negli Stati Uniti. A darne notizia è l’agenzia di stampa Adnkronos che riporta la Cnn. La tv statunitense conferma: c’è un ulteriore decesso, avvenuto in Rhode Island, successivo alla morte registrata nello scorso agosto e diffusa dalla stampa statunitense (ne avevamo già parlato in Zanzara mortale trasmette un virus che colpisce il cervello).

Il bilancio non è dunque ufficiale. Il dipartimento della Salute del Rhode Island ha annunciato la morte di un cinquantenne di West Warwick: si tratta del primo decesso nello Stato a causa del virus Eee dal 2007.

Il paziente è morto 9 giorni dopo la conferma dell’infezione.

Il raro virus (negli Stati Uniti si segnalano tra i 5 e i 10 casi l’anno), si diffonde attraverso le zanzare infette e può causare encefalite.

I sintomi compaiono tra i 4 e i 10 giorni dalla puntura, nei casi gravi «si inizia con l’insorgenza improvvisa di mal di testa, febbre alta, brividi e vomito – fanno sapere i Centers for Disease Control and Prevention – la malattia può quindi portare disorientamento, convulsioni e coma».

Nel Michigan, finora, ci sono stati almeno tre casi confermati, incluso un morto, hanno fatto sapere le autorità sanitarie dello Stato, che hanno invitato i residenti a usare repellenti e proteggersi dalle punture.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA