L’esperto | Articoli

Prescrizione credito onorario avvocato: ultime sentenze

12 Settembre 2019
Prescrizione credito onorario avvocato: ultime sentenze

Diritto di credito e parcella del legale: da quando decorre il termine di prescrizione presuntiva di tre anni al recupero degli importi dovuti per la prestazione professionale.

Decorrenza della prescrizione per il compenso dell’avvocato

Relativamente alle competenze dovute agli avvocati, la conclusione della prestazione è individuata nell’esaurimento dell’affare per il cui svolgimento è stato conferito l’incarico e che coincide con la pubblicazione del provvedimento decisorio definitiva. Da tale data decorre automaticamente il termine di prescrizione triennale ex art. 2957 c.c.. che fa presumente l’esigibilità immediata dell’onorario. Le eventuali successive attività poste in essere dall’avvocato, ancorché inerenti alla decisione definitiva, come i provvedimenti esecutivi che rendono esecutivo il diritto riconosciuto, costituiscono nuova prestazione soggetta a un autonomo termine di prescrizione

Corte di cassazione, sezione II civile, sentenza 2 settembre 2019 n. 21943 

In tema di onorari professionali, per le competenze dovute ad avvocati, procuratori e patrocinatori legali, la prescrizione non decorre dal compimento delle singole prestazioni, ma dall’esaurimento dell’incarico, ovvero dalla decisione della lite, dalla conciliazione delle parti o dalla revoca del mandato. Per gli affari non terminati, invece, la prescrizione decorre dall’ultima prestazione eseguita.

Cassazione civile sez. II, 06/08/2019, n.21008

La prescrizione del diritto dell’avvocato al compenso decorre dal momento dell’esaurimento dell’affare per il cui svolgimento fu conferito l’incarico dal cliente, che, nel caso di prestazioni rese in due gradi di giudizio, coincide con la pubblicazione della sentenza di appello, poiché l'”ultima prestazione”, ex art. 2957, secondo comma, cod. civ., va individuata con riferimento all’espletamento del contratto di patrocinio, regolato dalle norme del mandato di diritto sostanziale, e non al rilascio della procura “ad litem”, che è finalizzata soltanto a consentire la rappresentanza processuale della parte.

Cassazione civile sez. II, 30/06/2015, n.13401

Prescrizione responsabilità avvocato

Ai fini del giudizio di responsabilità professionale del difensore rileva il parametro della diligenza del professionista di media attenzione e preparazione, di cui all’art. 1176, comma 2, c.c., rientrando nell’ordinaria diligenza dell’avvocato anche il compimento degli atti interruttivi della prescrizione che, di regola, non richiedono speciale capacità tecnica. La responsabilità dell’avvocato non può inoltre venir meno per il fatto che il cliente sia dotato, per scienza personale o per ragioni di lavoro, di un bagaglio di conoscenze giuridiche, posto che, con il conferimento dell’incarico professionale, l’avvocato è investito della piena responsabilità della gestione della vicenda processuale. (Respinta, nella specie, la tesi difensiva del legale, che aveva attribuito alla mancata risposta del cliente ad una lettera – con cui egli chiedeva istruzioni circa i tempi di promozione del giudizio – la decorrenza della prescrizione, in quanto l’inerzia del cliente l’aveva portato a ritenere che la pratica potesse considerarsi conclusa).

Cassazione civile sez. III, 22/05/2015, n.10527

La prescrizione dell’azione disciplinare per illecito permanente dell’avvocato decorre solo dalla cessazione della permanenza, sicché, in caso di omissione del rendiconto di un deposito fiduciario, non rileva il momento della revoca del mandato, che fa sorgere l’obbligo di rendiconto, ma il momento in cui il professionista nega il diritto del cliente sulla somma depositata, affermando il proprio diritto di trattenerla.

Cassazione civile sez. un., 02/02/2015, n.1822

Prescrizione parcella avvocato: decorrenza  dal momento di esaurimento dell’affare relativo all’incarico ricevuto

La prescrizione del diritto dell’avvocato al compenso decorre dal momento dell’esaurimento dell’affare per il cui svolgimento fu conferito l’incarico dal cliente, che, nel caso di prestazioni rese in due gradi di giudizio, coincide con la pubblicazione della sentenza di appello, poiché l'”ultima prestazione”, ex art. 2957, secondo comma, cod. civ., va individuata con riferimento all’espletamento del contratto di patrocinio, regolato dalle norme del mandato di diritto sostanziale, e non al rilascio della procura “ad litem”, che è finalizzata soltanto a consentire la rappresentanza processuale della parte.

Corte di cassazione, sezione II civile, sentenza 30 giugno 2015 n. 13401 

Decorrenza della prescrizione del diritto al compenso dovuto all’avvocato dalla morte del cliente 

La prescrizione del diritto dell’avvocato al pagamento dell’onorario può decorrere non solo dal verificarsi dei fatti previsti dall’art. 2957 cod.civ., ma anche dal momento in cui, per qualsiasi causa, cessi il rapporto col cliente, ivi compresa la morte di quest’ultimo.

Corte di cassazione, sezione III civile, sentenza 11 maggio 2012 n. 7281

Prescrizione presuntiva per credito avvocati dalla data della decisione della lite 

Il momento in cui interviene la “decisione della lite”, ai fini della decorrenza del termine di prescrizione triennale previsto dall’art. 2957 comma secondo, cod. civ. per le competenze dovute agli avvocati e ai procuratori, va individuato con riguardo alla data di pubblicazione della sentenza non impugnabile che definisce il giudizio.

Corte di cassazione, sezione II civile, sentenza 8 ottobre 2001 n. 12326



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube