Tech | Articoli

Come registrare una telefonata

7 Ottobre 2019 | Autore: Lisa Sophie Albertelli
Come registrare una telefonata

Registrare una telefonata: è possibile? Come si fa? È lecito registrare una telefonata o si compie un reato? Scopri di più proseguendo nella lettura di questo articolo.

Se ti stai chiedendo come si possa registrare una telefonata oppure se sia proprio possibile registrarla, stai leggendo l’articolo giusto. Sono infatti svariati i motivi che possono portarti a voler registrare una telefonata, registrazione che può avvenire all’insaputa o meno dell’interlocutore. Basti pensare, ad esempio, alla necessità di trascrivere un’intervista, al fine di procurarsi una prova concreta, oppure semplicemente alla necessità di verificare la veridicità di alcune affermazioni.

Al giorno d’oggi, grazie al grande progresso tecnologico, registrare una telefonata è possibile ed è anche una cosa abbastanza semplice e banale. Bisogna, innanzitutto, distinguere come registrare una telefonata su iPhone e come registrare una telefonata su Android, in quanto, essendo due sistemi operativi differenti, saranno differenti anche le applicazioni da scaricare e il metodo di procedimento.

Come registrare una telefonata su Android

Parto, innanzitutto, con l’avvisarti che per registrare le chiamate seriamente, e cioè con una buona qualità audio e in modo da sentire vivamente e chiaramente la voce di entrambi gli interlocutori, è necessario sbloccare Android e bisogna tenere in conto di dover pagare qualche euro. Su Play Store, sono molte le applicazioni scaricabili che ti promettono di registrare telefonate Android in maniera totalmente gratuita e senza effettuare il root, cioè senza sbloccare il sistema operativo Android, tuttavia, la maggior parte di esse non sono totalmente affidabili.

Quindi, la prima operazione da compiere è proprio quella di effettuare il root su Android. Si tratta di un processo abbastanza complicato e lungo, con qualche controindicazione da superare, ma che si riesce tranquillamente a portare a termine con un po’ di pazienza.

Una volta che hai sbloccato il tuo terminale, la prima applicazione che ti consiglio di scaricare e che a parer mio è la migliore, è CallRecorder. Il costo è abbastanza elevato infatti ammonta intorno agli 11 euro, tuttavia è possibile usufruire della versione gratuita della stessa che ha però la durata di una sola settimana.

Per scaricare l’applicazione ti basterà prendere in mano il tuo smartphone, andare qui e cercare nella barra di ricerca il nome dell’app (quindi “CallRecorder”). Una volta trovata dovrai semplicemente cliccare su “Installa” in alto a destra.

A questo punto, scaricata e completata l’installazione dell’applicazione, avvia CallRecorder e clicca inizialmente sul pulsante “Concedi” in modo da consentire all’applicazione di accedere al sistema con i permessi di root, successivamente pigia su “Accetta” e poi su “OK” per accettare le condizioni d’uso del software. Una volta concluse le procedure preliminari, sei ufficialmente pronto a passare all’azione!

Non appena avvierai o riceverai una chiamata, l’applicazione CallRecorder, infatti, si avvierà in automatico e registrerà la telefonata. Ti accorgerai che essa è in funzione grazie a un’icona verde che comparirà nella schermata con la foto del tuo interlocutore. Al termine della conversazione, potrai tranquillamente ascoltare le registrazioni delle tue telefonate semplicemente avviando l’app di CallRecorder e cliccando sul riquadro relativo alla chiamata ricevuta o effettuata che vuoi riprodurre.

Questa applicazione ti consente, inoltre, di convertire la registrazione in mp3 o Amr e criptarla per impedire accessi non autorizzati. Per fare ciò basta tenere premuto il dito sul titolo di una telefonata e cliccare poi sui tre puntini in alto a destra.

È possibile inoltre tramite questa applicazione condividere la registrazione della chiamata cliccando appunto sull’icona della condivisione collocata sempre in alto a destra. In questo modo potrai inviare la registrazione scelta e selezionata ad un’altra app installata sul tuo telefono e farne ciò che vuoi. Puoi infatti, ad esempio, modificarla con apposite app oppure inviarla via e-mail o via WhatsApp.

CallRecorder non è, però, l’unica applicazione che ti consiglio. Se infatti dovessi trovarti scomodo nell’utilizzo di questa o se non dovesse soddisfarti, puoi provare a scaricare Rmc: Android Call Recorder, un’applicazione gratuita che però funziona abbastanza bene.

Per utilizzare Rmc, tutto ciò che devi fare è scaricare l’applicazione sul tuo telefono mediante il collegamento al Play Store e successivamente avviarla. Dopodiché, devi accettare le sue condizioni di utilizzo pigiando sul pulsante “Accept” e devi mettere il segno di spunta accanto alla voce “Activate Service” al fine di rendere attiva la registrazione automatica delle chiamate.

Ricorda che l’app entrerà in funzione automaticamente, quindi la registrazione delle chiamate avverrà senza che tu debba avviare precedentemente Rmc o compiere operazioni particolari.

Una volta terminata la telefonata l’applicazione ti permette sia di riascoltarla direttamente dal tuo smartphone che di archiviarla nell’elenco delle registrazioni importanti, cliccando su “Move to Important”. L’app ti consente inoltre di rinominarla pigiando su “Rename”, condividerla via Bluetooth o email scegliendo l’opzione “Share” oppure semplicemente di cancellarla andando su “Delete”.

Se per caso volessi, invece, accedere alle impostazioni dell’app, devi solamente premere il tasto “Menu” del telefono e selezionare prima il pulsante “Dashboard” che ti comparirà in basso e poi la voce “Settings” posta nella barra laterale di sinistra.

Come registrare telefonata su iPhone

Se il tuo smartphone è, invece, un iPhone prosegui nella lettura di questo paragrafo per scoprire come registrare una telefonata su iPhone.

Le applicazioni utili alla registrazione di chiamate sono per la maggior parte molto semplici da utilizzare e non richiedono l’effettuazione del jailbreak. Purtroppo, però, non sono completamente gratuite. Nella maggior parte dei casi, infatti, consentono di registrare oppure di ascoltare solamente alcuni secondi della conversazione. Per poter registrare e ascoltare un’intera telefonata è necessario sbloccare la versione completa dell’applicazione che è a pagamento.

Un’altra cosa importante che devi sapere è che, per funzionare, queste app necessitano del supporto alle chiamate in conferenza, cioè all’effettuazione di più chiamate in contemporanea. Ciò significa che potresti dover contattare il tuo operatore telefonico e richiedere lo sblocco di questa funzionalità sulla tua linea.

Terminate le premesse ti propongo ora l’applicazione secondo me migliore per registrare telefonate da Iphone. Si tratta di TapeACall, un’app per iOS disponibile sia in versione gratuita sia a pagamento. La versione gratuita ti consente di registrare ed ascoltare solamente i primi 60 secondi di telefonata, mentre la versione a pagamento, dal costo di 9,99 euro ti permette di usufruire di tutte le funzionalità consentendo di registrare intere telefonate sia in entrata che in uscita.

Per utilizzare questa applicazione devi innanzitutto recarti sull’AppStore, cercare nella barra di ricerca il nome di essa e cioè TapeACall e infine scaricarla sul tuo iPhone.

Successivamente, nella schermata home del tuo iPhone troverai l’app installata. Quindi pigia sull’icona dell’app TapeACall e attendi che questa si apra. Una volta visualizzata la relativa schermata clicca su “Continua” per permettere all’applicazione di inviarti un sms che conterrà il codice necessario per procedere con l’attivazione del servizio.  Una volta ricevuto il codice tramite messaggio di testo inseriscilo nell’apposito campo e poi pigia sul pulsante “Attiva”.

Quindi, vai su “Continua” ed autorizza l’applicazione sia ad inviarti delle notifiche utili in quanto usate per segnalare l’avvio delle registrazioni, sia ad accedere alla rubrica di iOS. Successivamente, puoi tranquillamente saltare l’inserimento dell’indirizzo email, andando a pigiare direttamente sul pulsante “Play” per visualizzare un breve video-tutorial offerto dall’app sul funzionamento di questa. Ricorda di scegliere il numero locale relativo all’Italia in modo da registrare le chiamate senza sovrapprezzi sulla tariffa standard del tuo operatore.

Pe registrare la telefonata ti basterà cliccare sul pulsante con il cerchio rosso che si trova al centro della schermata, attendere qualche secondo, selezionare il pulsante “Altra chiamata” e  infine digitare il numero di telefono della persona che vuoi registrare oppure semplicemente selezionare il suo nominativo fra i contatti. A questo punto, avvia la chiamata, attendi che la persona dall’altra parte risponda e clicca su “Unisci” in modo da avviare la registrazione.

Per terminare la registrazione ti basterà semplicemente pigiare nuovamente sul pulsante rosso raffigurante una cornetta.

Se, invece, desideri registrare una chiamata in entrata non devi far altro che rispondere alla telefonata in arrivo, avviare TapeACall e, infine, pigiare sul pulsante rosso collocato al centro dello schermo. Attendi dunque che venga avviata la chiamata al servizio di registrazione di TapeACall e clicca sul pulsante “Unisci”.

Al termine della registrazione l’app ti consente di ascoltare la tua chiamata cliccando sul pulsante “Play”.

Ricordati però che questa applicazione non è compatibile con le linee Vodafone. Se hai una linea Vodafone ti conviene prendere in considerazione altre applicazioni come IntCall Call Recorder.

Registrare una telefonata è lecito?

Cerchiamo ora di capire se sia effettivamente lecito o meno registrare una telefonata.

Contrariamente, a quanto spesso si va a pensare e ritenere, la registrazione di una conversazione tra presenti e all’insaputa di questi, così come quella di una telefonata con un’altra persona ignara di essere registrata, non costituisce lesione della privacy e, quindi, reato.

Questo in quanto la registrazione di una telefonata o di una conversazione non farebbe altro che fissare, su una memoria elettronica, ciò che è già “nostro”, in quanto il nostro udito lo ha captato. Vietare, quindi, la registrazione sarebbe più o meno come imporre a qualcuno di dimenticare una determinata conversazione.

Se desideri approfondire maggiormente l’argomento di natura legale e relativo alla privacy, ti consiglio di dare un’occhiata a questo articolo .


Di Lisa Sophie Albertelli


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA