Business | Articoli

Conto online: come salvaguardare i propri soldi?

21 Marzo 2018
Conto online: come salvaguardare i propri soldi?

Quanto è sicuro un conto online? Quali comportamenti sono da evitare affinché i soldi possano ritenersi al sicuro? Cosa fare se qualcuno ha effettuato l’accesso al conto e ha sottratto dei soldi?

Ogni giorno milioni di utenti utilizzano internet per compiere le proprie attività giornaliere. Lavoro, svago, acquisti o anche la gestione del conto corrente sono alcune delle attività che oggi vengono effettuale online. Per questo motivo bisogna fare attenzione, avere i giusti comportamenti per gestire in sicurezza il conto online e salvaguardare i propri soldi, evitando spiacevoli sorprese.

Sul punto è certamente da dire che grazie alla sinergia del lavoro delle banche con la collaborazione delle forze dell’ordine si è notevolmente ridotto il numero delle vittime di truffe online (su come tutelarsi leggi anche Truffe online: come tutelarsi?) oggi pari allo 0,002% di quelli che effettuano operazioni tramite home banking: un numero veramente esiguo se si pensa che si tratta di un utente su 50mila. In proposito, infatti, le banche spendono ogni anno più di 250 milioni di euro per garantire la sicurezza informatica dei loro portali.

Conto online: le regole dell’Abi

Un valido aiuto per garantire la sicurezza dei conti online arriverà inoltre da un progetto realizzato da Bancaria Editrice in collaborazione con la Polizia di stato, CertiFin e Feduf (Fondazione per la educazione finanziaria e del risparmio) insieme a 12 associazioni dei consumatori, che hanno redatto un vademecum diffuso dall’Abi e rivolto a chi ogni giorno effettua operazioni online e voglia farlo in modo sicuro.

Il primo errore da evitare, si legge, è quello di effettuare operazioni online da postazioni pubbliche, quali possono essere internet caffè e hotel, dai quali terzi potrebbero avere accesso alle vostre credenziali, nonchè da computer condivisi. È inoltre sempre opportuno effettuare il log-out da eventuali siti di e-commerce in cui sono state inserite informazioni bancarie per il pagamento.

Si raccomanda, inoltre, di effettuare l’acceso all’home banking digitando manualmente l’indirizzo della banca sulla stringa del  browser utilizzato per evitare di digitare i dati di accesso a link che potrebbero risultare siti clone trovando poi spiacevoli sorprese. Terminate le operazioni, poi, è bene ricordare di effettuare sempre il log-out dal sito cliccando sul tasto “Logout” presente nella pagina della banca.

Un valido consiglio è quello di usare credenziali diverse per ciascun sito e non effettuare il salvataggio automatico delle password e prestare molta attenzione a non aprire link o allegati sospetti magari arrivati tramite e-mail.

Altra regola aurea per operare online in sicurezza è quella di non installare software di cui non si conosce l’affidabilità e non utilizzare memorie esterne che non siano di proprietà dell’utente stesso.

Quelli indicati sono, a titolo esemplificativo, solo alcuni dei comportamenti in generale da tenere per evitare qualsiasi tipo di truffa. A ciò si aggiunga che in ogni caso installare un valido antivirus nel proprio pc contribuirà a migliorare la sicurezza anche del proprio conto online. Inoltre, tenendo sotto controllo l’estratto conto, sarà possibile verificare tempestivamente eventuali operazioni sospette o mai effettuate dal legittimo titolare e bloccare l’eventuale accesso di hacker al conto corrente.

Conto online: cosa fare in caso di accesso non autorizzato?

Nella spiacevole ipotesi in cui vi troviate a fronteggiare questo problema il primo passo da fare è informare la vostra banca che qualcuno è riuscito ad accedere alla home banking e quindi bloccare ogni futura operazione, cambiare le credenziali di accesso e sporgere denuncia alle forze armate, presentando poi copia della denuncia alla banca che effettuerà i dovuti controlli. Da questo momento il vostro conto è di nuovo al sicuro: nessun prelievo illecito di somme di denaro potrà esservi addebitato e in caso contrario tali somme dovranno esservi restituite.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube