Food | Articoli

Come preparare la frittata

3 Ottobre 2019 | Autore: Angelica Mocco
Come preparare la frittata

La frittata è un gustoso e versatile secondo piatto a base di uova, semplice da preparare e adatto a innumerevoli occasioni. Scopri tre sfiziose ricette arricchite con verdure altri ingredienti saporiti.

La frittata è un prelibato secondo piatto dell’ultimo minuto, ideale da preparare in ogni occasione e gustare sia a pranzo che a cena. La ricetta più semplice prevede l’utilizzo di pochi ingredienti: uova fresche, formaggio grattugiato e prezzemolo tritato, a cui è possibile aggiungere anche una macinata di pepe. A differenza dell’omelette, che viene cotta da un solo lato e mantiene un cuore morbido e cremoso, la frittata prevede una cottura più lunga, che può essere effettuata in padella o al forno.

Tra le tante ricette che è possibile realizzare con le uova, la frittata è senz’altro una delle più invitanti e versatili: puoi cucinarla utilizzando una varietà pressoché illimitata di ingredienti: verdure, tonno in scatola, formaggi, avanzi di pasta e riso. È ottima sia calda che fredda, servita a fette o tagliata a cubetti per arricchire una sfiziosa insalata. Prosegui la lettura di questo articolo per trovare ispirazione e scoprire come preparare la frittata.

Come scegliere le uova

Per preparare un’ottima frittata non sono necessarie particolari doti culinarie, ma occorre essere scrupolosi nella scelta degli ingredienti. Le uova devono essere freschissime, possibilmente di allevamento all’aperto o, meglio ancora, biologiche. Ecco alcune indicazioni per imparare a conoscere la provenienza delle uova e accertarsi che siano di buona qualità.

La tracciabilità

La provenienza delle uova e la tipologia dell’allevamento sono informazioni reperibili sia sulla confezione, sia nel codice alfanumerico (es. 0IT045TO001) impresso in ogni guscio:

  • la tipologia di allevamento è indicata con la prima cifra: 0 = biologico, 1 = all’aperto, 2 = a terra, 3 = in gabbie;
  • segue la sigla dello Stato di produzione (IT), il codice Istat del Comune di produzione (045) e la sigla della rispettiva provincia (TO);
  • le ultime tre cifre (001) identificano nello specifico l’allevamento in cui l’uovo è stato deposto e il luogo in cui esso si trova.

I criteri minimi di qualità

Le uova fresche di categoria A sono destinate al consumo diretto e, in quanto tali, devono rispettare rigidi criteri di qualità [1]:

  • il guscio deve essere intatto e pulito;
  • la camera d’aria non deve superare i 6 mm nelle uova fresche e i 4 mm nelle uova “extra” fresche”;
  • lo sviluppo del germe deve essere impercettibile;
  • l’albume deve essere traslucido e il tuorlo deve essere appena visibile alla speratura;
  • non è ammessa la presenza di corpi e odori estranei;
  • non devono essere sottoposte a lavaggio.

La data di scadenza e di deposizione

Per capire se effettivamente le uova siano fresche al momento dell’acquisto, è necessario fare affidamento alla data di scadenza. Il termine minimo di conservazione non deve superare il ventottesimo giorno dalla deposizione [2] ed è stampato sia nell’imballaggio esterno, sia nel guscio delle uova. Solo nel caso in cui le uova siano vendute come “extra fresche” l’etichetta deve riportare anche la data di deposizione e il termine dei 9 giorni entro cui possono essere vendute come tali [3].

Come preparare la frittata con zucchine e prosciutto

Semplice e ricca di gusto: la frittata con zucchine e prosciutto è il secondo piatto perfetto per conquistare tutta la famiglia. Per creare una sfiziosa variante vegetariana, provala anche senza salumi e aggiungi una piccola porzione di piselli freschi cotti in padella.

Ingredienti

Per preparare la frittata con zucchine e prosciutto per 4 persone sono necessari i seguenti ingredienti:

  • 6 uova;
  • 400 g di zucchine;
  • 150 g di prosciutto crudo in fetta unica;
  • 1 cipolla;
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato;
  • 2 cucchiai di latte;
  • q.b. prezzemolo fresco;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Lava accuratamente le zucchine sotto l’acqua corrente, elimina le estremità e tagliale a rondelle sottili, aiutandoti con un’apposita mandolina. Trita finemente la cipolla e soffriggila a fuoco vivace fin quando non appare leggermente dorata, dopodiché unisci le zucchine e lasciale rosolare per una decina di minuti, dopo averle insaporite con un pizzico di sale e prezzemolo fresco tritato.

Non appena le zucchine risultano cotte ma ancora leggermente croccanti, toglile dal fuoco e lasciale intiepidire. Intanto taglia il prosciutto crudo a dadini piccoli, dopo aver rimosso eventuali eccessi di grasso. All’interno di una ciotola capiente sguscia le uova e sbattile energicamente con una forchetta, per il tempo sufficiente a far amalgamare i tuorli con gli albumi.

Unisci alle uova il latte, il parmigiano grattugiato, le zucchine cotte precedentemente e il prosciutto crudo a dadini. Insaporisci il tutto con una macinata di pepe nero e mescola con cura gli ingredienti, in modo tale da ottenere un composto omogeneo.

A questo punto, non ti resta che cuocere la frittata in una padella dal diametro di 24 cm unta con un filo d’olio extravergine d’oliva. Copri con un coperchio, attendi 8 minuti e girala dall’altro lato aiutandoti con un piatto o un coperchio piano. Prosegui la cottura per ulteriori 8 minuti e toglila dal fuoco. La frittata con zucchine e prosciutto è finalmente pronta per essere gustata.

Come preparare la frittata con fagiolini e patate 

La frittata con fagiolini e patate alla genovese è la ricetta perfetta per stuzzicare il palato dei propri ospiti. Il pesto fatto in casa rende questo secondo piatto irresistibilmente fragrante e saporito, ottimo da servire anche freddo a dadini in occasione di un buffet.

Ingredienti

Per preparare la frittata con fagiolini e patate per 4 persone occorrono i seguenti ingredienti:

  • 6 uova;
  • 400 g di patate;
  • 200 g di fagiolini;
  • 3 cucchiai di pesto alla genovese;
  • 100 ml di latte;
  • 2 cucchiai di farina;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale.

Procedimento

Pulisci i fagiolini privandoli di entrambe le estremità, lavali accuratamente sotto l’acqua corrente e tagliali a pezzetti di 2-3 cm. Pela le patate, tagliale a cubetti piccoli e sbollentale insieme ai fagiolini per 20 minuti in abbondante acqua salata, fin quando entrambi gli ortaggi non risultano ben cotti.

Scola le patate e i fagiolini, versali all’interno di un vassoio capiente e lasciali intiepidire. Nel frattempo sguscia le uova all’interno di una terrina e sbattile energicamente con una forchetta, aggiungendo il latte e la farina setacciata.

Condisci le patate e i fagiolini con 3 cucchiai abbondanti di pesto alla genovese, uniscili alle uova e amalgama accuratamente il tutto con un cucchiaio. Scalda un filo d’olio extravergine d’oliva all’interno di una padella antiaderente dal diametro di 24 cm, versa il composto e livellalo con l’ausilio di una spatola.

Copri la padella con un coperchio e lascia cuocere la frittata fin quando non appare leggermente dorata in superficie. A questo punto, girala delicatamente dall’altro lato e prosegui la cottura per 6-7 minuti. In alternativa, puoi optare per la cottura nel forno ventilato per 20 minuti. Servi la frittata con fagiolini e patate ancora calda e fragrante.

Come preparare la frittata con funghi e asparagi

Con il suo sapore intenso e rustico, la frittata con funghi e asparagi ti conquisterà al primo assaggio. Stuzzicante e adatta a ogni occasione: ottima anche senza l’aggiunta di pancetta.

Ingredienti

Per preparare la frittata con funghi e asparagi per 4 persone occorrono i seguenti ingredienti:

  • 6 uova;
  • 150 g di funghi champignon;
  • 300 g di asparagi;
  • 50 g di pancetta;
  • 50 g di parmigiano grattugiato;
  • 50 ml di panna;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Pulisci i funghi champignon senza lavarli in acqua corrente, frizionandoli delicatamente con un panno inumidito e recidendo con un coltello le estremità sporche di terra. Fatto questo, tagliali a fettine sottili e rosolali in padella con olio extravergine d’oliva e uno spicchio d’aglio tritato. Insaporiscili con un pizzico di sale e pepe, aggiungi abbondante prezzemolo fresco tritato e copri con un coperchio fino a cottura ultimata.

Intanto pulisci gli asparagi, eliminando le estremità più dure e fibrose. Tagliali a pezzetti di 4-5 cm e cuocili in padella con un filo d’olio extravergine d’oliva per una decina di minuti. Non appena risultano abbastanza teneri, unisci la pancetta a dadini e lasciala insaporire a fuoco vivace, fin quando non risulta leggermente croccante.

Mescola i funghi con gli asparagi e la pancetta all’interno di una ciotola e lasciali intiepidire per alcuni minuti. Nel frattempo sbatti le uova all’interno di una terrina capiente, aggiungi la panna e il parmigiano grattugiato, fino a ottenere un composto omogeneo. A questo, unisci gli ortaggi, un pizzico di sale e pepe nero a piacere.

Cuoci la frittata all’interno di una padella antiaderente dal diametro di 24 cm, dopo aver scaldato sul fondo un filo d’olio extravergine d’oliva. Cuocila da un lato per 8 minuti, girala con l’aiuto di un coperchio piano e prosegui la cottura per ulteriori 8 minuti. La frittata con funghi e asparagi è pronta per essere servita calda e gustata.

Come preparare la frittata di pasta

La frittata di pasta è una ricetta tipica della cucina napoletana e diffusa in tutta Italia, ideale da preparare anche con eventuali avanzi di pasta. La ricetta che ti propongo consiste nel condire gli spaghetti con un semplice sugo al pomodoro e arricchire il tutto con cubetti di mozzarella.

Ingredienti

Ecco quali ingredienti occorrono per preparare la frittata di pasta per 4 persone:

  • 350 g di spaghetti;
  • 400 g di passata di pomodoro;
  • 125 g di mozzarella;
  • 50 g di parmigiano grattugiato;
  • 50 ml di latte;
  • 1 cipolla;
  • 6 uova;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Trita finemente la cipolla e soffriggila a fuoco vivace con 2-3 cucchiai di olio extravergine d’oliva. Unisci la passata di pomodoro, copri con un coperchio e prosegui la cottura a fuoco lento per almeno 20 minuti. Insaporisci la salsa con un pizzico di sale e tienila al caldo.

Porta a ebollizione l’acqua per la pasta, aggiungi il sale e cala gli spaghetti. Cuocili al dente, attenendoti ai tempi indicati sulla confezione, dopodiché scolali e condiscili con il sugo di pomodoro. Fatto questo, lasciali intiepidire per una decina di minuti e intanto fai sgocciolare la mozzarella dal siero in eccesso ponendola all’interno di un colino.

Sguscia le uova all’interno di una ciotola, sbattile energicamente con una forchetta e unisci sia il latte che il parmigiano grattugiato. Aggiungi gli spaghetti al pomodoro, amalgama accuratamente il tutto e distribuisci in modo uniforme la mozzarella tagliata a dadini.

Versa il composto all’interno di una padella antiaderente dal diametro di 26 cm, copri con un coperchio e cuoci la frittata a fuoco basso per un quarto d’ora, dopodiché girala delicatamente dall’altro lato e prosegui la cottura per altri 6-7 minuti. Servi la frittata di pasta ben calda, accompagnandola con un contorno a piacere.


Di Angelica Mocco

note

[1] Art. 2 Regolamento (CE) 589/2008.

[2] Art. 13 Regolamento (CE) 589/2008.

[3] Art. 14 Regolamento (CE) 589/2008.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA