Food | Articoli

Le migliori ricette di confetture

9 Ottobre 2019 | Autore: Roberta Jerace
Le migliori ricette di confetture

Sicurezza alimentare; confettura di pesche; confettura di fichi; confettura di frutti rossi e vaniglia; confettura di macedonia di frutta; confettura di cioccolato e amarene; confettura di prugne.

Pesche, fichi, ciliegie, frutti di bosco, prugne, sono solo alcuni degli ingredienti che la stagione estiva ci offre dalla natura per realizzare le migliori ricette di confetture. Le confetture ci permettono di conservare il sapore e parte dei nutrienti di questa grande varietà di frutta anche durante la stagione invernale, a patto che la sicurezza alimentare dei cibi sia conservata durante tutta la filiera di produzione, in rispetto alle norme di regolamentazione italiane ed europee.

Troverai alcune ricette più semplici da realizzare con l’aiuto della pectina già pronta e che ti permetteranno di ottenere in pochi minuti la tua confettura preferita e altre da creare con il tradizionale procedimento, che ti farà ritrovare il sapore e la consistenza delle marmellate che mangiavi da piccola/o a casa della nonna. Infine, qualche variante più innovativa ti permetterà di presentare ai tuoi ospiti o regalare ai tuoi amici confetture dai profumi nuovi che non potranno che riscuotere un immediato successo.

Sicurezza alimentare

Nel momento in cui acquisti prodotti alimentari per realizzare le tue confetture, certamente, ti aspetti che la qualità di questi alimenti ti mantenga in un ottimo stato di salute anche nel lungo periodo. A tal proposito, l’Italia e l’Unione Europea hanno predisposto una serie di norme, in continuo aggiornamento, per garantire che i prodotti che acquisti al mercato, al negozio o al ristorante siano privi di rischi per la tua salute in qualità di consumatore.

Le regole e i principi in materia di sicurezza alimentare devono essere rispettate lungo tutta la filiera di produzione, passando per la distribuzione e arrivando fino al cittadino. Essendo la sicurezza alimentare, quindi, strettamente legata alla salute pubblica, il nostro ordinamento giuridico prevede anche sanzioni di natura penale per le violazioni più gravi come: l’avvelenamento di acque o di sostanze alimentari, l’adulterazione o la contraffazione delle stesse o il commercio di sostanze alimentari nocive. Per questi reati sono, infatti, previste anche pene detentive nel caso in cui da essi derivino lesioni nei confronti delle persone.

Confettura di pesche

Ingredienti

Per questa confettura avrai bisogno di:

  • 1,2 kg di pesche;
  • 1 limone;
  • 500 grammi di pectina 2:1;
  • 1 cucchiaio di fiori di lavanda (opzionale).

Procedimento

Il primo passaggio da effettuare è quello di incidere con una croce la parte inferiore delle pesche e riporle in un recipiente abbastanza capiente. Metti a bollire dell’acqua e quando avrà raggiunto il bollore versala sulle pesche e lasciale in immersione per circa 30 secondi, infine, scola le pesche. Potrai sbucciarle agevolmente senza perdere parte della polpa.

Taglia ogni frutto a metà ed elimina il nocciolo interno, quindi irrora con il succo di limone. Terminata questa operazione riduci tutto a crema con il frullatore a immersione o lascia alcuni pezzetti se gradisci una consistenza maggiore al palato. Poni il tutto in una pentola e aggiungi la pectina e i fiori di lavanda se vuoi dare un sapore nuovo alla tua confettura. Porta il composto ad ebollizione e lascia cuocere per circa 5 minuti. Fai una verifica dell’avvenuta gelificazione mettendo un cucchiaino di confettura su un piattino, inclinalo e verifica che il composto non scivoli verso il basso. Se dovesse essere così, metti sul fuoco qualche altro minuto e ripeti la prova.

Versa la confettura di pesche nei vasetti che avrai precedentemente sterilizzato, pulisci con attenzione il bordo e dopo averli chiusi mettili sottosopra. Lasciali raffreddare completamente e ricorda di confezionare il vasetto con un rametto di lavanda se decidi di regalarla.

Confettura di fichi

Ingredienti

Gli ingredienti per questa ricetta sono:

  • 1 kg di fichi neri ben maturi;
  • 400 grammi di zucchero;
  • mezzo limone (succo e scorza);
  • 3 cucchiai di whisky.

Procedimento

Lava bene i fichi, se intendi lasciare parte della buccia per la preparazione della tua versione della confettura di fichi. Pulisci i frutti eliminando parte della buccia o togliendola completamente, quindi taglia i fichi a metà e infine unisci il succo di limone.

Metti in una casseruola lo zucchero e la scorza di limone grattugiata e poni sul fuoco a fiamma non alta; fai sciogliere lo zucchero finché non avrà raggiunto la doratura e a questo punto aggiungi i fichi e il whisky. Mescola costantemente con un cucchiaio di legno o silicone per almeno una ventina di minuti ed elimina le impurità della confettura che si accumuleranno sottoforma di schiuma sulla superficie.

Dopo aver verificato la consistenza del composto e aver ottenuto quella da te preferita, versa nei vasetti, pulisci il bordo e capovolgi fino a raffreddamento completo. Controlla che sia avvenuto il sottovuoto, preferendo i coperchi con la valvola di sicurezza che emettono il tipico click clack se questo non si è verificato. Consuma la tua confettura non solo per una colazione salutare, ma anche in associazione a un buon piatto di affettati misti e formaggi freschi e/o poco stagionati per deliziare i tuoi ospiti.

Confettura di frutti rossi e vaniglia

Ingredienti

Ecco cosa ti servirà:

  • 1 kg di fragole;
  • 500 grammi di lamponi;
  • 400 grammi di more;
  • 150 grammi di mirtilli;
  • 1 kg di zucchero;
  • 1 baccello di vaniglia;
  • 100 grammi di vino Zibibbo.

Procedimento

Pulisci e lava con attenzione more, mirtilli e lamponi; elimina le foglie dalle fragole e dopo averle lavate e asciugate tagliale in quattro spicchi ciascuna. Poni tutti i frutti per la confettura di frutti rossi e vaniglia in una ciotola capiente, aggiungi lo zucchero e i semi estratti dal baccello. Basterà tagliare con un coltellino il baccello di vaniglia nel senso della lunghezza e aprirlo delicatamente raschiando con lo stesso coltellino tutto l’interno del baccello per ricavarle la parte aromatica. Adesso lascia riposare per circa 4 ore.

Metti il contenuto della ciotola in una casseruola, compreso il liquido di vegetazione che si sarà formato a questo punto, aggiungi adesso anche lo Zibibbo e porta ad ebollizione. A questo punto, abbassa la fiamma e fai cuocere a fuoco non troppo vivace per circa mezz’ora, schiumando spesso per eliminare le impurità.

Spegni la fiamma e fai riposare 10 minuti, quindi frulla grossolanamente la confettura nel mixer e rimetti sul fuoco per altri venti minuti. Riempi i recipienti, ma non prima di aver sterilizzato i vasetti con un lavaggio alla temperatura più alta in lavastoviglie o facendoli bollire in acqua per dieci minuti. Lascia riposare questa confettura per circa 5 giorni e provala come accompagnamento ai piatti di selvaggina o su crostini di pane integrale tostato e imburrato.

Confettura di macedonia di frutta

Ingredienti

Ti occorreranno:

  • 250 grammi di pesche;
  • 250 grammi di pere;
  • 250 grammi di banane;
  • 250 grammi di zucchero;
  • la scorza e il succo di un limone.

Procedimento

Come avrai potuto notare per realizzare questa confettura di macedonia di frutta dovrai seguire la regola dei 250 grammi, non potrai sbagliarti e potrai moltiplicare le dosi mantenendo sempre questo rapporto di proporzioni. Lava le pesche e le pere ed elimina la buccia esterna, togli il torsolo e i semi delle pere e i noccioli dalle pesche. Taglia a pezzetti tutta la frutta in base alla consistenza che gradisci alla fine: più piccoli saranno i pezzetti più la consistenza risulterà cremosa; se invece gradisci addentare qualche pezzetto di frutta allora riduci in modo più grossolano. Poni la macedonia direttamente in una casseruola e aggiungi lo zucchero, la scorza e il succo del limone.

Porta ad ebollizione la macedonia di frutta e cuoci mescolando per almeno una ventina di minuti, elimina con una schiumarola le impurità e verifica più volte l’avvenuta gelificazione. Appena la confettura sarà pronta togli dal fuoco e invasa immediatamente. Riponi a testa giù i vasetti e aspetta che si raffreddino, consuma dopo una decina di giorni per gustare in modo ottimale. Prova a variare la ricetta utilizzando frutti differenti come kiwi, ribes e uva o ciliegie e albicocche per trovare il mix che più solletica il tuo gusto.

Confettura di cioccolato e amarene

Ingredienti

Questi sono gli ingredienti per realizzare questa ricetta:

  • 1,2 kg di ciliegie amarene;
  • 50 grammi di cioccolato fondente;
  • 50 grammi di liquore al cacao;
  • 1 kg di pectina 1:1.

Procedimento

Lava bene le ciliegie e asciugale, quindi elimina i gambi e snocciola i frutti uno ad uno. Metti le amarene in una pentola con la pectina, mescola accuratamente e fai riposare per circa due ore, avendo cura di coprire con un coperchio. Grattugia il cioccolato fondente e tienilo da parte. Porta ad ebollizione le ciliegie e fai bollire a fiamma vivace per circa 10 minuti, dopo aver verificato la consistenza decidi se prolungare la cottura ancora qualche minuto. Infine, aggiungi il liquore al cacao e il cioccolato fondente grattugiato.

Amalgama accuratamente e versa la confettura di cioccolato e amarene nei vasetti prestando attenzione a non sporcare il bordo. Chiudi con un coperchio ermetico e capovolgi per almeno 5 minuti. Lasciali raffreddare e riponili in dispensa per almeno due settimane prima di consumare. Un consiglio è quello di provare a utilizzare uno dei vasetti per realizzare una crostata originale.

Confettura di prugne

Ingredienti

Gli ingredienti sono:

  • 1 kg di prugne già pulite;
  • 400 grammi di zucchero;
  • il succo di mezzo limone;
  • 2 cucchiai di brandy;
  • 30 grammi di zenzero fresco (opzionale).

Procedimento

Lava le prugne e dividile in due lasciandole con la loro buccia. Metti i frutti direttamente in pentola con lo zucchero e il limone (evita di aggiungere la scorza per non rendere troppo aspra questa confettura). Porta a bollore il composto e aggiungi i due cucchiai di brandy. Fai cuocere per circa un’ora eliminando le impurità e invasa nei contenitori sanificati la confettura quando questa è ancora calda.

Per dare uno sprint alla tua confettura di prugne prova ad aggiungere 30 grammi di zenzero grattugiato durante la cottura, sarà ottima per dare una sferzata di energia alla tua colazione mattutina.


Di Roberta Jerace


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA