Persiane: sostituzione con agevolazioni fiscali

17 Settembre 2019 | Autore:
Persiane: sostituzione con agevolazioni fiscali

È intervento di manutenzione straordinaria, quindi ok ufficiale dell’Agenzia Entrate al riconoscimento della detrazione Irpef.

Se stai ristrutturando casa e devi cambiare gli infissi ora puoi risparmiare parecchio. Ieri è arrivato il via libera dell’Agenzia delle Entrate alla possibilità di fruire delle agevolazioni fiscali anche per le persiane: rispondendo all’interpello [1] di un contribuente che aveva chiesto se la sostituzione degli infissi rientrasse nella detrazione Irpef del 50%, il Fisco ha dato conferma positiva. Il vantaggio del bonus casa è che spetta la detrazione al 50% dall’Irpef dei costi sostenuti per i lavori, fino a un massimo di 96.000 euro.

Il contribuente stava effettuando interventi di sostituzione, riparazione e rinnovamento degli infissi esterni di un edificio; voleva sapere se l’agevolazione spettava oppure no. Il dubbio sorgeva dal fatto che la detrazione riguarda le spese sostenute per interventi di manutenzione straordinaria; ma le norme attuali in materia di edilizia [2] li qualificano invece come manutenzione ordinaria.

L’Agenzia ha ritenuto che la semplificazione edilizia non tocchi la disciplina fiscale [3], che è rimasta inalterata. Quindi, gli interventi di sostituzione dei serramenti esterni con altri di diverso tipo (ad esempio, cambiare le persiane con serrande) possono rientrare tra quelli ammessi all’agevolazione.

Il contribuente aveva anche chiesto di sapere se nell’agevolazione rientrassero altre opere che stava compiendo sulla medesima facciata del palazzo e che, sicuramente, sono di manutenzione ordinaria [4], come il rifacimento, la riparazione e la tinteggiatura esterna, il tutto con posa di impalcatura per eseguire i lavori.

Anche in questo caso, l’Agenzia ha dato risposta positiva, precisando che «se tali interventi sono necessari per completare l’intervento edilizio nel suo insieme e sono, dunque, direttamente correlati alla sostituzione dei serramenti esterni, le relative spese sono ammesse alla detrazione e concorrono, al pari di quelle sostenute per la sostituzione degli infissi, alla verifica del limite massimo ammesso alla detrazione stessa».

Perciò, in tali casi, anche gli interventi che autonomamente sarebbero considerati di manutenzione ordinaria sono “assorbiti” nella categoria superiore con il risultato che la detrazione Irpef spetta anche per essi.

Ti ricordiamo che la detrazione è ammessa, per gli interventi di ristrutturazione edilizia su immobili residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali, e sulle loro pertinenze quando si tratta di manutenzione straordinaria, restauro o risanamento. Se si tratta, invece, di interventi effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali, la detrazione spetta anche per le spese sostenute per interventi di manutenzione ordinaria, come la tinteggiatura delle persiane.


note

[1] Agenzia delle Entrate, risposta n. 383 del 16 settembre 2019.

[2] D.Lgs. 25 novembre 2016, n. 222 “Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione
certificata di inizio attività (Scia), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti” e D.M. 2 marzo 2018 “Approvazione del glossario contenente l’elenco non esaustivo delle principali opere edilizie realizzabili in regime di edilizia libera”.

[3] Art. 16-bis del D.P.R. 22 dicembre 1986, n.917 “Testo unico delle imposte sui redditi” che richiama l’art. 3, lett. b), c) e d) del D.P.R. n. 380 del 2001.

[4] Art. 3, lett. a) del D.P.R. n. 380 del 2001 e Circolare Agenzia delle Entrate n.13/E del 2019.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube