Moduli | Articoli

Modulo delega ritiro documenti

11 Ottobre 2019 | Autore:
Modulo delega ritiro documenti

Come farsi sostituire per ritirare la documentazione? Come si scrive una delega? C’è differenza tra delega e procura? Quando serve la delega notarile?

Nei frenetici tempi in cui viviamo anche la persona meno indaffarata è chiamata a sbrigare adempimenti che volentieri eviterebbe di affrontare. Si tratta per lo più di meri compiti materiali, come il ritiro di un pacco, di una raccomandata o, più in generale, di alcuni documenti. Talvolta, un’operazione del genere può essere importante: si pensi al ritiro di una cartella clinica in ospedale, oppure della documentazione amministrativa rilasciata dal Comune per poter edificare su un terreno di proprietà. In tutte queste evenienze, nel caso in cui si sia impossibilitati a presenziare di persona, è possibile farsi sostituire da qualcun altro mediante una delega per ritiro documenti. Se vuoi un modulo da utilizzare, questo è l’articolo che fa al caso tuo.

Nei prossimi paragrafi ti spiegherò cos’è una delega e quando è possibile utilizzarne una; ma non solo: vedremo anche come si fa a scrivere una valida delega a favore di qualcun altro e qual è la differenza (se ve n’è una) con la procura vera e propria. Insomma, se proseguirai nella lettura, non solo scoprirai i diversi modelli di delega per ritiro documenti che potranno servirti quando ne avrai più bisogno, ma anche tutto ciò che c’è da sapere sulla delega in generale.

Cos’è la delega?

La delega è un atto unilaterale mediante il quale una persona trasferisce ad altri i propri poteri, al fine di esercitarli nel suo interesse. I protagonisti della delega sono due:

  • il delegante, che è il titolare della posizione giuridica, il quale, non potendo provvedere da sé, ha bisogno di qualcun altro che lo sostituisca;
  • il delegato, persona estranea al rapporto giuridico del delegante, ma che viene incaricato da questi di sostituirlo e di agire nel suo interesse.

Detto in altre parole, con la delega si incarica un altro soggetto, detto delegato, a compiere un determinato atto o ad eseguire una determinata operazione per proprio conto.

Delega scritta e delega orale

Di norma, la delega viene conferita in forma scritta: non a caso, ti sto parlando dei modelli di delega per il ritiro di documenti. L’atto scritto consente al delegato di dimostrare la propria qualità a chiunque abbia diritto a chiedergliene conto. Insomma: i vantaggi di una delega scritta sono talmente ovvi da non esserci nemmeno bisogno di soffermarsi su questo aspetto.

Ciononostante, devi sapere che ci sono alcuni ambiti in cui è ammessa la delega verbale, cioè quella fatta solamente a voce. È il caso della delega processuale, quella cioè che consente ad un avvocato di sostituire un suo collega in udienza. Ebbene, soprattutto in ambito penale, è oramai pacifico l’orientamento giurisprudenziale per cui al sostituto d’udienza non occorre la delega scritta del collega sostituito.

Si deve ritenere ammissibile, infine, una semplice delega orale in tutti i casi in cui il delegato debba compiere attività di scarso conto, tipo il ritiro di una merce già pagata, la consegna di un bene di modico valore, ecc.

Delega per il ritiro di documenti: come si scrive?

Fatte alcune doverose precisazioni, vediamo ora come si scrive una delega per il ritiro di documenti. Ti voglio subito rassicurare: scrivere una delega è semplicissimo e, seguendo le semplici indicazioni che sto per darti, non avrai bisogno di alcun aiuto.

In modo molto schematico, possiamo dire che l’atto di delega si divide in tre parti: la prima, dedicata al delegante, è destinata a raccogliere le generalità anagrafiche di questi; la seconda è riservata ai dati del delegato; la terza individua il tipo di operazione per cui si concede la delega (nel nostro caso, il ritiro di documenti).

In cima a tutto, in alto a destra, è possibile inserire un’intestazione, che in genere si identifica con il destinatario della delega, cioè colui al quale il delegato dovrà esibire l’atto che gli consente di prendere il posto della persona sostituita.

Prima di inserire i dati delle parti (delegante e delegato) e il tipo di delega conferita, puoi indicare l’oggetto della delega: nel nostro caso sarà «delega per ritiro documenti».

Proseguendo nella lettura, al termine dell’articolo troverai, nell’apposito box, alcuni modelli di delega che potrai utilizzare per le tue necessità.

I dati del delegante

La prima cosa da scrivere all’interno della delega sono i dati del delegante: nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza e codice fiscale. Volendo, si possono anche riportare gli estremi del documento identificativo che dovrà essere allegato, in copia, all’atto di delega.

I dati del delegato

Dopo i dati della persona da sostituire vengono quelli della persona delegata: dovrai pertanto indicare nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza e codice fiscale del delegato. Anche in questo caso potrai riportare gli estremi del documento identificativo: non si tratta però di un’indicazione essenziale, visto che il delegato può identificarsi direttamente mediante esibizione del proprio documento in originale.

Il motivo della delega

All’interno della delega, dopo i dati delle parti, dovrai inserire il motivo della delega, quello che, in effetti, hai già anticipato nell’oggetto indicato sopra ogni cosa.

Il fine del modello di delega di cui ci stiamo occupando è quello di ritirare i documenti al posto del delegante; tuttavia, potrebbe accadere che la persona o l’ente presso cui il delegato deve recarsi richieda una maggiore specificazione, cioè un chiarimento delle motivazioni che giustificano una delega. E così, per andare sul sicuro, farai bene a indicare anche la ragione per cui c’è stato bisogno di conferire una delega.

In altre parole, nell’atto di delega farai bene a dare una giustificazione della delega stessa: ad esempio, potrai scrivere che sei impossibilitato a recarti di persona per il ritiro della documentazione a causa di motivi personali o di salute, oppure che sei fuori sede per motivi di lavoro. Se il ritiro dei documenti deve avvenire in luogo diverso da quello in cui abiti, puoi giustificare la delega sostenendo l’impossibilità di raggiungere di persona il luogo in questione.

Insomma: specificare le ragioni della delega è un elemento in più che ti consente di stare tranquillo nel caso in cui la persona o l’ente che ti debba dare i documenti sia particolarmente severo e voglia sapere perché il diretto interessato non si è presentato di persona.

Quando non è possibile delegare?

In linea di massima, non è possibile delegare un’altra persona quando si tratta di compiere atti personalissimi: pensa ad esempio al matrimonio (sebbene in casi eccezionali sia ammesso il matrimonio per procura) o alla redazione del testamento.

Possiamo dire che per il mero ritiro di documenti sia praticamente sempre ammessa la delega, a meno che non si tratti di documentazione al ritiro della quale occorre immancabilmente la firma del soggetto interessato o, comunque, sia richiesta tassativamente la sua presenza.

Quando serve la delega notarile?

La delega notarile, cioè quella redatta dal notaio, è invece indispensabile quando il delegato deve compiere, in nome e per conto del delegato, atti di straordinaria amministrazione, come ad esempio la sottoscrizione di un preliminare di vendita. In casi del genere, la legge richiede un documento la cui autenticità sia attestata da un pubblico ufficiale, qual è il notaio.

Ma non solo: la delega notarile (o procura, come ti spiegherò nel prossimo paragrafo) è necessaria anche ai fini della trascrizione dell’atto: solo l’atto redatto dal notaio, infatti, legittima le parti a trascrivere nei registri immobiliari il proprio acquisto. Conseguentemente anche la delega conferita per la stipula di un atto che sarà trascritto (o iscritto nel registro delle imprese) dovrà necessariamente rivestire la forma notarile.

In linea di massima possiamo dire che per il ritiro di documenti non occorre praticamente mai la delega notarile, trattandosi di attività meramente materiale che rientra negli atti di ordinaria amministrazione e per la quale non occorre alcuna forma particolare di pubblicità.

Il ritiro dei documenti, infatti, presuppone al più che un’attività giuridica degna di rilevanza sia stata già compiuta dal delegante, oppure verrà compiuta dallo stesso una volta in possesso della documentazione.

Procura e delega sono la stessa cosa?

Probabilmente ti starai chiedendo se c’è differenza tra delega e procura. In effetti, possiamo dire che si tratta dello stesso atto: sia con la delega che con la procura, infatti, viene conferito il potere di rappresentanza in capo ad un soggetto, cioè il potere di agire in nome di un’altra persona.

Gli atti compiuti da parte del rappresentante avranno la caratteristica di essere direttamente efficaci nella sfera giuridica del rappresentato. Dal punto di vista giuridico, dunque, sarà come se gli atti siano posti in essere dal rappresentato.

Per fare un esempio, un soggetto potrà acquistare un bene a mezzo di un procuratore che lo rappresenti in sede di compravendita, facendo le sue veci. In questo caso, il bene acquistato sarà direttamente di proprietà del rappresentato, non già del rappresentante comparso in sede di compravendita.

Fac simile di delega per ritiro documenti

Per rendere molto più concreto e comprensibile quanto detto sino a questo momento, nel box sottostante troverai i principali modelli di delega per ritiro documenti che ti potranno essere utili nel caso in cui tu non possa recarti di persona per il compimento di tale attività.

MODELLO DELEGA GENERICA

Al Sig. Tizio

Via Giuseppe Rossi

00000 – Roma

Oggetto: delega ritiro documentazione.

Io sottoscritto <…>, nato a <…> il <…> residente in <…> alla via <…>, codice fiscale <…>,

delego

il signor <…>  nato a <…> il <…> residente in <…> alla via <…>, codice fiscale <…>, al fine di ritirare, in mio nome e per mio conto, i seguenti documenti:

  1. <…>.

Suddetta delega si intende conferita anche per l’espletamento delle attività necessarie a quelle sopra descritte.

Si allega documento di identità del delegante

Luogo e data.

Firma delegante.

FAC-SIMILE DELEGA RICHIESTA DOCUMENTI ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Il/la sottoscritto/a <…> nato/a a <…> il <…>, residente in <…> alla via <…>, codice fiscale <…>,

delega

Il/la Signor/a <…> nato/a a <…> il <…> e residente in <…> alla via <…>, codice fiscale <…>, a richiedere e ritirare il/i seguente/i certificato/i per mio conto:

  • <…>.

Si allega fotocopia del documento di identità del delegante.

Luogo e Data

Firma Delegante

MODELLO DELEGA RITIRO DOCUMENTI CON MOTIVAZIONE

Io sottoscritto <…>, nato a <…> il <…> residente in <…> alla via <…>, codice fiscale <…>, documento di identità n. <…> rilasciato da <…> il <…>,

premesso

di essere impossibilitato a recarmi di persona presso i Vs uffici per il ritiro della documentazione di cui all’oggetto per sopravvenuti impegni lavorativi,

delego

il signor <…>  nato a <…> il <…> residente in <…> alla via <…>, codice fiscale <…>, documento di identità n. <…> rilasciato da <…> il <…> a ritirare in mia vece i seguenti documenti:

  • <…>.

Si allega fotocopia del documento di identità del delegante

Luogo e Data

Firma Delegante

note

Autore immagine: Pixabay.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA