Diritto e Fisco | Articoli

Reddito di cittadinanza: come si calcola

20 Settembre 2019 | Autore:
Reddito di cittadinanza: come si calcola

Come determinare l’esatto importo mensile che verrà caricato nella carta Rdc in base ai componenti della famiglia ed ai redditi.

Il reddito di cittadinanza, il nuovo sussidio a favore delle famiglie con problemi economici, corrisposto attraverso la ricarica della carta Rdc, non è di ammontare uguale per tutti. L’importo mensile dipende infatti sia dalla composizione del nucleo familiare che dai redditi e dal patrimonio posseduti dai componenti del nucleo, nonché da specifiche condizioni personali (non sono considerati, ad esempio, coloro che hanno rassegnato le dimissioni volontarie negli ultimi 12 mesi).

Ma il reddito di cittadinanza come si calcola?

Determinare l’importo del sussidio è un’operazione piuttosto complessa, in quanto il reddito di cittadinanza si compone di due quote, una base, e una spettante soltanto alle famiglie con affitto o mutuo a carico. Per il calcolo della prima quota si deve tener conto del reddito del nucleo familiare; per determinare l’importo della seconda, rileva un valore superiore. Bisogna poi tener conto di specifiche soglie Isee (l’indicatore della situazione economica equivalente) del nucleo.

Vuoi sapere se ti spetta il reddito di cittadinanza, ed in quale misura? In questa breve guida ti spieghiamo come calcolare l’importo mensile di Rdc.

Come sapere se ti spetta il reddito di cittadinanza

Prima di determinare a quanto ammonta il reddito di cittadinanza caricato mensilmente nella carta Rdc, devi innanzitutto capire se rientri tra i beneficiari del sussidio. Se non sei single e vivi da solo (o, più precisamente, se il tuo nucleo familiare è composto solo da te), i requisiti per il sussidio devono essere posseduti anche dagli altri componenti del tuo nucleo familiare.

Le condizioni da soddisfare sono molto numerose: le puoi trovare nella nostra Guida al reddito di cittadinanza.

Tra i principali requisiti personali per chi richiede il Rdc, ricordiamo i seguenti:

  • essere cittadino italiano o dell’Unione Europea, o cittadino di Paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, o apolide in possesso di analogo permesso;
  • in alternativa, essere cittadino di Paesi terzi familiare di cittadino italiano o comunitario, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
  • essere titolare di protezione internazionale;
  • risiedere in Italia per almeno 10 anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo;

Requisiti economici per il reddito di cittadinanza

Per ottenere il reddito di cittadinanza, in relazione al nucleo familiare devono essere verificati i seguenti requisiti economici:

  • valore Isee inferiore a 9.360 euro;
  • valore del patrimonio immobiliare in Italia e all’estero, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 30mila euro;
  • valore del patrimonio mobiliare non superiore a 6mila euro per i nuclei con un solo componente; il valore è incrementato in base al numero dei componenti della famiglia (fino a 10mila euro), alla presenza di più figli (1.000 euro in più per ogni figlio oltre il secondo) o di componenti con disabilità (5mila euro in più per ogni disabile e euro 7.500 per ogni disabile grave o non autosufficiente);
  • valore del reddito familiare inferiore a 6mila euro annui, da moltiplicare per il corrispondente parametro della scala di equivalenza (sino ad arrivare a un massimo di 13.200 euro per i nuclei numerosi con disabili); la soglia è aumentata a 7.560 euro per l’accesso alla pensione di cittadinanza, da moltiplicare per il corrispondente parametro della scala di equivalenza (sino ad arrivare a un massimo di 16.632 euro per i nuclei numerosi con disabili); se la famiglia risiede in un’abitazione in affitto, la soglia è elevata a 9.360 euro;
  • nessun componente deve possedere:
    • autoveicoli immatricolati la prima volta nei 6 mesi antecedenti la richiesta, o autoveicoli di cilindrata superiore a 1.600 cc;
    • motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati la prima volta nei 2 anni antecedenti (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità);
    • navi e imbarcazioni da diporto.

Valore della scala di equivalenza

Per calcolare l’ammontare del reddito di cittadinanza spettante, deve essere applicata all’importo base del sussidio la scala di equivalenza, un punteggio che varia a seconda della composizione del nucleo familiare.

La scala di equivalenza è pari a:

  • 1, per il primo componente del nucleo familiare;
  • è incrementata di 0,4 punti per ogni ulteriore componente maggiorenne;
  • è incrementata di 0,2 punti per ogni ulteriore componente minorenne;
  • fino ad un massimo di 2,1; il massimo è di 2,2 nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti componenti in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza, come definite ai fini Isee.

Calcolo reddito di cittadinanza mensile

Una volta verificato il possesso dei requisiti per il riconoscimento del reddito di cittadinanza, si deve calcolare l’importo mensilmente spettante:

  • la quota base integra il reddito familiare fino alla soglia di 6mila euro annui, moltiplicati per la scala di equivalenza (7.560 euro per la Pensione di cittadinanza),
  • la quota B, destinata solo a chi è in affitto o paga il mutuo, incrementa il sussidio di:
  • un ammontare annuo pari al canone di affitto annuo, fino ad un massimo di 3.360 euro (1.800 euro per la pensione di cittadinanza);
  • un ammontare pari alla rata del mutuo annua, fino ad un massimo di 1.800 euro.

L’importo complessivo, sommate le due componenti, non può comunque superare i 9.360 euro annui (780 euro mensili), moltiplicati per la scala di equivalenza e ridotti per il valore del reddito familiare.

Calcolo quota base reddito di cittadinanza

L’importo della quota base di Rdc dipende dai redditi e dalle prestazioni di assistenza eventualmente percepiti dalla famiglia. Il nucleo familiare ha quindi diritto al beneficio massimo solo nel caso in cui non percepisca trattamenti assistenziali e altri redditi rilevati nell’Isee.

Per calcolare la quota base massima spettante secondo la composizione familiare, puoi far riferimento alla seguente tabella:

Composizione nucleo familiare
Scala di equivalenza
Beneficio massimo annuale
1 adulto16.000,00 €
1 adulto e 1 minore1,27.200,00 €
2 adulti1,48.400,00 €
2 adulti e 1 minori1,69.600,00 €
2 adulti e 2 minori1,810.800,00 €
2 adulti e 3 minori212.000,00 €
3 adulti e 2 minori2,112.600,00 €
4 adulti2,112.600,00 €
4 adulti (o 3 adulti e 2 minori) tra cui una persona in condizione di disabilità grave o non autosufficiente2,213.200,00 €

alla quota base massima così determinata devi sottrarre i redditi ed i trattamenti percepiti da tutti i componenti del nucleo familiare.

Non devi sottrarre:

  • i trattamenti assistenziali non più in godimento eventualmente inclusi nell’Isee;
  • le prestazioni non sottoposte alla prova dei mezzi, cioè i trattamenti per il diritto ai quali il reddito non è rilevante, come l’assegno di accompagnamento;
  • il pagamento di arretrati;
  • le riduzioni nella compartecipazione al costo dei servizi;
  • le esenzioni e agevolazioni per il pagamento di tributi;
  • i rimborsi di spese sostenute, i buoni servizio o altri titoli che svolgono la funzione di sostituzione di servizi;
  • il bonus bebè.

Se inizi a lavorare come dipendente, il maggior reddito rileva ai fini dell’Rdc solo per l’80%, fino a quando non è ordinariamente recepito nell’Isee per l’intera annualità;

La determinazione dell’ammontare del beneficio economico, nel concreto, viene comunque effettuata dall’Inps sulla base della dichiarazione Isee e degli eventuali modelli di variazione dei redditi o della composizione del nucleo, Rdc Com esteso (SR181) o Rdc Com ridotto (SR 182). Per approfondire: Come comunicare le variazioni rilevanti per il reddito di cittadinanza.

Vuoi sapere come presentare i moduli di domanda e di variazione per il reddito di cittadinanza? Puoi leggere la nostra Guida alla domanda reddito e pensione di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza per chi supera la soglia di reddito

Se la famiglia supera la soglia di reddito di 6mila o 7.560 euro (da moltiplicare per la scala di equivalenza), ma non la soglia di 9.360 euro, può aver comunque diritto alla quota del reddito di cittadinanza spettante per chi ha l’affitto o il mutuo a carico.

Per sapere l’importo della seconda quota di Rdc o Pdc alla quale hai diritto, devi eseguire le seguenti operazioni:

  • calcolare la quota B del Rdc, relativa all’affitto o al mutuo, moltiplicando la soglia di 9360 euro per l’importo della scala di equivalenza della famiglia e sottraendo il reddito familiare annuo;
  • confrontare questo importo con l’affitto o il mutuo annuo dovuto;
  • dividere il minor importo per 12;
  • spetta il minor importo tra:
    •  l’integrazione della soglia ottenuta moltiplicando la somma di 9.360 per la scala di equivalenza, al netto del reddito familiare;
    •  la somma effettivamente corrisposta a titolo di affitto o mutuo.

In ogni caso:

  • l’importo massimo della quota per l’affitto non può superare 280 euro mensili, 150 per la pensione di cittadinanza;
  • l’importo massimo della quota per il mutuo non può superare 150 euro

Simulatore Inps calcolo reddito di cittadinanza

È disponibile nel sito web dell’Inps una nuova funzionalità di simulazione del reddito di cittadinanza, accessibile al seguente percorso: “Prestazioni e servizi”, “Tutti i servizi”, “Isee post-riforma 2015”, “Simulazione del calcolo dell’Isee”, “Reddito di cittadinanza”.

Nello specifico, è possibile

  • simulare calcolo dell’Isee ordinario e degli ISEE specifici.
  • simulare il calcolo del reddito o della pensione di cittadinanza, attraverso una funzione di acquisizione dei dati e simulazione degli indicatori specifici (Isee ordinario e Minorenni), ai fini del calcolo dei requisiti economici e del beneficio reddito/pensione di cittadinanza; l’applicazione consente dunque di simulare in maniera semplificata gli indicatori specifici per determinare il diritto e la misura del reddito e della pensione di cittadinanza.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube