Business | Articoli

Addio fondo perduto. Partono i mutui a tasso zero per investimenti fino a 1,5 milioni

16 Dicembre 2013
Addio fondo perduto. Partono i mutui a tasso zero per investimenti fino a 1,5 milioni

Minibond garantiti con macchinari o merci senza pegno o ipoteca e aperti a investimenti di fondi pensione e assicurazioni.

Nel decreto “Destinazione Italia appena approvato dal Governo sono state inserite misure per il sostegno dell’imprenditorialità giovanile e femminile (modifiche di un attuale regime) e per spingere il canale del credito non bancario, a partire dai minibond.

 

Mutui agevolati

Si parte con la riforma dell’autoimprenditorialità.

Sparisce il contributo a fondo perduto e si punta solo sui mutui agevolati, a tasso zero, da restituire al massimo in 8 anni per investimenti fino a 1,5 milioni (la norma attuale ha un tetto di 2,5 milioni).

Il mutuo, senza interessi, potrà coprire fino al 75% della spesa ammissibile.

I beneficiari sono micro e Pmi a prevalente o totale partecipazione di imprenditori under 35 o di imprenditrici donne, su tutto il territorio nazionale.

Credito

Il decreto “Destinazione Italia”, per garantire un migliore accesso al credito extra bancario, apre la strada ai minibond con garanzie reali, come impianti, macchinari o merci: viene infatti esteso a questo tipo di obbligazioni il privilegio speciale sui beni mobili per l’esercizio d’impresa. In pratica, l’azienda può utilizzare come garanzia i beni destinati al processo produttivo per ottenere finanziamenti, ma senza privarsi di essi (quindi senza ricorrere a pegno o ipoteca).

Il Dl interviene poi sulla normativa relativa alla copertura delle riserve tecniche per spingere le assicurazioni e i fondi pensione a investire anche in minibond non quotati e privi di rating. Sarà comunque un successivo regolamento a precisare i limiti di investimento di questo tipo di operatori, per evitare situazioni di rischioso squilibrio.


note

Autore immagine:; 123rf.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube