Business | Articoli

Poste Italiane 2018: assume postini e portalettere

7 giugno 2018


Poste Italiane 2018: assume postini e portalettere

> Business Pubblicato il 7 giugno 2018



Nei prossimi 5 anni Poste Italiane intende assumere 10mila persone.  Attualmente ci sono tantissime posizioni aperte per postini e portalettere. Ecco i dettagli

Poste Italiane è la più grande azienda italiana nel settore dei servizi e la prima nel Paese per numero di dipendenti. Il gruppo, infatti, rappresenta un punto di riferimento per le famiglie e le imprese del Paese da più di 150 anni. Con la sua rete di quasi 13mila uffici postali e i suoi 30mila portalettere, è capillarmente presente su tutto il territorio nazionale, costituendo altresì un’importante fonte di lavoro.  Ed infatti, Poste Italiane ha annunciato, per il prossimo quinquennio, l’assunzione di 10mila persone, dopo l’uscita di circa 15mila persone con una riduzione media annua di 3mila unità. Nel 2022, i dipendenti effettivi saranno circa 123mila.

Attualmente è aperto un nuovo recruiting Poste Italiane per reclutare Postini che lavoreranno durante la primavera – estate 2018. Una buona occasione per trovare un impiego a tempo determinato. Ecco quindi tutti i dettagli sul nuovo piano di assunzioni e sulle posizioni attualmente aperte per lavorare in Poste Italiane.

Poste Italiane: il piano assunzioni

Con la presentazione del piano industriale fino al 2022 denominato “Deliver 2022“, l’amministratore delegato di Poste Italiane ha annunciato la propria intenzione di potenziare i servizi finanziari e «sfruttare la crescita dell’e-commerce». In ordine al personale, Poste annuncia di voler assumere 10mila persone entro il 2022. La scelta dell’azienda deriva, in parte,  anche dalla constatazione che nei prossimi dieci anni, metà dell’organico attualmente in servizio andrà in pensione e, dunque, risulta necessario il rinnovo generazionale dei dipendenti. D’altra parte c’è la necessità di avere personale dotato delle competenze, degli strumenti e degli incentivi necessari per completare il processo di trasformazione voluto dall’azienda. Ciò in quanto che la scelta di puntare su sistemi sempre più evoluti e tecnologici richiede necessariamente la presenza di personale qualificato, giovane e dinamico.

Assunzioni per Poste Italiane: quali profili richiesti?

Da quanto annunciato, 5mila lavoratori saranno esperti in ambito finanziario e assicurativo. Intanto nel corso del piano industriale proseguirà la riduzione del personale (con 100 milioni di euro destinati a incentivi di pre-pensionamento) con l’obiettivo di portare dal 53% del 2017 al 49% il rapporto tra costi ordinari del personale e ricavi. Infatti, come anticipato, è prevista una riduzione media annua di circa 3mila unità, con una ridistribuzione e contestuale formazione del personale attivo: 4.500 dipendenti saranno destinati a mansioni commerciali per l’espletamento delle quali sono previste 20 milioni di ore di formazione.

Assunzioni Poste Italiane: come candidarsi?

Periodicamente l’azienda lancia nuove offerte di lavoro. Pertanto è sempre bene dare un’occhiata alla sezione “Lavora con noi” del sito di Poste Italiane per verificare le figure ricercate da inserire nei vari uffici italiani. Il sito offre dettagliate indicazioni in ordine ai requisiti richiesti per ciascuna posizione e la possibilità di inoltrare online la propria candidatura ed inserire il proprio curriculum vitae. Sempre nella sezione dedicata è possibile rintracciare tutte le informazioni in ordine alle modalità in cui inviare la candidatura, i tempi entro cui la stessa va inviata e tutte le ulteriori istruzioni.

Poste italiane 2018: nuove assunzioni per postini

Fermo quanto sopra, informiamo i nostri lettori che attualmente Poste Italiane è alla ricerca di postini e portalettere . Si tratta di offerte di lavoro a tempo determinato per il periodo primaverile e per quello estivo per cui sono necessarie specifici requisiti. Ecco i dettagli.

Poste italiane 2018: le posizioni aperte

Le prossime assunzioni per Portalettere saranno effettuate con contratto di lavoro a tempo determinato, per le esigenze legate alla copertura del personale assente, ai picchi di stagione, alle necessità di risorse umane per specifici uffici e zone.

Le selezioni interessano, al momento, il Trentino Alto Adige e il Veneto, ma, durante l’anno, vengono attivate su  tutto il tutto il territorio italiano ed in particolare nelle seguenti aree:

  • Piemonte– Torino, Vercelli, Novara, Cuneo, Asti, Alessandria, Biella, Verbano Cusio Ossola;
  • Valle d’Aosta– Aosta;
  • Liguria – Imperia, Savona, Genova, La Spezia;
  • Lombardia– Varese, Como, Sondrio, Milano, Bergamo, Brescia, Pavia, Cremona, Mantova, Lecco, Lodi, Monza e Brianza;
  • Emilia Romagna– Piacenza, Parma, Reggio nell’Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì Cesena, Rimini;
  • Marche– Pesaro e Urbino, Ancona, Macerata, Ascoli Piceno, Fermo;
  • Molise– Campobasso, Isernia;
  • Puglia– Foggia, Bari, Taranto, Brindisi, Lecce, Barletta Andria Trani;
  • Basilicata– Potenza, Matera;
  • Lazio– Viterbo, Rieti, Roma, Latina, Frosinone;
  • Abruzzo– L’Aquila, Teramo, Pescara, Chieti;
  • Sardegna– Sassari, Nuoro, Cagliari, Oristano, Olbia Tempio, Ogliastra, Medio Campidano, Carbonia Iglesias;
  • Sicilia– Trapani, Palermo, Messina, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Catania, Ragusa, Siracusa;
  • Toscana– Massa Carrara, Lucca, Pistoia, Firenze, Livorno, Pisa, Arezzo, Siena, Grosseto, Prato;
  • Umbria– Perugia, Terni;
  • Campania– Caserta, Benevento, Napoli, Avellino, Salerno;
  • Calabria– Cosenza, Catanzaro, Reggio di Calabria, Crotone, Vibo Valentia.
  • Trentino Alto Adige– Bolzano, Trento;
  • Veneto– Verona, Vicenza, Belluno, Treviso, Venezia, Padova, Rovigo;
  • Friuli Venezia Giulia– Udine, Gorizia, Trieste, Pordenone.

Si può scegliere una sola area territoriale di preferenza.

Poste italiane: assunzioni primavera estate 2018

Le selezioni sono rivolte a candidati Diplomati o Laureati e non è richiesta esperienza. Come anticipato, la raccolta delle candidature avviene online tramite la sezione web Poste Italiane Lavora con noi.  I nuovi posti di lavoro per Portalettere prevedono l’inserimento mediante Contratti a Tempo Determinato. Si tratta di assunzioni per la stagione primaverile ed estiva. Generalmente gli incarichi di lavoro in Poste Italiane per Postini hanno una durata di 3 o 4 mesi, quindi è probabile che i candidati selezionati saranno impiegati per tutto il periodo della primavera – estate 2018. Si tratterà, quindi, di un lavoro temporaneo a carattere stagionale.

Lo stipendio non viene precisato negli annunci ma in base ad esperienze precedenti, si parla di circa 1.100 Euro al mese. I Postini si occuperanno del recapito postale (pacchi, lettere, buste, consegna raccomandate, documenti ecc.) nell’area di propria competenza.

Quali requisiti per fare il postino?

Per lavorare come Postini per Poste Italiane occorre possedere i seguenti requisiti:

  • essere diplomati o laureati, in particolare possedere un diploma di scuola media superiore con voto minimo 70/100 oppure diploma di laurea, anche triennale, con voto minimo 102/110;
  • patente di guida in corso di validità;
  • idoneità alla guida del motomezzo aziendale (generalmente è il motorino Piaggio liberty 125 cc);
  • certificato medico di idoneità generica al lavoro rilasciato dalla Usl/Asl di appartenenza o dal proprio medico curante (con indicazione sullo stesso certificato del numero di registrazione del medico presso la propria Usl/Asl di appartenenza);
  • per la sola provincia di Bolzano, patentino del bilinguismo.

Non sono richieste conoscenze specifiche.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI