Food | Articoli

Come cucinare le patate

19 Ottobre 2019 | Autore: Angelica Mocco
Come cucinare le patate

Ottime come primo, contorno o piatto unico: le patate sono uno degli ortaggi più sfiziosi e amati da grandi e piccoli. Scopri sei ricette per cucinarle in modo semplice e gustoso.

Le patate sono uno degli ortaggi più diffusi e utilizzati in cucina, grazie al loro sapore delicato che consente la preparazione di innumerevoli ricette, dai semplici contorni ai primi piatti, antipasti e finger food più stuzzicanti ed elaborati. Economiche e facilmente reperibili in ogni periodo dell’anno, le patate sono un ingrediente gradito a tutti e ottimo da portare in tavola anche nelle migliori occasioni, insieme a un arrosto di carne o del pesce alla griglia. In Italia spiccano per il loro pregio gastronomico le patate della Sila Igp: le varietà a pasta gialla sono ottime da cucinare fritte, al forno, e a vapore, mentre quelle a pasta bianca sono più farinose e adatte alla preparazione di purè, vellutate e gnocchi.

Dopo l’acquisto, è possibile conservarle fino a 8 mesi al riparo dalla luce, per ridurre la formazione di solanina, sostanza tossica presente in elevata concentrazione nei germogli, che al momento dell’utilizzo devono essere accuratamente rimossi. Le patate sono un alimento ricco di amido, potassio e fosforo, ideale da consumare a pranzo o a cena, anche in alternativa ai cereali. Scopri in questo articolo come cucinare le patate e sei gustose ricette.

Come preparare i crocchè di patate

I crocchè di patate sono una specialità tipica della cucina napoletana, annoverata tra i prodotti agroalimentari tradizionali della Campania, come anche il gattò di patate. Sono un irresistibile street food, ideale da proporre come antipasto o gustare in occasione di un aperitivo con gli amici.

Ingredienti

Per preparare i crocchè di patate per 4 persone sono necessari i seguenti ingredienti:

  • 1 kg di patate;
  • 2 uova;
  • 2 tuorli;
  • 100 g di parmigiano grattugiato;
  • 1 mazzetto di prezzemolo;
  • 1 noce di burro;
  • q.b. pangrattato;
  • q.b. olio di arachidi per friggere;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Lava accuratamente le patate sotto l’acqua corrente e lessale in abbondante acqua salata per circa 40 minuti, dopodiché scolale e sbucciale quando sono ancora calde. Riducile in purea con l’ausilio di uno schiacciapatate e amalgamale con una noce di burro, prezzemolo tritato, il parmigiano grattugiato e un pizzico di pepe nero. Incorpora anche i tuorli e mescola il tutto con un cucchiaio, fino a ottenere un impasto dall’aspetto omogeneo.

Con le mani inumidite, prendi una porzione di impasto e crea delle crocchette lunghe 5-6 cm. Impanale una alla volta, passandole prima nelle uova sbattute e successivamente nel pangrattato, dopodiché friggile nell’olio di arachidi riscaldato a 175°, fin quando non risultano perfettamente dorate. Trasferisci i crocchè di patate sopra della carta paglia e servili ancora caldi e croccanti.

Come smaltire l’olio utilizzato per friggere?

Al termine della preparazione dei crocchè di patate, lascia raffreddare l’olio di arachidi utilizzato per la frittura e successivamente travasalo all’interno di un apposito contenitore per lo smaltimento. Dovrai conferirlo all’ecocentro del tuo Comune o al centro di raccolta autorizzato più vicino. Ricorda che l’olio esausto è un rifiuto fortemente inquinante per le falde acquifere, per cui non deve essere gettato nello scarico del lavandino, anche se in esigue quantità.

È prevista una sanzione amministrativa pecuniaria fino a 1.550 euro per chi possiede un’attività commerciale e non smaltisce correttamente l’olio esausto. Friggitorie, ristoranti, street food e rosticcerie devono obbligatoriamente rivolgersi ai consorzi autorizzati alla raccolta e al trattamento degli olii esausti, come il Conoe e il Renoils [1].

Come preparare le patate gratinate

Le patate gratinate sono un primo piatto rustico e invitante, ideale da servire in occasione di un pranzo domenicale in famiglia o con gli amici. È ottimo anche in versione vegetariana, senza pancetta, arricchito con pomodorini tagliati a rondelle sottili.

Ingredienti

Per preparare le patate gratinate per 4 persone sono necessari i seguenti ingredienti:

  • 800 g di patate;
  • 2 cipolle rosse di Tropea;
  • 100 g di pancetta a cubetti;
  • 150 g di fontina;
  • 4 cucchiai di parmigiano grattugiato;
  • 50 ml di vino bianco;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Sbuccia le patate, lavale accuratamente e lessale per circa 20 minuti in acqua salata, in modo tale che rimangano parzialmente crude. Tagliale a fette spesse 1 cm e ponile ad asciugare sopra un canovaccio pulito. Intanto affetta ad anelli sottili le cipolle di Tropea e soffriggile per alcuni minuti in padella con olio extravergine d’oliva. Aggiungi il vino bianco e attendi che evapori, mescolando spesso con un cucchiaio.

Ungi una pirofila capiente con olio extravergine d’oliva e disponi le patate sul fondo. Aggiungi le cipolle ancora calde, la pancetta a cubetti e cospargi con il parmigiano grattugiato. Infornale a 200° per 10 minuti, dopodiché aggiungi anche la fontina tagliata a dadini e prosegui la cottura per altri 10 minuti con funzione grill attiva, fin quando le patate non risultano ben cotte e dorate in superficie.

Come preparare la vellutata di patate

La vellutata di patate è un delizioso comfort food, ideale da portare in tavola con l’arrivo dei primi freddi. Delicata e cremosa: conquista grandi e piccoli al primo assaggio, specialmente se servita con dei crostini di pane.

Ingredienti

Ecco gli ingredienti necessari:

  • 800 g di patate;
  • 1 cipolla;
  • 1 l di brodo vegetale;
  • 4 cucchiai di parmigiano grattugiato;
  • 1 rametto di rosmarino;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe;
  • q.b. crostini di pane.

Procedimento

Trita finemente la cipolla e rosolala con olio extravergine d’oliva all’interno di una casseruola capiente. Attendi alcuni minuti e unisci le patate precedentemente sbucciate, lavate e tagliate a cubetti. Lasciale insaporire aggiungendo sale, pepe nero e un cucchiaino di rosmarino sminuzzato, dopodiché aggiungi il brodo vegetale bollente e copri con un coperchio.

Prosegui la cottura per circa 25 minuti, fin quando le patate non risultano ben cotte e iniziano a sfaldarsi. A questo punto, aggiungi il parmigiano grattugiato e frulla il tutto con l’ausilio di un minipimer, fino a ottenere una crema perfettamente liscia e omogenea. Aggiusta eventualmente di sale e servi la vellutata di patate ben calda, condita con un filo d’olio extravergine d’oliva e accompagnata con dei fragranti crostini di pane.

Come preparare le patate alla boscaiola

Le patate alla boscaiola sono il piatto perfetto per accogliere l’arrivo dell’autunno, senza rinunciare a un tocco di colore e fantasia. Tanto semplici da preparare quanto appetitose: provale come contorno per accompagnare le scaloppine di vitello alle erbe aromatiche.

Ingredienti

Ecco quali ingredienti occorrono per preparare le patate alla boscaiola per 4 persone;

  • 600 g patate novelle;
  • 400 g di funghi porcini;
  • 200 g di pomodorini ciliegini;
  • 50 g di olive nere denocciolate;
  • 2 spicchi d’aglio;
  • 1 mazzetto di prezzemolo;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Pulisci accuratamente i funghi porcini con un panno in cotone inumidito e rimuovi ogni residuo di terra dal gambo con un coltellino, dopodiché tagliali a cubetti di piccole dimensioni e rosolali in padella con due spicchi d’aglio tritati e un filo d’olio extravergine d’oliva. Sfuma con il vino bianco, copri con un coperchio e prosegui la cottura per circa 10 minuti.

Nel frattempo sbuccia le patate, lavale sotto l’acqua corrente e tagliale a dadini. Versa un filo d’olio extravergine d’oliva in una padella antiaderente e rosola le patate a fuoco vivace, dopodiché aggiungi un mestolo di brodo di carne caldo e prosegui la cottura per ulteriori 10 minuti.

Unisci i funghi porcini alle patate, aggiungi una manciata di prezzemolo fresco tritato e incorpora i restanti ingredienti: le olive nere denocciolate intere e i pomodorini ciliegini tagliati a rondelle. Prosegui la cottura a fuoco vivace per 5 minuti, insaporisci il tutto con una macinata di pepe nero e servi il contorno ben caldo, insieme a del pane casereccio tostato e un secondo piatto a tua scelta.

Come preparare le patate alla pizzaiola

Le patate alla pizzaiola sono un piatto unico preparato con ingredienti tipici della cucina italiana: salsa di pomodoro, mozzarella, capperi e origano. Uno sformato irresistibilmente filante e profumato, ideale da servire nelle occasioni in cui si desidera qualcosa di sfizioso e dal sapore mediterraneo.

Ingredienti

Per preparare le patate alla pizzaiola per 4 persone occorrono i seguenti ingredienti:

  • 800 g di patate;
  • 400 g di sugo di pomodoro;
  • 250 g di mozzarella;
  • 30 g di capperi;
  • q.b. parmigiano grattugiato;
  • q.b. origano;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Pela le patate, lavale sotto l’acqua corrente e tagliale a fettine sottili con l’ausilio di una mandolina. Distribuisci una piccola quantità di sugo di pomodoro sul fondo di una pirofila, aggiungi uno strato di fettine di patate e coprile con dell’altro sugo. Aggiungi alcuni cubetti di mozzarella, capperi tritati e origano.

Prosegui nel modo indicato fino a terminare gli ingredienti a disposizione, ultima con uno strato di sugo di pomodoro e cospargi la superficie con una spolverata di parmigiano grattugiato. Copri la pirofila con un foglio di alluminio e cuoci le patate alla pizzaiola per 30 minuti nel forno preriscaldato a 200°, dopodiché rimuovi l’alluminio e prosegui la cottura per ulteriori 10 minuti. Servile appena sfornate.

Come preparare le patate duchessa

Le patate duchessa sono un contorno tipico della cucina francese, apprezzate in tutto il mondo per il loro aspetto sfizioso e raffinato. Queste piccole crocchette sono leggermente croccanti fuori e morbide all’interno, perfette da servire anche come antipasto o in occasione di un buffet.

Ingredienti

Ecco quali ingredienti sono necessari per preparare le patate duchessa per 4 persone:

  • 800 g di patate farinose;
  • 1 uovo intero;
  • 2 tuorli;
  • 50 g di burro;
  • q.b. noce moscata;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Lava accuratamente le patate, sbucciale con un pelapatate e lessale in acqua bollente salata per 20 minuti. Dopo averle scolate, tagliale in quattro parti, riponile all’interno di una pirofila e infornale per alcuni minuti a 200° in modo tale che si asciughino. Riducile in purè con uno schiacciapatate, versale all’interno di una ciotola capiente e insaporiscile con sale, pepe nero e noce moscata.

Incorpora il burro morbido e mescola accuratamente fino a ottenere un composto omogeneo, poi aggiungi anche l’uovo e i tuorli sbattuti. Amalgama il purè con un cucchiaio e trasferiscilo all’interno di una sac à poche dotata di beccuccio a stella. Crea dei piccoli ciuffi dal diametro di circa 4 cm sopra una taglia coperta con carta da forno e cuocili nel forno statico preriscaldato a 200° per circa 20 minuti. Le patate duchessa sono pronte per essere gustate non appena risultano dorate e croccanti.

Dove buttare l’olio di frittura? GUARDA IL VIDEO



Di Angelica Mocco

note

[1] Art. 233 D. Lgs. n. 152/2006.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA