Diritto e Fisco | Articoli

Lavoro a tempo determinato e durata minima

10 Agosto 2013
Lavoro a tempo determinato e durata minima

Un contratto di lavoro subordinato a tempo determinato deve avere una durata minima?

Non esistono norme di legge che impongano una durata minima al contratto a tempo determinato.

Al contrario, la legge [1] prevede una durata massima. La norma stabilisce che la durata massima del contratto a tempo determinato è pari a 36 mesi, nel caso di successione di più contratti a termine che abbiano riguardato lo svolgimento di mansioni equivalenti.

Al superamento di tale limite massimo, dopo un periodo di ulteriori 30 giorni, senza che vi sia stata la stipulazione di un ulteriore contratto davanti alla DTL (Direzione territoriale del lavoro), o in assenza di una disposizione contrattuale che autorizzi la stipula di un ulteriore contratto, il rapporto di lavoro si trasforma automaticamente in lavoro a tempo indeterminato.


note

[1] D.lgs. 6 settembre 2001 n. 368.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube