Politica | Articoli

Finanziamenti russi alla Lega: possibile commissione d’inchiesta

25 Settembre 2019
Finanziamenti russi alla Lega: possibile commissione d’inchiesta

Di Maio lancia l’idea della costituzione di una commissione d’inchiesta per accertare eventuali finanziamenti illeciti ai partiti, dall’ultimo scandalo della Lega ai precedenti episodi che hanno coinvolto anche gli altri partiti.

Chissà se l’indagine per i presunti finanziamenti illeciti alla Lega è solo la scusa o l’obiettivo effettivo di Di Maio che, appena intervistato da Sky Tg24, ha anticipato la possibilità della costituzione di una commissione d’inchiesta che indaghi sugli illeciti finanziamenti ai partiti.

Di fronte all’invito del presidente del Consiglio Giuseppe Conte a Matteo Salvini perchè spieghi le vicende di presunti finanziamenti alla Lega provenienti dalla Russia, «invece di provare a portare in Parlamento l’uomo che da ministro neanche ci è voluto venire a riferire su quel caso, sosterrei l’altra idea che stavamo sostenendo prima che cadesse il governo: una commissione di inchiesta non soltanto sul caso specifico, ma su tutti i finanziamenti ai partiti degli anni scorsi» ha chiesto l’attuale ministro agli Esteri e capo del M5s.

«Questa -spiega- era una commissione che avevamo proposto sotto il precedente governo, penso anche che il governo sia caduto per una serie di ragioni, tra queste c’era anche la volontà della Lega di non far partire quella commissione. Mi auguro che in questa nuova esperienza di governo ci sia il consenso in Parlamento per far partire la commissione d’inchiesta sui fondi ai partiti».

Intanto, sui fondi russi gli inquirenti hanno ottenuto proprio ieri l’autorizzazione a controllare i conti e i tabulati telefonici di Saoini. Come scrive Il Corriere della Sera, tutto lascia prevedere che molto presto, forse prima di quanto si immagini, i magistrati di Milano metteranno mano ad una rogatoria da trasmettere all’autorità giudiziaria russa sulla vicenda che vede al centro la trattativa sulla compravendita, tra la Russia e l’Italia, di una partita di ben 3 milioni di tonnellate di gasolio e kerosene. Quella dalla quale, nelle parole di chi progettava l’affare, sarebbe dovuto derivare un finanziamento di 65 milioni di dollari destinato alla Lega di Matteo Salvini per la campagna elettorale delle ultime Europee.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube