Business | Articoli

Caparra confirmatoria: quale fine se le parti non firmano il contratto di vendita?

1 Gennaio 2014 | Autore:
Caparra confirmatoria: quale fine se le parti non firmano il contratto di vendita?

La caparra confirmatoria ha funzione cautelare e sanzionatoria e produce conseguenze diverse a seconda che l’inadempimento del contratto preliminare sia imputabile a chi l’ha versata o chi l’ha percepita.

La caparra confirmatoria [1] è costituita da una somma di denaro [2] che le parti decidono di versare al momento della stipula del contratto preliminare (per esempio di compravendita di un immobile) al fine di rafforzare il vincolo contrattuale.

A differenza dell’acconto, essa ha una funzione cautelare e sanzionatoria volta a liquidare anticipatamente i danni derivanti dall’inadempimento di una delle parti.

La caparra opera, infatti, come una sanzione contrattuale a carico della parte che non rispetta gli obblighi contrattuali (per esempio si rifiuta di vendere o acquistare) e come una forma di risarcimento a favore dell’altra parte adempiente.

In questo modo la caparra evita alla parte adempiente di instaurare un processo prima di poter ottenere il risarcimento del danno da parte di colui che non ha adempiuto.

Per comprendere il funzionamento della caparra occorre considerare la condotta (adempiente o meno) della parte che ha versato la caparra e di quella che l’ha ricevuta.

Se la parte che ha versato la caparra risulta adempiente: l’altra parte potrà imputarla in conto prezzo oppure restituirla;

se la parte che ha versato la caparra risulta inadempiente: l’altra parte ha la possibilità di trattenerla a titolo di risarcimento del danno e recedere dal contratto oppure agire in giudizio per ottenere l’esecuzione del contratto stesso.

se la parte che ha percepito la caparra risulta inadempiente: l’altra parte può esigere il doppio di quanto versato a titolo di caparra e recedere dal contratto. Inoltre essa può esercitare l’azione di risoluzione del contratto (per inadempimento) e agire in giudizio per ottenere il risarcimento integrale del maggior danno subito.

Differenza con l’acconto sul prezzo

Attenzione: tale disciplina si applica solo quando la somma versata al momento della conclusione del contratto sia stata qualificata espressamente come “caparra confirmatoria”; in assenza di esplicita qualificazione essa si considera come semplice acconto sul prezzo, il quale, in caso di mancata conclusione del contratto, deve essere restituito a chi l’ha versato. La parte adempiente che voglia ottenere il risarcimento del danno dovrà necessariamente agire in giudizio.


note

[1] Art. 1385 cod. civ.

[2] La caparra può anche essere costituita da una quantità di beni fungibili.

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. BUONGIORNO: SE IL CONDUCENTE DI UN LOCALE PER SVARIATI ANNI,RICEVE SVARIATE BOLLETTE ESOSE,(CHE VARIE SUPERANO LA PENSIONE MENSILE),SIA DI LIQUIDO IDRICO SIA DI FORNITURA DELL’ENEGIA ELETTRICA,SI INSOSPETTISCE,FA’ DELLE INDAGINI E’ SCOPRE CHE ALCUNI VICINI “NON” HANNO INSTALLATO I PERSONALI CONTATORI,INOLTRE ACCLARA CHE TRATTASI DI “ACCORDI” TRA DI LORO PER LEDERE I CITTADINI LAVORATORI ONESTI;E’ ALCUNI PUR SE HANNO I LORO CONTATORI,SI VANTANO CHE LE LORO BOLLETTE SONO MODICISSIME NONOSTANTE TRATTASI DI INTERE FAMIGLIE,PER CUI ESPLETANO TANTE FACCENDE USANDO SIA ABBONDANTE LIQUIDO IDRICO SIA L’ELETTRICITA’; CHIEDENDO CHIARIMENTI AI PADRONI,CHE PRIMA NEGANO,MA DOPO TANTE PERIPEZIE E’ LAGNANZE DEL FITTATARIO RIMBORSANO IL DANARO SBORSATO IN PIU’ PER IL LIQUIDO IDRICO CONSUMATO DA AMICI LORO; MENTRE PER L’ENERGIA ELETTRICA NON VOGLIONO CAPIRE RAGIONE E’ CONTINUANO INDISTURBATI A LEDERE IL FITTATARIO AUTODEFINENDOSI,E’ COMPORTANDOSI COME DEI VERI E’ PROPRI AFFETTI DA “DELIRIO DA ONNIPOTENTI”;PER CUI,ARCISTUFA, ED IN MODO PARTICOLARE RIMASTA “PRIVA” DI DENARO PER VIA DELLE SVARIATE “ESTORSIONI” PREDETTE, LA CONDUTTRICE MOMENTANEAMENTE FERMA IL PAGAMENTO DELLA PIGIONE IN ATTESA DI RISOLVERE L’ANOMALO E’ ILLEGALE CASO DA PERSONE UMANE E’ CIVILI; PURTROPPO NON E’ ANDATA PER IL VERSO GIUSTO,E’ L’AVVOCATO AVVERSARIO RIFIUTO’ ANCHE LA “TRANSAZIONE”;PER MEGLIO DIRE PRETENDEVA IL DENARO IN ESUBERO ANCHE PER OLTRE UN ANNO IN ANTICIPO,PERO’ SIA LUI SIA I PADRONI SI RIFITAVANO DI RILASCIARE UNO SCRITTO DA CUI POTER EVINCERE LA REALTA’. CHE FARE,E’ QUALE’ LA “GIUSTA” PROCEDURA QUANDO SI “ESTORCE” DENARO E’ SVARIATI CITTADINI CI RITROVIAMO SENZA DENARO E’ IN QUESTE TERRIBILI SITUAZIONI NEI CONFRONTI DI CRICCHE DI MALAFFARE ? ANCHE PERCHE’ ALCUNI AVVOCATI DISONESTI TENTANO E’ VARIE VOLTE CI RIESCONO HA COINVOLGERE NELLE LORO “CONTORTE” IDEE ANCHE ALCUNI GIUDICI FACENDO EMETTERE SENTENZE ” COMPLETAMENTE CONTRARIE”.
    […] GENTILMENTE CREATE DELLE GIUSTE LEGGI; MEGLIO DIRE “LOGICHE” POICHE’ TRATTASI DI LOGICHE, COME AD ESEMPIO IL CASO NARRATO;(TRATTASI DI CASO PERSONE E’ SONO IN POSSESSO DI TANGIBILI SVARIATE PROVE),POICHE’ SVARIATI ONESTI CITTADINI CI TROVIAMO NELLE CONDIZIONI PREDETTE; NON E GIUSTO SUBIRE INGIUSTIZIE NONOSTANTE ABBIAMO SUBITO “ESTORSIONI” PER CUI PRIVATI DEL SUDATO DANARO RIDUCENDOCI IN SCHIAVITU’ E’ A CHIEDERE ANCHE L’ELEMOSINA PER SOPREVVIVERE;INOLTRE E’ NON DA MENO IO SONO UNA ULTRASETTANTADUENNE E’ NON POTEVANO FARE NULLA “INOLTRE” HO LE MIE SACRO SANTE RAGIONI” ;TUTTO SOMMATO LE INGIUSTIZIE NON SI FANNO A “NESSUNO”.
    CHIEDO SCUSA DEGLI EVENTUALI ERRORI GRAMMATICALI ED ORTOGRAFICI POICHE’ O FREQUENTATO SOLO FINO ALLA IV E. PER CRUDELTA’ E’ IGNOBILTA’ DI TERZI.
    IN FEDE CECILIA LOLIVA PINTO PRESIDENTE ASSOCIAZIONE A.N.I.O.P.A.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube