L’esperto | Articoli

Favoreggiamento della prostituzione: ultime sentenze

14 Ottobre 2019
Favoreggiamento della prostituzione: ultime sentenze

Le ultime sentenze su: illecito penale; reclutamento, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione; pericoli insiti nella prostituzione; reato di tolleranza abituale dell’altrui prostituzione; comportamento del gestore del locale che mette a disposizione delle prostitute i locali e ottiene prezzi maggiorati sulle consumazioni.

Quando si configura il delitto di favoreggiamento della prostituzione?

Il delitto di favoreggiamento della prostituzione ha natura di reato di pericolo a forma libera che si consuma con il mero compimento di qualsiasi condotta “in qualunque modo” idonea a favorire la prostituzione, indipendentemente dal fatto che quest’ultima abbia o meno a verificarsi. (Conf. n.721/68, Rv. 108417).

Cassazione penale sez. III, 06/03/2019, n.29062

Reclutamento e favoreggiamento della prostituzione

Vanno dichiarate non fondate le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 3, comma 1, nn. 4), prima parte, e 8), l. 20 febbraio 1958, n. 75, nella parte in cui configura come illecito penale il reclutamento ed il favoreggiamento della prostituzione volontariamente e consapevolmente esercitata.

Anche quando la scelta di prostituirsi appare, almeno inizialmente, una scelta libera, ad essere tutelati sono i soggetti vulnerabili e la dignità umana, visti i numerosi pericoli insiti nella prostituzione stessa, pericoli collegati all’ingresso in un circolo dal quale sarà difficile uscirne volontariamente, subendo così rischi per l’integrità fisica e la salute cui ci si espone durante l’attività di meretricio.

Corte Costituzionale, 07/06/2019, n.141

Un episodio agevolativo può integrare il favoreggiamento della prostituzione?

Il reato di favoreggiamento della prostituzione può essere perfezionato con ogni genere di interposizione agevolativa tra cliente e prostituta e, trattandosi di un reato soltanto eventualmente abituale, può essere integrato anche da un solo episodio agevolativo.

Cassazione penale sez. III, 03/04/2019, n.21375

Sfruttamento della prostituzione

In materia di reati concernenti la prostituzione, la compatibilità tra continuazione ed aggravante di cui all’art. 4, n. 7, della legge n. 75 del 1958, è affermata solo nel caso in cui alla cessazione di plurimi episodi di contemporaneo favoreggiamento di più persone dedite alla prostituzione segua la commissione di altre condotte analoghe ovvero quando sussistano diverse tipologie di condotte illecite, ad esempio di sfruttamento e di favoreggiamento.

Cassazione penale sez. III, 29/03/2019, n.25551

Pubblicazione di annunci e approccio con i clienti

In tema di favoreggiamento della prostituzione mediante la pubblicazione di annunci, rendere più allettante l’offerta e facilitare l’approccio con un numero maggiore di clienti costituisce condotta di intermediazione penalmente rilevante (riconosciuta la colpevolezza dell’imputata che aveva posto in essere un’attività finalizzata a rendere più allettante l’offerta tramite la formazione attiva degli annunci, la scelta delle fotografie e dei luoghi dove pubblicare l’annuncio).

Cassazione penale sez. III, 19/03/2019, n.19660

Condizioni favorevoli per l’esercizio della prostituzione

Integra il reato di favoreggiamento della prostituzione qualunque attività idonea a procurare favorevoli condizioni per l’esercizio della prostituzione.

(Fattispecie nella quale la Corte ha escluso che integrasse favoreggiamento della prostituzione la consegna di bibite, da parte delle imputate, ai clienti della prostituta con essa appartati nei camerini di un locale).

Cassazione penale sez. III, 07/03/2019, n.19207

Attività idonea a facilitare le condizioni per l’esercizio della prostituzione

Il reato di favoreggiamento della prostituzione si perfeziona con ogni forma di interposizione agevolativa e con qualunque attività che sia idonea a procurare più facili condizioni per l’esercizio del meretricio, che venga posta in essere dall’agente con la consapevolezza di facilitare l’altrui attività di prostituzione, senza che abbia rilevanza il movente od il fine di tale condotta.

Cassazione penale sez. III, 15/02/2019, n.15502

Reato di tolleranza della prostituzione commesso dal titolare dell’albergo

Il reato di tolleranza abituale dell’altrui prostituzione commesso dal titolare di un esercizio alberghiero non esige la continuità della condotta, ma implica la sola reiterazione, per un tempo apprezzabile, del comportamento permissivo del gestore, idoneo a consentire che le persone alloggianti nell’albergo svolgano attività di meretricio, dovendosi, per contro, configurare il reato di favoreggiamento della prostituzione nel caso in cui il suddetto comportamento si presenti come occasionale. (Fattispecie in cui è stato ritenuto integrato il reato di tolleranza abituale per il gestore di due alberghi presso i quali si recavano ragazze più volte a notte, senza la registrazione dei documenti dei clienti, per esercitarvi la prostituzione).

Cassazione penale sez. III, 18/01/2019, n.18003

Condotta del gestore del locale

Il reato di sfruttamento della prostituzione, che non è reato necessariamente abituale, consiste in qualsiasi consapevole e volontaria partecipazione, anche occasionale, ai proventi dell’attività di prostituzione.

Tale reato può concorrere con il reato di favoreggiamento della prostituzione, in quanto il reato di favoreggiamento della prostituzione e quello di sfruttamento della prostituzione hanno per oggetto condotte autonome e distinte, essendo lo sfruttamento finalizzato a trarre vantaggi economici o altre utilità giuridicamente rilevanti per l’agente, mentre il favoreggiamento è finalizzato ad agevolare l’attività di meretricio a prescindere da un eventuale profitto economico o altra utilità in favore dell’agente (confermata la condanna per l’imputato che, nella qualità di gestore di un circolo privato, aveva consapevolmente favorito e sfruttato l’esercizio della prostituzione all’interno del predetto locale, mettendo a disposizione delle ragazze i privè presenti nel locale e traendo guadagno dal provento della loro attività di prostituzione, facendosi pagare direttamente dai clienti le consumazioni ad un prezzo maggiorato e determinato proprio in funzione degli atti sessuali compiuti dalle ragazze).

Cassazione penale sez. III, 24/10/2018, n.741

Integra favoreggiamento della prostituzione accompagnare con la propria auto una donna nel luogo in cui si prostituisce
Sentenza   Documenti correlati

Integra il reato di favoreggiamento della prostituzione l’accompagnamento abituale con la propria autovettura di una donna nel luogo in cui la stessa si prostituisce.

Cassazione penale sez. III, 05/10/2018, n.54205

Attività non occasionale che favorisce l’altrui prostituzione: integra favoreggiamento?

Il reato di favoreggiamento della prostituzione è ravvisabile in ogni attività non occasionale che favorisca in qualsiasi modo l’altrui prostituzione ed è solo eventualmente abituale, ben potendo essere integrato anche da un solo fatto di agevolazione (nella specie, l’imputato si era rivolto a un venditore ambulante di frutta e verdura, minacciandolo con una pistola, e gli aveva intimato di non parcheggiare il furgone nella piazzola dove una donna era solita prostituirsi perché così intralciava l’attività di meretricio svolta dalla donna).

Cassazione penale sez. III, 31/05/2018, n.39419

Autista accompagna le prostitute sul luogo del meretricio

Risponde del reato di favoreggiamento della prostituzione l’autista dell’auto che accompagna le prostitute sul luogo del meretricio.

Tribunale S.Maria Capua V. sez. III, 21/05/2018, n.2359



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube