L’esperto | Articoli

Risarcimento danno morale: ultime sentenze

19 Ottobre 2019
Risarcimento danno morale: ultime sentenze

Scopri le ultime sentenze su: natura del danno morale; riconoscimento del risarcimento del danno morale; danno dei prossimi congiunti di una vittima di reato; condizione di sofferenza e di disagio.

Condizioni per il risarcimento del danno morale

Nel caso di danno alla salute a seguito di un incidente stradale, il risarcimento corrispondente a un determinato grado di invalidità riconosciuta, ricomprende già la menomazione degli aspetti “dinamico relazionali” che sono una conseguenza “normale” del danno alla salute. E non dunque un danno diverso. A meno che le peculiarità del caso concreto non abbiano acuito le conseguenze della menomazione per quel particolare soggetto, così giustificando un aumento del risarcimento di base del danno biologico, aprendo le porte al “danno morale”.

Cassazione civile sez. III, 27/03/2018, n.7513

Risarcimento danno morale: quando deve essere riconosciuto?

Deve essere riconosciuto anche il risarcimento del danno morale laddove, dall’analisi del fatto noto allegato, emerga con evidenza e immediatezza la sofferenza interiore soggettiva patita da colui che abbia riportato lesioni a seguito di incidente stradale.

Cassazione civile sez. VI, 17/09/2019, n.23146

Diritto al risarcimento del danno morale: ereditabilità

La natura non patrimoniale del danno morale non osta alla cedibilità dell’acquisito diritto di credito al relativo risarcimento e alla sua trasmissibilità iure hereditatis, atteso, peraltro, che, se personale (o personalissimo) è il bene giuridico leso, non patrimoniali sono le conseguenze pregiudizievoli, per converso “patrimoniale” (nel senso che e nella misura in cui viene definitivamente acquisito al patrimonio del de cuius danneggiato) è il credito per equivalente monetario che è destinato a compensarle.

Tribunale Rimini, 12/04/2019, n.332

Danno dei prossimi congiunti della vittima di reato: spetta il risarcimento del danno morale?

Nel riconoscimento del danno dei prossimi congiunti di una vittima di reato che ha subito lesioni personali, spetta a costoro anche il risarcimento del danno morale, che essendo difficilmente accertabile mediante metodi scientifici e diretti può essere accertato anche mediante indizi e presunzioni.

Cassazione civile sez. III, 27/03/2019, n.8442

Decesso della vittima di incidente stradale

Va confermata la sentenza di merito che, in caso di incidente stradale che abbia causato, dopo due ore di sopravvivenza, il decesso della vittima, abbia ritenuto non configurabile un danno alla salute suscettibile di accertamento medico-legale ed escluso il risarcimento del danno morale da formido mortis ove la vittima, nell’intervallo di tempo intercorso tra l’evento lesivo e l’exitus, non sia stata cosciente e, quindi, non abbia avuto consapevolezza della fine imminente.

Cassazione civile sez. VI, 13/12/2018, n.32372

Risarcimento del danno morale cagionato alla persona offesa

Ai fini della configurabilità dell’attenuante di cui all’art. 62, comma 1, n. 6 c.p., la sufficienza della somma spontaneamente versata dall’imputato per il risarcimento del danno morale cagionato alla persona offesa non può essere esclusa con valutazione sommaria, basata sulla sua esiguità, in quanto il giudice è tenuto ad accertare la gravità del nocumento arrecato e le ripercussioni del fatto lesivo nell’ambito della vita familiare e sociale della vittima.

Cassazione penale sez. III, 05/12/2018, n.17827

Risarcimento danno morale a favore dei familiari

In conseguenza della morte di persona causata da reato, ciascuno dei suoi familiari prossimi congiunti è titolare di un autonomo diritto per il conseguente risarcimento del danno morale, il quale deve essere liquidato in rapporto al pregiudizio da ognuno individualmente patito per effetto dell’evento lesivo, in modo da rendere la somma riconosciuta adeguata al particolare caso concreto.

Ai fini di tale valutazione, l’intensità del vincolo familiare e la convivenza possono già di per sè costituire un utile elemento presuntivo su cui basare la ritenuta prova dell’esistenza del menzionato danno morale, in assenza di elementi contrari.

Tribunale Matera, 29/05/2018, n.531

Diritto al risarcimento del danno derivante dall’uccisione dell’ex coniuge

È configurabile il diritto al risarcimento del danno morale derivante dall’uccisione dell’ex coniuge in favore del coniuge superstite, anche qualora quest’ultimo abbia instaurato un rapporto di convivenza con altra persona, essendo astrattamente sussistente un pregiudizio all’intangibilità della sfera degli affetti, la cui lesione comporta la risarcibilità ai sensi dell’art..2059 cod.civ. (In motivazione, la Corte ha precisato che l’astratta titolarità del diritto al risarcimento non impedisce al giudice di merito di escludere, in concreto, l’esistenza di un danno eziologicamente collegato all’evento lesivo).

Cassazione penale sez. I, 10/04/2018, n.52509

Risarcimento del danno biologico e richiesta di danno morale ed esistenziale

Il danno non patrimoniale di cui all’articolo 2059 del Cc, che si identifica come danno determinato dalla lesione di interessi inerenti la persona non connotati da rilevanza economica, costituisce categoria unitaria non suscettiva di suddivisione in sottocategorie. Ne deriva che il risarcimento del danno biologico operato con sentenza definitiva preclude la richiesta di risarcimento del danno morale ed esistenziale derivante dalla stessa lesione dell’integrità psico fisica.

Cassazione civile sez. lav., 15/12/2017, n.30227

Vittima gravemente ferita a causa del fatto illecito altrui

In tema di risarcimento del danno morale subito dai prossimi congiunti della vittima di danni derivanti da fatto illecito, ai prossimi congiunti di persona che abbia subito lesioni personali seriamente invalidanti, a causa del fatto illecito altrui, spetta anche il risarcimento del danno morale concretamente accertato in relazione ad una particolare situazione affettiva con la vittima, in quanto anche tale danno trova causa immediata e diretta nel fatto dannoso. Il danno patito dalla vittima secondaria è stato infatti ritenuto un danno diretto, risarcibile ai sensi dell’art. 1223 c.c., nonché ai sensi dell’art. 2043 c.c., in considerazione della plurioffensività del fatto dannoso.

Quindi vanno ritenuti risarcibili i pregiudizi di natura non patrimoniale conseguenti alla lesione di un diritto inviolabile della persona, ivi compreso, il danno morale.

Tribunale Parma sez. I, 04/12/2017, n.1645

Richiesta di risarcimento dei danni morali del lavoratore

In caso di esposizione ad agenti patogeni, il dipendente, che abbia reso prestazioni lavorative in ambiente inquinato, può ottenere il risarcimento del danno morale anche se non ha contratto alcuna malattia, ma la prospettata condizione di sofferenza e di disagio non può essere desunta dalla mera prestazione lavorativa, spettando allo stesso dimostrare, secondo i generali principi che regolano l’onere della prova in materia di responsabilità aquiliana, di aver subito un turbamento psichico che, al pari di qualsiasi altro stato interiore, assume rilievo quando ricorrono elementi obiettivi riscontrabili, desumibili da altre circostanze di fatto esterne, quali la presenza di malattie psico-somatiche, insonnia, inappetenze, disturbi del comportamento o altro.

Cassazione civile sez. lav., 17/11/2017, n.27324



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube