Diritto e Fisco | Articoli

Chat erotica con una persona: quando è reato

30 Settembre 2019
Chat erotica con una persona: quando è reato

Foto o testi pornografici o pedopornografici scambiati su una chat o su WhatsApp: cosa dice la legge?

Partiamo dal quesito di un nostro lettore che ha letto l’articolo «La pornografia è lecita?» e ci ha fatto notare che, nel contenuto della guida, non viene spiegato cosa prevede la legge in merito al materiale di tipo letterario pornografico o pedopornografico. In buona sostanza, il quesito che ci viene posto è cosa prevede la legge se una persona scrive una storia erotica dove i temi sono pornografici o pedopornografici. È la scusa per affrontare, ancora una volta, l’argomento in tutte le sue linee: quando è reato la chat erotica con una persona?

Come vedrai a breve, la risposta dipende dall’eventuale presenza di immagini all’interno dello scambio di messaggi e dall’età dell’altro partecipante alla chat. Scoprirai poi – forse con tua sorpresa – che l’eventuale sussistenza del reato di pedopornografia è esclusa in tutti i casi in cui la persona più piccola ha più di 14 anni. Ma procediamo con ordine.

Da che età si possono avere rapporti sessuali?

La cosiddetta età del consenso è di 14 anni. Questo significa che chiedere un rapporto sessuale a una persona di 14 anni non è reato. Lo diviene nel momento in cui il minore ha 13 anni o meno. Di tanto abbiamo già parlato in A quale età si possono avere rapporti sessuali. Una volta raggiunti i 14 anni, si è liberi di consumare una relazione, anche occasionale, con chiunque, anche con chi è molto più anziano (ad esempio, non è un reato il rapporto tra un sessantenne e una quattordicenne). Lo stabilisce espressamente la legge (articolo 609quater Codice penale).

Si può avere un rapporto sessuale con un minorenne in cambio di denaro o di una ricarica telefonica?

Non è una novità che alcune ragazzine scambino un rapporto sessuale con del denaro o una ricarica telefonica. Nonostante la ritrosia a classificare quest’atto come prostituzione, lo è a tutti gli effetti. La prostituzione, infatti, non richiede un’attività continuativa: essa può essere anche occasionale o limitata a un solo episodio. La prostituzione è lo scambio tra il “corpo” della donna (in teoria anche dell’uomo) e una prestazione di natura economica, sia essa in natura (una ricarica del telefono) o in denaro.

Nel caso di prostituzione, la regola è diversa rispetto a quella appena vista. Qui, l’età sotto la quale si commette reato sale a 18 anni. In buona sostanza, chiedere una prestazione sessuale a una ragazza minorenne in cambio di un’utilità qualsiasi è sempre reato. Se chiedi un rapporto a una ragazzina di 16 anni in cambio di soldi, commetti reato di prostituzione minorile (articolo 600bis Codice penale).

Cosa significa pedopornografia?

Diverso è ancora il reato di pedopornografia o anche detto pornografia minorile, che può anche essere “virtuale” (che ricorre quando il materiale pornografico rappresenta immagini virtuali realizzate utilizzando immagini di minori di anni diciotto. Per immagini virtuali si intendono immagini realizzate con tecniche di elaborazione grafica non associate in tutto o in parte a situazioni reali). Qui – come spiega l’articolo 600ter Codice penale – il reato consiste nella realizzazione di foto, spettacoli o video con un minore di 18 anni. La stessa semplice detenzione di materiale pedopornografico sul cellulare o dentro l’archivio del computer può essere reato.

La pornografia non è reato per chi ha almeno 18 anni. È legale chiedere e consumare un rapporto con chi è maggiorenne così come è legale detenere materiale pornografico di maggiorenni.

Chat erotica con foto con minori: è reato?

Se chiedere un atto sessuale a una persona con più di 13 anni (ossia da 14 anni in poi) non è reato, lo diventa invece nel momento in cui si chatta e, nella chat, sono comprese foto o video del minorenne. In questo caso, per non rischiare alcun reato bisogna sincerarsi che l’altra parte abbia almeno 18 anni. Come detto, la pedopornografia scatta da 1 a 17 anni.

Chat erotica senza foto con minori: è reato?

Diversa è la soluzione se nella chat non vi è materiale video. Non costituisce, infatti, reato l’utilizzo di parole o espressioni hot con un minorenne. Il semplice “testo” piccante – come narrazioni o descrizioni di fantasie erotiche – non è vietato dalla legge.

Chiedere un rapporto sessuale in una chat con un minore è reato?

Il testo non diventa reato neanche se viene esplicitamente o implicitamente richiesto un rapporto sessuale a meno che la “vittima” abbia meno di 14 anni. Infatti, se insieme alle parole, c’è l’invito a consumare una relazione fisica si commette reato solo se la ragazza ha da 1 a 13 anni.

Se però, in cambio del rapporto sessuale, viene promessa una ricarica del telefono o altra utilità economica (ad esempio, denaro), il reato si consuma se la ragazza ha meno di 18 anni. La prostituzione è vietata solo con minorenni, mentre è legale con chi ha più di 18 anni.

Chiedere foto o video erotici a una persona è reato?

Secondo la Cassazione, chiedere foto di nudi non è reato se la persona ha più di 18 anni.

Il comportamento di un uomo che, tramite un profilo falso, contatti delle ragazzine con meno di 18 anni per chiedere loro degli scatti da nude integra il reato di pedopornografia. Inevitabile anche la condanna per “sostituzione di persona nell’identità digitale”. Anche le foto di minorenni in intimo, consegnate spontaneamente, sono qualificabili come materiale pedopornografico. La qualificazione di materiale pedopornografico – dice la Corte – richiede la rappresentazione di atti sessuali espliciti coinvolgenti soggetti minori di età, ovvero qualsiasi rappresentazione degli organi sessuali di minori che renda manifesta la riproduzione delle nudità a fini di concupiscenza e di ogni altra pulsione di natura sessuale.

Inviare materiale porno a una persona maggiorenne, al contrario, non è reato anche se non richiesto. Secondo la giurisprudenza, le molestie, infatti, scattano solo quando avvengono in pubblico o con l’uso del telefono.



Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube