Diritto e Fisco | Articoli

Ordinanza ingiunzione e verbale ispettivo non interrompono la prescrizione

29 Maggio 2013


Ordinanza ingiunzione e verbale ispettivo non interrompono la prescrizione

> Diritto e Fisco Pubblicato il 29 Maggio 2013



La prescrizione del credito contributivo non si interrompe con lordinanza-ingiunzione e il verbale ispettivo.

In materia di previdenza ed assistenza sociale obbligatorie, l’ordinanza-ingiunzione relativa a sanzioni amministrative e il verbale ispettivo dell’Ispettorato del lavoro non interrompono la prescrizione del credito contributivo. Lo ha affermato ieri la Cassazione [1].

Infatti, sostiene la Suprema Corte:

– l’ordinanza-ingiunzione non è qualificabile come procedura finalizzata al recupero dell’evasione contributiva, né configura un atto prodromico diretto al conseguimento dei contributi omessi;

– il verbale ispettivo, invece, costituisce un atto posto in essere da un soggetto, l’Ispettorato del lavoro, diverso dall’ente impositore.

Pertanto, tanto l’ordinanza-ingiunzione relativa a sanzioni amministrative, tanto il verbale dell’Ispettorato del lavoro non valgono a interrompere la prescrizione del credito contributivo.

note

[1] Cass. sent. n. 13218 del 28.05.2013.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA