Diritto e Fisco | Articoli

Gli utenti di Facebook sono monitorati

7 Dicembre 2011
Gli utenti di Facebook sono monitorati

Facebook traccia i propri utenti: a confermarlo sarebbero alcune rivelazioni fatte, nel corso di un’inchiesta condotta negli U.S.A., da alcuni dirigenti del social network.

Senza tuttavia spiegare come e perché, i funzionari hanno ammesso che Facebook è in grado di entrare nelle nostre vite. Attraverso dei cookie autoistallanti [1], il sito registra in modo minuzioso le pagine visitate da ogni utente negli ultimi novanta giorni e, su tali risultanze, calibra una pubblicità “personalizzata” [2].

I vertici di Palo Alto minimizzano e parlano di misure per aumentare la sicurezza degli utenti, ma non smentiscono il fatto stesso della memorizzazione dei dati.

In più, risulterebbe [3] che l’azienda abbia brevettato dei sistemi per sfruttare quest’imponente massa di dati [4] per scopi commerciali anche esterni al social network, da vendere quindi a terzi.

In Europa, la direttiva sul trattamento dei dati personali risulta molto rigorosa nell’affermare il diritto di ogni cittadino a conoscere l’uso che dei propri dati viene effettuato e i soggetti responsabili alla tenuta. Ciò implica un comportamento, da parte dell’azienda, volto ad “agevolare l’accesso ai dati personali da parte dell’interessato” [6].

di LUIGI GARGANO

 

 


note

[1] Il sito www.microsoft.com spiega che “i cookie sono piccoli file che i siti web salvano sul tuo disco rigido alla tua prima visita. Una tessera identificativa esclusivamente tua. Il suo compito è comunicare al sito quando torni. Pur essendo possibile un uso criminale dei cookie quando contengono dati personali, il cookie in sé e per sé non è dannoso. Molti siti web se ne avvalgono. I cookie ci dicono con che frequenza visiti le pagine e questo ci aiuta a capire quali informazioni ti interessano. In questo modo, possiamo offrirti più contenuti che ti interessano e meno che non ti interessano. Ma se non ti iscrivi a un sito e non inserisci informazioni personali, l’unica cosa che il server sa è che qualcuno con il tuo cookie è tornato a visitarlo. Nient’altro”.

[2] Quella per es. alla destra nella pagina principale.

[3] Intervista tratta da USA Today www.usatoday.com.

[4] Si parla di 800 milioni di utenti.

[5] Art. 8 D.lgs n. 196 del 30 giugno 2003, cd. Testo Unico sulla Privacy.

[6] Art. 10 D.lgs n. 196 del 30 giugno 2003.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube