Diritto e Fisco | Articoli

Redditometro valido anche per le dichiarazioni anteriori alla sua approvazione

3 Giugno 2013
Redditometro valido anche per le dichiarazioni anteriori alla sua approvazione

Gli strumenti di accertamento sintetico possono essere utilizzati anche per le dichiarazioni dei redditi presentate dai contribuenti prima dell’approvazione dei decreti ministeriali.

 

L’Agenzia delle Entrate può utilizzare il redditometro anche per le dichiarazioni presentate dai contribuenti prima della sua approvazione. Lo ha detto la Cassazione in una recente sentenza [1] con cui ha accolto il ricorso dell’Agenzia delle Entrate. Il Fisco non è dunque obbligato a utilizzare il redditometro solo alle dichiarazioni presentate successivamente alla sua entrata in vigore, ma anche a quelle presentate prima dell’entrata in vigore dei decreti ministeriali di approvazione. Ciò per via della natura esclusivamente procedimentale degli strumenti accertativi [2].


note

[1] Cass. sent. n. 13776 del 31.05.2013.

[2] DPR n. 600/1973 art. 38, comma 4.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube