Diritto e Fisco | Articoli

Guardia medica: sempre obbligata alla chiamata del paziente

3 Giugno 2013
Guardia medica: sempre obbligata alla chiamata del paziente

Scatta il reato di rifiuto di atti d’ufficio per la semplice omissione di diagnosi: non conta la buona fede del sanitario che ritiene il malanno non grave.

La guardia medica è obbligata a rispondere alla chiamata del cittadino che si sente male, diversamente risponde di rifiuto di atti d’ufficio. Quest’ultimo è un reato che scatta già solo per aver omesso la diagnosi clinica e l’aver, per ciò solo, messo in pericolo il paziente [1], anche nel caso in cui la sua situazione si riveli in concreto meno grave del previsto.

A ricordarlo è la Cassazione, con una sentenza dello scorso 31 maggio [2]. La Suprema Corte ricorda come la guardia medica sia comunque tenuta a recarsi a casa di chi telefona, per effettuare un accurato esame clinico, indispensabile per accertare le reali condizioni di salute di chi si rivolge al servizio pubblico di assistenza sanitaria.

Inutile invocare un errore di diagnosi per il medico che ritenga che il paziente enfatizzi i sintomi: in questi casi il reato scatta proprio per l’omessa diagnosi.


note

[1] Art. 328 cod. pen.

[2] Cass. sent. n. 23817 del 31.05.2013.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

4 Commenti

  1. o chiamato il 118 perke’ a mio padre si ci era sfilato il catetere con perdita di sangue ma loro si sono rifiutati di metterglielo perche’non erano autorizati a farlo a casa ma dovevano portarlo in ospedale. e mai possibile? grazie.

  2. Il regolamento di guardia medica derivante dall’accordo collettivo nazionale dice che il medico di guardia medica oltre a non poter prescrivere e somministrare farmaci prescritti da altri NON può effettuare manovre di rimozione o posizionamento del catetere.

  3. andate a leggere il contratto e vedrete che in gm si fa molto di più di quello che si dovrebbe … si consideri che nel mio paese 1 medico in gm per 25ooo abitanti o più —-poi usando la logica se si uscisse ad ogni chiamata si darebbero i numeri come al super mercato ma così non è …. leggete prima di parlare…. soprattutto in gm non si fanno le urgenze ma prestazioni non differibili .. cioe prestazioni che possono essere espletate nel tempo

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube