Diritto e Fisco | Articoli

Il fondo patrimoniale va annotato sull’atto di matrimonio

2 Giugno 2013


Il fondo patrimoniale va annotato sull’atto di matrimonio

> Diritto e Fisco Pubblicato il 2 Giugno 2013



È sufficiente annotare la costituzione del fondo patrimoniale a margine dell’atto di matrimonio dei coniugi per l’opponibilità del vincolo anche su beni conferiti da un terzo?

La pubblicità del fondo patrimoniale è effettuata mediante l’annotazione a margine dell’atto di matrimonio e la trascrizione nei pubblici registri immobiliari. L’opponibilità ai terzi del vincolo è assicurata dall’annotazione, mentre la trascrizione ha solo effetto di pubblicità della notizia. L’annotazione si esegue esclusivamente sull’atto di matrimonio dei coniugi, anche quando il bene è conferito dal terzo.



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI