Diritto e Fisco | Articoli

PC: come ottenere il rimborso della licenza per il sistema operativo

6 dicembre 2011


PC: come ottenere il rimborso della licenza per il sistema operativo

> Tech Pubblicato il 6 dicembre 2011



Chi compra un Pc con sistema operativo Windows preinstallato e intende installare un altro software può chiedere il rimborso della licenza Windows.

Per la maggior parte degli utenti, il binomio PC-Windows è un’unica entità e, nell’acquistare un qualunque computer, trovano naturale che, all’accensione, parta in automatico il sistema operativo di Bill Gates a finestre (nota anche come “licenza OEM”).

Quello che non tutti sanno è che il sistema operativo già preinstallato non è un gentile omaggio del fornitore. Al contrario, l’acquirente paga(a sua insaputa, nel prezzo finale del computer) una licenza per utilizzare quel software.

Potrebbe però succedere che l’acquirente possieda già una copia legale di Windows (magari una versione precedente ben funzionante [1]) o che voglia utilizzare il PC appena acquistato con un sistema operativo diverso da Window, magari open-source (come Linux).

Perché, allora, spendere soldi per un prodotto che non si ha intenzione di utilizzare?

È come se, acquistando un portariviste, il venditore ci obbligasse a scegliere anche le riviste da inserirvi!

D’altro canto, non è semplice trovare dei venditori che vendano il PC senza sistema operativo pre-installato; non è semplice, ma nemmeno impossibile e molti produttori si stanno attrezzando in questo senso.

La strada da seguire, in questo caso, è la richiesta di rimborso del costo della licenza. Tale richiesta non deve essere presentata alla Microsoft, ma alla società che ha venduto il computer.

La politica seguita dai grandi produttori, tuttavia, non è uniforme e, se alcuni danno seguito, con relativa facilità, alla richiesta di rimborso, altri sono meno sensibili.

La questione, ovviamente, non è di esclusivo interesse del nostro Paese, ma anche nelle altre nazioni europee. In Francia, ad esempio, tale rimborso è obbligatorio. In Italia, il primo rimborso è avvenuto il 18/10/2007 grazie alla sentenza del Giudice di Pace di Firenze.

Attenzione però: la richiesta di rimborso va effettuata ancor prima dell’inaugurale accensione del pc appena acquistato. Infatti, una volta usato il software preinstallato non è più possibile richiedere il rimborso dello stesso.

L’importo del rimborso, inoltre, non può essere stabilito con esattezza poiché non esiste ancora perfetta trasparenza su quale sia il costo della licenza e dei software preinstallati.

note

[1] Tuttavia la Microsoft ci tiene a specificare che la licenza generale OEM non può essere trasferita da un PC ad un altro, a meno che non si sia acquistato anche il pacchetto Software Assurance.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI