HOME Articoli

Lo sai che? Imu solo per l’usufruttuario e non al nudo proprietario

Lo sai che? Pubblicato il 4 giugno 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 4 giugno 2013

Il titolare della nuda proprietà su un immobile non deve pagare l’Imu perché non può considerarlo come abitazione principale.

Spetta all’usufruttuario dell’immobile adempiere agli obblighi Imu.

Inoltre, il contribuente che detiene l’immobile a titolo di nuda proprietà non può beneficiare delle agevolazioni previste per la prima casa, poiché in essa non vi risiede il soggetto passivo dell’Imu.

I soggetti passivi dell’Imu sono il proprietario e il titolare dei diritti reali di godimento (usufruttario, titolare di diritto d’uso e di diritto di abitazione).

Chi detiene la nuda proprietà non è un soggetto passivo IMU come invece accadeva con l’ICI, ciò perché egli non ha il possesso dell’immobile, che è il presupposto per l’Imu.

Pertanto in presenza di un usufruttuario e di un nudo proprietario, a pagare l’IMU è tenuto il primo.

Inoltre, con l’Imu, a differenza dell’Ici, l’immobile concesso in uso gratuito a parenti non può essere assimilato ad abitazione principale. Pertanto, qualora il padre abbia concesso in uso gratuito al figlio la casa, ciò non rileva ai fini Imu.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

2 Commenti

  1. Perfetto.
    E per la Tasi? Vale lo stesso principio?
    Il nudo proprietario deve pagare la Tasi?
    Grazie mille.

  2. Una domanda.
    Nel caso in cui si conceda l’usufrutto gratuito di un immobile al proprio figlio, costui può a sua volta affittare l’immobile stesso?
    Gli introiti derivanti dalla locazione su quale reddito andranno ad incidere? Su quello del padre o su quello del figlio?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI