Diritto e Fisco | Articoli

Equitalia salva per un pelo dall’usura solo perché c’è un buco nella legge

6 giugno 2013


Equitalia salva per un pelo dall’usura solo perché c’è un buco nella legge

> Diritto e Fisco Pubblicato il 6 giugno 2013



Si configura il reato di usura solo a carico di chi presta denaro ma non di chi lo riscuote

La denuncia contro Equitalia per usura, avviata dall’associazione Federitalia e depositata presso la Procura di Modena, è stata archiviata dal GIP. La ragione – spiega il magistrato – è solo perché, in Italia, il reato di usura si configura soltanto in caso di prestito di denaro e non invece – come nel caso di Equitalia – nel caso di riscossione.

Un imprenditore modenese aveva denunciato Equitalia per usura, essendosi accorto di un aumento vessatorio del tasso di interesse e degli agi rispetto al pagamento iniziale. Il debito era passato da 95 mila euro a 148 mila. Come lui, negli scorsi mesi hanno depositato la querela tanti altri imprenditori italiani (leggi l’articolo Equitalia indagata per usura).

Equitalia salva per il rotto della cuffia

Il giudice delle indagini preliminari ha però salvato l’Agente per la riscossione solo per via di una lacuna legislativa. Il GIP, nella sua motivazione, spiega che esiste una grave carenza nella nostra legge perché non esiste una norma che vieti la crescita esponenziale delle more e degli agi sulle imposte. Per tale ragione, nel provvedimento di archiviazione, il magistrato sembra invitare il legislatore a coprire al più presto tale “gap”, almeno per quanto attiene al settore delle riscossioni.

Insomma, la denuncia non può essere accolta, ma solleva un caso nazionale serio.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

3 Commenti

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI