Diritto e Fisco | Articoli

Il direttore della rivista online non è responsabile per i commenti diffamatori lasciati dai lettori

8 Dicembre 2011
Il direttore della rivista online non è responsabile per i commenti diffamatori lasciati dai lettori

Non è responsabile il direttore dell’edizione online di una rivista se non riesce a controllare i post offensivi lasciati dai lettori.

Il direttore dell’edizione online di una rivista, a differenza di quanto avviene con le testate giornalistiche su carta stampata, non è responsabile dei post offensivi lasciati dai lettori.

Secondo la Cassazione, infatti, se nelle pubblicazioni tradizionali su carta il direttore del giornale può (e deve) esercitare opportuni controlli su quanto pubblicato (rispondendo, quindi, di eventuali condotte illecite o diffamatorie), nel caso della testata online ciò è impossibile, essendo i commenti degli utenti spesso postati in modo imprevedibile ed immediato, senza la moderazione del titolare del sito.

Sulla base di tale principio, la Cassazione ha assolto l’ex direttore dell’edizione elettronica dell’Espresso  [1].

Nella stampa online non è materialmente possibile mettere in atto filtri preventivi che impediscano eventuali commenti dei lettori. Pertanto, qualora venga pubblicato un post a contenuto diffamatorio, non essendo possibile impedirne preventivamente la pubblicazione, i direttori non sono responsabili.

Quanto sopra è in linea con la precedente giurisprudenza [2] che aveva ritenuto che la “stampa via internet non può essere disciplinata dalla legge 47/1948 (che invece regola le pubblicazioni su carta) in caso del reato di diffamazione previsto dal codice penale”.

di GIORGIA MARIA CALABRO’


note

[1] C. Cass., sent. n 44126 del 29 novembre 2011.

[2] C. Cass., sent. n 35511 del 16/07/2010.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube