Business | Articoli

Pagamento multe entro 5 giorni: quali riduzioni?

26 maggio 2018


Pagamento multe entro 5 giorni: quali riduzioni?

> Business Pubblicato il 26 maggio 2018



Il pagamento della multa entro 5 giorni lavorativi dalla sua contestazione o notificazione determina uno sconto del 30% sull’importo della sanzione. Di seguito i dettagli

Tutti gli automobilisti sanno che se il pagamento della multa avviene entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notifica a casa, hanno diritto ad uno sconto pari al 30%. Questa previsione è stata introdotta solo da qualche anno, in seguito all’entrata in vigore del cosiddetto Decreto del fare [1]. Vediamo quindi cos’è e come funziona lo sconto multe entro 5 giorni lavorativi, come e da quando si contano i giorni, cosa succede se nei 5 giorni ci sono dei festivi e per quali multe spetta il pagamento ridotto con sconto del 30% sull’importo della sanzione.

Multe: quando spetta la riduzione del 30%?

Come anticipato, il Decreto del fare ha introdotto una importante novità per i trasgressori del Codice della strada: la possibilità di beneficiare di uno sconto 30% sulle multe stradali. Questa agevolazione vale sia per i conducenti che per i proprietari dei veicoli a prescindere dai punti posseduti sulla patente.

Per fruire della riduzione del 30%, dunque,  l’automobilista deve effettuare il pagamento della sanzione entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notifica del verbale a casa. La riduzione è prevista solo per le violazioni alle norme del Codice della Strada che prevedono il pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria. Per conoscere nel dettaglio le multe stradali che possono beneficiare della riduzione del 30%, è possibile consultare la seguente tabella  pubblicata sul sito ufficiale del Ministero dei Trasporti.

Quali multe sono escluse dallo sconto sanzione del 30%?

Dallo sconto del 30% sugli importi delle sanzioni delle multe stradali, sono escluse le seguenti violazioni:

  • Multe che non beneficiano del pagamento in misura ridotta;
  • Di natura penale: come per esempio guida in stato di ebbrezza;
  • Confisca del veicolo, fatta eccezione per la guida in mancanza di assicurazione;
  • Sospensione della patente di guida.

Multe: come pagare in misura ridotta?

Le modalità per procedere al pagamento della multa in misura ridotta sono contenute sul verbale di constatazione. Infatti, su questo ci sarà indicato se la violazione può beneficiare della riduzione e come effettuare il pagamento in misura ridotta. Ricordiamo che il beneficio è solo per alcune sanzioni e solo se l’importo della multa viene interamente versato entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notifica. L’automobilista che dovesse procedere al pagamento in misura ridotta al di fuori dei casi previsti, potrà essere passibile di un recupero forzoso per la differenza da parte dell’agente della riscossione. Infatti, nel caso in cui il cittadino effettui il versamento con importo scontato oltre la scadenza dei 5 giorni, la somma pagata viene trattenuta come acconto, se poi la differenza non dovesse venire versata entro i consueti 60 giorni dalla contestazione o notificazione, tale somma verrà iscritta a ruolo ed il recupero affidato all’agente della riscossione.

Multe ridotte: come si calcolano i 5 giorni?

Come più volte detto, dunque, si può beneficiare dello sconto del 30% sulle multe stradali solo se il trasgressore paga entro 5 giorni. Ma come si calcolano i 5 giorni? E da quando iniziano a decorrere? Il termine di 5 giorni parte dal giorno dopo l’avvenuta contestazione su strada o dalla notifica del verbale a casa, per esempio se la multa viene fatta di venerdì, il primo giorno non si calcola, per cui si inizia a contare da sabato: per cui domenica è il secondo giorno, lunedì è il terzo, martedì il quarto e mercoledì il quinto. Pertanto il pagamento può essere effettuato al massimo entro mercoledì.

Nel caso in cui invece il quinto giorno cada di domenica o in un altro giorno festivo, il termine slitta al primo giorno feriale successivo (dunque al lunedì o al 27 dicembre o al 2 gennaio e via dicendo).

Un po’ più complesso è il calcolo nei casi di notifica del verbale a casa, questo perché il termine dei 5 giorni varia a secondo delle modalità in cui viene effettuata la notificazione del verbale, ovvero se a mezzo posta, Pubblico Ufficiale, avviso di giacenza ecc. Questo perché se la notifica della multa avviene tramite il servizio postale e il postino lascia un avviso di giacenza perché non ha rintracciato nessuno presso la residenza si possono verificare le seguenti opzioni:

  • se il verbale viene ritirato presso l’ufficio postale entro i primi 10 giorni dall’avviso: i 5 giorni si iniziano a calcolare dal giorno successivo;
  • se il verbale viene ritirato dopo l’11° giorno, si dovranno invece scalare i 5 giorni dalla data di ricevimento dell’avviso.

Multe ridotte: come si calcolano i giorni festivi e le domeniche?

Ma cosa accade se l’ultimo giorno dei 5 a disposizione per il pagamento della multa, in misura ridotta, cade di domenica o di sabato? La risposta al quesito è la seguente:

  • se l’ultimo giorno capita di sabato, non cambia nulla, in quanto sabato non è considerato un giorno festivo;
  • se l’ultimo giorno è domenica, il termine slitta al lunedì successivo;
  • se l’ultimo giorno è da calendario festivo, non si perde la riduzione, purché il pagamento avvenga entro il primo giorno utile dopo la festività.

Multe ridotte: come procedere al pagamento?

Le modalità con cui procedere al pagamento della multa in misura ridotta possono variare in relazione all’ente che l’ha elevata, ossia che si tratti ad esempio della polizia municipale per un divieto di sosta o la Polizia stradale nel caso di eccesso di velocità su tratto autostradale. Saranno, dunque, distinti i destinatari del pagamento e le relative coordinate bancarie o postali di riferimento. In linea generale, però, può dirsi che le multe stradali che beneficiano dello sconto del 30% possono essere pagate alternativamente in uno dei seguenti modi:
  • bollettino postale in bianco;
  • bollettino postale precompilato;
  • pagamento online sul conto corrente della Sezione Polizia Stradale sul sito ufficiale di Poste Italiane visitando la sezione “Bancoposta Online – Bollettini” – Multe Polstrada.
  • direttamente all’agente accentratore nei casi previsti dalla legge.

Indipendentemente dalla modalità scelta per pagare la multa, il trasgressore deve indicare obbligatoriamente i seguenti dati:

  • importo scontato del 30%;
  • numero di conto corrente dell’ente elevatore;
  • causale: indicazione di numero e data del verbale e targa del veicolo;
  • nome e cognome del destinatario della notifica.

note

[1] Decreto del fare del 21.08.2013.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI