Diritto e Fisco | Articoli

Microlesioni da incidente stradale più care: risarcimenti più alti

15 Giugno 2013
Microlesioni da incidente stradale più care: risarcimenti più alti

Aumentati i valori dei punti per il caso di danno biologico temporaneo e danno biologico permanente: le variazioni però riguardano solo le lesioni di lieve entità; per quelle di non lieve entità continuano a valere le tabelle di Milano.

Il Ministro dello Sviluppo economico, Flavio Zanonato ha firmato il decreto [1] che aumenta i valori del punto base per le microlesioni da incidente stradale/nautico. Il parametro per il danno biologico permanente aumenta da 783,33 a 791,95 euro, mentre per il danno biologico temporaneo il riferimento del primo punto arriva a 46,20 euro, 50 centesimi in più del valore fissato con il precedente decreto Ministero dello Sviluppo Economico entrato in vigore il 1 aprile 2012.

L’aggiornamento annuale degli importi è previsto dal Codice delle assicurazioni private.

Tuttavia, per una serie di intoppi nell’iter regolamentare ancora irrisolti, la fissazione del punto base riguarda solo le “lesioni di lieve entità” e non invece il “danno biologico per lesioni di non lieve entità”.

Dunque, per i casi più gravi si utilizzano le tabelle di Milano che, ad ogni modo, sono state aggiornate nello scorso mese di marzo (a riguardo, leggi l’articolo “Le nuove tabelle 2013 del Tribunale di Milano per il danno non patrimoniale”).

Ricordiamo che si considerano di lieve entità le lesioni che abbiano comportato un danno sotto i 9 punti di invalidità permanente [2].


note

Servizio offerto da METAPING

Articolo di  Alessandro Galimberti, su II Sole 24 Ore  del 15.06.2013, pag. 21

[1] In Gazz. Uff. n. 138 del 14.06.2013.

[2] Art. 139 Codice delle Assicurazioni, D.lgs. 209/2005.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube