Diritto e Fisco | Articoli

Addio aggio di Equitalia: niente più commissioni per l’Agente di riscossione

16 Giugno 2013
Addio aggio di Equitalia: niente più commissioni per l’Agente di riscossione

Dal 30 settembre 2013, le cartelle esattoriali non conterranno più la maggiore dell’8% come compenso ad Equitalia per l’attività di riscossione.

Una novità che di certo farà saltare di gioia quanti hanno debiti con lo Stato è l’abolizione dell’aggio in favore di Equitalia, disposta lo scorso sabato 13 giugno dal Governo Letta e contenuta nel cosiddetto “Decreto del Fare”. Il testo del provvedimento non è stato ancora diffuso; tuttavia l’Esecutivo ha diramato un comunicato stampa ufficiale, con un dettaglio molto approfondito delle novità appena approvate per risanare l’economia nazionale.

L’aggio – che attualmente è pari all’8% delle somme iscritte a ruolo – scomparirà da tutte le cartelle esattoriali a partire dal prossimo 30 settembre, salvo ulteriori modifiche dell’ultim’ora.

La cartella esattoriale sarà gravata solo dai costi fissi e, ovviamente, dagli interessi.

Resta il nodo da comprendere di come, Equitalia, potrà trarre utili dall’attività di riscossione per sostenere il proprio apparato.

L’eliminazione dell’aggio in favore di Equitalia è solo una delle novità appena introdotte dal “Decreto del Fare”.

Tra le altre riforme spicca anche l’elevazione a 120 del numero di rate entro cui si può chiedere ad Equitalia la rateizzazione, ma anche la cancellazione della possibilità di esecuzioni forzate sulla prima casa da parte dello Stato, l’innalzamento del tetto minimo del debito perché Equitalia possa procedere al pignoramento immobiliare e, in tema di giustizia, il ritorno della mediazione civile.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube