Business | Articoli

Verde aziendale: le spese sono detraibili?

19 giugno 2018 | Autore:


> Business Pubblicato il 19 giugno 2018



Azienda e spazi all’aria aperta: si possono scaricare le spese dalle tasse? Vediamo se le spese sostenute per il verde aziendale sono detraibili 

Vuoi mettere a verde la tua azienda, riordinare il giardino o creare spazi all’aria aperta per organizzare, ad esempio, convegni, ricevimenti o manifestazioni. Ti stai ponendo, allora, la seguente domanda: sono detraibili le spese sostenute per la realizzazione del verde aziendale? Ebbene, in questo articolo troverai le risposte che cerchi.

Verde in azienda: si possono scaricare le spese dalle tasse?

Veniamo al dunque senza troppi giri di parole: le spese sostenute per la realizzazione del verde aziendale sono detraibili in quanto possono essere considerate spese di rappresentanza.

A sancirlo è stata la Corte di Cassazione che con una recentissima pronuncia [1] ha accolto il ricorso di una società alla quale era stato elevato il reddito per il mancato riconoscimento delle detrazioni relative alle spese sostenute per mettere a verde l’azienda e migliorare, così, la sede della società.

Dunque, se le spese sostenute per il verde aziendale possono considerarsi spese di rappresentanza, le stesse potranno essere scaricate dalle tasse.

Detto ciò, sorge spontaneo un altro interrogativo: cosa sono le spese di rappresentanza? Scopriamolo insieme.

Azienda: cosa sono le spese di rappresentanza?

Le spese di rappresentanza sono tutti quei costi sostenuti per rafforzare il brand dell’impresa  e per accrescere il prestigio della società.

Da un punto di vista più prettamente fiscale, le spese di rappresentanza devono possedere i seguenti requisiti:

  • devono rispettare il criterio dell’inerenza. Sono inerenti quelle spese di rappresentanza effettivamente sostenute e documentate che siano riferibili a erogazioni a titolo gratuito di beni e servizi, effettuate con finalità promozionali o di pubbliche relazioni, il cui sostenimento risponda a criteri di ragionevolezza in funzione dell’obiettivo di generare anche potenzialmente benefici economici per l’impresa;
  • devono essere sostenute con riferimento ai clienti dell’impresa. In questo senso valgono sia i clienti effettivi (cioè quelli attraverso i quali l’impresa produce reddito) sia quelli potenziali (cioè quelli che abbiano già manifestato in qualche modo interesse commerciale nei confronti dell’impresa).

Ad esempio, possono essere considerate spese di rappresentanza quelle sostenute per i viaggi turistici in cui vegono programmate e svolte attività promozionali di beni e servizi la cui produzione o il cui scambio costituisce oggetto dell’attività caratteristica dell’impresa; per feste, ricevimenti e altri eventi di intrattenimento organizzati in occasione di ricorrenze aziendali o festività nazionali o religiose;  per l’inaugurazione di nuove sedi, uffici o stabilimenti dell’impresa; organizzati in occasione di mostre, fiere ed eventi simili in cui sono esposti i beni e i servizi prodotti dall’impresa; qualsiasi altra spesa per beni e servizi distribuiti o erogati gratuitamente, compresi i contributi o gadget aziendali erogati gratuitamente per convegni, seminari e manifestazioni simili.

Spese pubblicitarie e spese di rappresentanza: quale differenza

Posto quanto sopra, è bene non confondere le spese di rappresentanza di un’azienda con le spese pubblicitarie. Vediamo allora qual è la differenza tra spese di rappresentanza e spese pubblicitarie.

Ebbene, la giurisprudenza [2] ha individuato il discrimen tra spese di pubblicità e spese di rappresentanza, nei termini che seguono.

Spese di rappresentanza

Costituiscono spese di rappresentanza i costi aziendali sostenuti per accrescere il prestigio della società, senza dar luogo ad un’aspettativa diretta di incremento delle vendite. In altre parole: le spese di rappresentanza possono essere sostenute, per esempio, per l’organizzazione di convegni, ricevimenti e manifestazioni in senso lato. In ogni caso deve trattarsi di eventi che promuovono l’immagine dell’impresa. Deve mancare, però il collegamento diretto con l’aspetto del profitto:  alle spese di rappresentanza non può mai essere collegato direttamente un ricavo.

Spese pubblicitarie o di propaganda

Rappresentano, invece, spese pubblicitarie o di propaganda quei costi aziendali sostenuti con lo scopo preminente di pubblicizzare prodotti, marchi o servizi dell’impresa con una diretta finalità promozionale e di incremento delle vendite. È evidente, dunque, per quanto concerne le spese pubblicitarie il collegamento diretto con il guadagno ed i ricavi auspicati. Sul punto, leggi anche: Bonus pubblicità: quando spetta e come funziona?

Spese aziendali: quali non sono spese di rappresentanza

Non sono spese di rappresentanza:

  • le spese di viaggio, vitto e alloggio sostenute perospitare clienti effettivi o potenziali, in occasione di mostre, fiere, esposizioni ed eventi simili in cui sono esposti i beni e i servizi prodotti dall’impresa (al contrario lo sono quelle affrontate per fornitori, autorità locali, rappresentanti di associazioni sindacali e di categoria, agenti indipendenti dell’impresa, altri soggetti legati a vincoli commerciali con l’impresa stessa);
  • visite a sedi, stabilimenti o unità produttive dell’impresa

Queste due fattispecie sono infatti annoverate tra le spese di ospitalità.

Sono spese diverse da quelle di rappresentanza, inoltre:

  • i costi sostenuti da imprese che per propria natura organizzano manifestazioni fieristiche e eventi di simile natura;
  • le spese di viaggio, vitto e alloggio affrontate dall’imprenditore individuale in maniera diretta per la partecipazione a fiere, mostre ed eventi simili in cui l’impresa esponga beni e servizi propri o correlati alla propria attività.

note

[1] Cass. ord. n. 15843 del 15.06.2018.

[2] Cass. sent. n. 3187 del 17.02.2016.

Autore immagine: Pixabay.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI