HOME Articoli

Lo sai che? Il condomino che ha votato a favore della delibera nulla può impugnarla ugualmente

Lo sai che? Pubblicato il 19 giugno 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 19 giugno 2013

Impugnazione senza limiti di tempo e anche da chi abbia partecipato con il suo voto favorevole alla formazione della delibera.

Una delibera condominiale nulla può essere impugnata dai condomini in qualsiasi momento, anche oltre i trenta giorni previsti dalla legge per le delibere “annullabili” [1]. Non solo. Possono impugnare le delibere nulle pure coloro che abbiano votato a favore.

Lo ha detto la Cassazione in una recente sentenza [2].

Quando una delibera dell’assemblea di condominio è nulla (per esempio quando modifica, a maggioranza e non all’unanimità, i criteri di riparto delle spese, in deroga ai millesimi), il condomino che ha partecipato all’assemblea può impugnare la decisione davanti al tribunale anche se abbia espresso voto favorevole alla delibera stessa.

Ha ricordato la Suprema Corte in tale circostanza che la modifica a maggioranza e non all’unanimità del criterio di ripartizione delle spese si deve considerare nulla. Inoltre le delibere nulle – poiché come mai esistite –  sono impugnabili dai condomini in qualsiasi momento, senza alcun limite temporale, e tale azione può essere intrapresa anche da chi abbia partecipato con il suo voto favorevole alla formazione della delibera nulla.

note

[1] Che decorrono dalla data della deliberazione per i dissenzienti e dalla data di comunicazione per gli assenti.

[2] Cass. sent. n. 15042/2013.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI