Diritto e Fisco | Articoli

Risarcimento assicurazione: nessun obbligo di descrivere le modalità dell’incidente

19 Giugno 2013 | Autore:
Risarcimento assicurazione: nessun obbligo di descrivere le modalità dell’incidente

L’assicurato ha l’obbligo di denunciare solo il sinistro e non anche le sue modalità.

Chi subisce un sinistro deve denunciare all’assicurazione soltanto l’incidente, senza necessità di descriverne le modalità. La legge, infatti, non prevede l’obbligo di indicare la descrizione del fatto nella denuncia del sinistro. Così ha precisato il Tribunale di Rovigo in una recente sentenza [1].

Dunque, la compagnia assicurativa non può rifiutarsi di corrispondere l’indennità solo perché la denuncia dell’assicurato non contiene la descrizione dei fatti utili per i relativi accertamenti.

L’assicurato deve dare avviso del sinistro all’assicurazione entro tre giorni dalla verificazione del sinistro stesso o dal giorno in cui ne è venuto a conoscenza [2].

In caso di denuncia tardiva, l’assicurazione può ridurre l’indennità in ragione del pregiudizio subito a seguito del ritardo, ma non può eliminarla.

L’assicurato perde, invece, completamente il diritto all’indennità se omette dolosamente di denunciare il sinistro all’assicurazione [3].


note

 

[1] Trib. di Rovigo, sent. del 11.04.2013.

[2] Art. 1913 cod. civ.

[3] Art. 1915 cod. civ.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube