Tasse casa in base al canone di affitto: la nuova proposta

2 Ottobre 2019
Tasse casa in base al canone di affitto: la nuova proposta

Manovra: allo studio un progetto di legge che calcola il valore delle imposte sulla casa in base all’incasso sul canone di locazione. 

Addio al calcolo dell’imposta in base al reddito catastale. Le tasse sulla casa dovranno essere calcolate in base a quanto viene incassato sugli immobili affittati, con una detrazione che possa permettere al proprietario di pagare le spese assicurative e di manutenzione, abbandonando così la tassazione in base al reddito castale.

Si tratta di un’idea rivoluzionaria che potrebbe aprire le porte a una tassazione più equa, almeno secondo i proponenti. L’ipotesi di proposta al governo al momento è in discussione in Confedilizia. Di essa ne parla all’agenzia stampa Adnkronos il presidente del Centro Studi dell’associazione, Corrado Sforza Fogliani, a margine della presentazione all’Abi dell’evento culturale ‘Invito a Palazzo’.

«Stiamo discutendo – spiega – se sia ancora possibile proseguire con la tassazione a reddito catastale, perché il Catasto è manovrato e addirittura potrebbe essere assegnato all’Agenzia delle Entrate, quindi con dei valori assolutamente spropositati rispetto alla realtà». Confedilizia sta «seriamente pensando sul fatto che convenga che si paghino le imposte come si pagavano nello Stato unitario, cioè che ogni proprietario, sotto pena di forti sanzioni penali, doveva dire quante somme incassava dagli immobili affittati e pagava le imposte su quello che dichiarava», aggiunge Sforza Fogliani.

Quanto all’ipotesi, poi rientrata, di riforma del catasto, «credo che questo pensiero sia diabolico, se si pensa che possa essere affidato all’Agenzia delle Entrate. Sarebbe, invece, una bella notizia, quella della revisione, se si potesse sperare che con questi chiari di luna facessero una revisione reale, cioè che censisse la caduta dei valori immobiliari. Ma della caduta dei valori immobiliari non vogliono se ne parli e certamente non faranno la riforma del Catasto per guadagnare meno», conclude Sforza Fogliani.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube