Diritto e Fisco | Articoli

Rinnovo esenzione ticket online

4 Ottobre 2019 | Autore:
Rinnovo esenzione ticket online

Esenzione dal ticket per reddito: quando si può ottenerla, la procedura e la durata. Il rinnovo telematico.

Ti è stata riconosciuta l’esenzione dal ticket per reddito. Tale agevolazione ha una durata limitata nel tempo? Puoi rinnovarla online? Devi attivare prima la tua tessera sanitaria? E’ proprio di questi giorni la notizia che in Italia si vorrebbe riformare la materia relativa al ticket sanitario.

I nostri governanti stanno pensando di far pagare le prestazioni sanitarie e le visite mediche in relazione al reddito percepito dall’assistito. Perciò, chi guadagna di più dovrebbe pagare un costo maggiore per il ticket sanitario rispetto a chi percepisce un reddito minore. La riforma andrebbe ad incidere anche sull’esenzione dal ticket per reddito. In merito a quest’ultima, va detto che attualmente non sono tenuti al pagamento del ticket quei cittadini che versano in determinate condizioni sociali o presentano un reddito inferiore alla soglia minima prevista dalla legge [1].

In questo articolo, esamineremo l’argomento in maniera più approfondita, analizzando i casi in cui è possibile usufruire dell’agevolazione e la procedura per il suo riconoscimento. Spiegheremo anche come sia possibile il rinnovo esenzione ticket online poiché chi beneficia dell’esenzione per motivi reddituali, annualmente è tenuto a rinnovarla. Di solito, la validità intercorre dal 1° aprile al 31 marzo dell’anno successivo, ma in alcuni casi e in determinate Regioni il termine può essere anche prorogato.

Quali sono i casi di esenzione dal ticket per reddito

L’esenzione dal ticket per reddito spetta a:

  • ai bambini di età inferiore a 6 anni e agli over 65 purché appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito annuo complessivo non superiore a 36.151,98 euro (codice di esenzione E01);
  • ai disoccupati e ai familiari a carico se il reddito non supera i 8.263,31 euro annui, aumentabile a 11.362,05 euro nel caso di coniuge a carico + ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (codice di esenzione E02);
  • ai percettori di assegno sociale e ai familiari a carico (codice di esenzione E03);
  • ai titolari di pensione minima di età superiore a 60 anni e ai familiari a carico, appartenenti a un nucleo familiare con reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro annui, a 11.362,05 euro se è presente anche il coniuge a carico + ulteriori 516,46 per ogni figlio a carico (codice di esenzione E04).

Come si ottiene l’esenzione dal ticket per reddito

Per ottenere l’esenzione dal ticket per reddito non è necessario recarsi presso l’Azienda sanitaria locale (Asl) di residenza. Infatti, ogni anno, ad inizio aprile, l’Agenzia delle Entrate redige un elenco dei cittadini il cui reddito è sotto determinate soglie e lo invia ai medici di famiglia. L’assistito, quindi, al momento della compilazione della prescrizione sanitaria, può chiedere al medico curante di verificare se il proprio nome è stato inserito o meno nell’elenco dei cittadini autorizzati all’esenzione con i codici E01, E03 ed E04.

Accertato il diritto, il medico riporta sulla ricetta il relativo codice di esenzione per reddito.

Gli assistiti che non hanno l’obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi (vedi i pensionati al minimo e i pensionati sociali) e i disoccupati, non compaiono automaticamente nella lista, pur avendo diritto a beneficiare dell’agevolazione. Pertanto, tali soggetti devono annualmente autocertificare il reddito percepito nell’anno precedente presso l’Asl di residenza che rilascia un apposito attestato.

Allo stesso modo, devono rivolgersi alla propria Asl di residenza i cittadini che ritengono di possedere i requisiti reddituali per beneficiare dell’esenzione dal reddito e che non sono presenti nell’elenco del medico curante.

Inoltre, i disoccupati devono autocertificare anche lo stato di disoccupazione ed impegnarsi a comunicare tempestivamente la cessazione di questa condizione.

Se cambiamo le condizioni di reddito e, quindi, non si ha più diritto all’esenzione, bisogna comunicarlo all’Asl di residenza.

A seguito della presentazione dell’autocertificazione, l’Asl rilascia un attestato di esenzione, che va consegnato al medico curante per la registrazione nel proprio database.

Come si ottiene l’esenzione dal ticket per reddito online

Nelle Regioni in cui è stato attivato il servizio, gli assistiti in possesso delle credenziali Spid o di TS-CNS (Tessera sanitaria – Carta nazionale dei servizi) possono autocertificare telematicamente la propria condizione per esercitare il diritto all’esenzione ticket per reddito.

La procedura prevista a tal fine è analoga a quella per il rinnovo dell’esenzione dal ticket online, che vedremo nel dettaglio di qui a poco.

Inoltre, i cittadini possono:

  • gestire online le autocertificazioni già rese, consentendone la chiusura qualora si verifichi la perdita del diritto ovvero si accerti l’insussistenza dello stesso;
  • visualizzare le condizioni di esenzione per reddito a proprio carico.

Come si rinnova l’esenzione dal ticket per reddito

Per il rinnovo dell’esenzione dal ticket per reddito l’assistito può chiedere al proprio medico di famiglia di verificare se è stato inserito nell’elenco dei cittadini esenti. In caso contrario il cittadino deve presentare un’apposita richiesta all’Asl di riferimento.

Per i disoccupati, il rinnovo non avviene in maniera automatica. Perciò, questi soggetti devono presentare un’autocertificazione ad hoc presso lo sportello dell’Asl di appartenenza all’uopo dedicato.

Gli altri documenti necessari per il rinnovo dell’esenzione dal ticket per reddito sono:

  • un’autocertificazione in cui si dichiara di non superare il limite di reddito prescritto;
  • una fotocopia fronte retro del documento di identità dell’interessato e dei suoi familiari a carico;
  • una fotocopia fronte retro del codice fiscale del richiedente e dei suoi familiari a carico.

I soggetti che possiedono una TS-CNS attiva possono procedere al rinnovo dell’esenzione dal ticket per reddito online.

Cos’è la tessera sanitaria – Carta nazionale dei servizi

La TS-CNS è una normale tessera sanitaria dotata, oltre che della banda magnetica, di un microchip per mezzo del quale svolge anche la funzione di carta nazionale dei servizi per l’accesso ai servizi on-line della Pubblica amministrazione (PA), garantendo la sicurezza dei dati personali.

La TS-CNS è gratuita, viene spedita a tutti i cittadini assistiti dal Servizio sanitario nazionale (Ssn) in sostituzione, alla scadenza, dell’attuale tessera sanitaria e ha, normalmente, validità di sei anni.

La TS-CNS svolge più funzioni contemporaneamente:

  • tessera sanitaria nazionale (TS);
  • tessera europea di assicurazione malattia (TEAM), che garantisce l’assistenza sanitaria nell’Unione Europea e in Norvegia, Islanda, Liechtenstein e Svizzera, secondo le norme dei singoli Paesi;
  • tesserino del codice fiscale;
  • carta nazionale dei servizi (CNS), per l’accesso ai servizi telematici della Pubblica amministrazione.

Come si rinnova l’esenzione dal ticket per reddito online

Per procedere al rinnovo dell’esenzione dal ticket per reddito online è necessario che l’assistito attivi la Tessera sanitaria – Carta dei servizi nazionale mediante la registrazione.

Registrazione della Tessera Sanitaria – Carta Nazionale dei Servizi

Una volta ricevuta la TS-CNS, il titolare deve richiedere i codici personali (i codici di accesso Pin e Puk e quello di identificazione Cip), recandosi con la tessera ed un documento di riconoscimento in corso di validità presso uno degli sportelli abilitati al rilascio.

I codici sono forniti in due fasi: allo sportello, durante le operazioni di attivazione della carta, e via e-mail.

Inoltre, per potere utilizzare la TS-CNS è necessario che l’assistito abbia a disposizione un lettore di smart card montato sul proprio computer e che vi abbia installato il software per la gestione della TS-CNS.

I lettori sono reperibili nei negozi specializzati o sono acquistabili via web.

Deve registrare la TS-CNS, collegandosi al portale www.sistemats.it e selezionare il bottone “Accedi” nella sezione “Servizi online cittadino”. Quindi, va inserita la TS-CNS nel verso corretto all’interno del lettore di smart card collegato al computer. A questo punto, occorre selezionare la funzione “Registra TS-CNS”.

Se si utilizza come browser Google Chrome per effettuare la registrazione, questo propone un pop–up certificato. Pertanto, bisogna selezionare l’opportuno certificato e premere il pulsante Ok. A questo punto, il sistema propone il pop-up di inserimento Pin della TS-CNS e va selezionato il bottone “Verifica” per procedere alla registrazione.

Al termine della fase di registrazione, il sistema visualizza l’esito dell’operazione:

  • operazione correttamente eseguita;
  • errore di registrazione.

Login della tessera sanitaria – Carta nazionale dei servizi

Una volta che la tessera sanitaria – carta nazionale dei servizi è stata correttamente registrata, per il rinnovo dell’esenzione dal ticket per reddito bisogna effettuare il login.

Accedendo al portale www.sistemats.it., va selezionato il bottone “Accedi” nella sezione “Servizi online cittadino”. Bisogna inserire la tessera sanitaria – carta nazionale dei servizi nel lettore e selezionare la voce “Login TS-CNS”.

Se come browser si utilizza Google Chrome, va selezionato il certificato ed inserito il Pin della TS-CNS.

A questo punto il sistema visualizza la pagina di benvenuto con i servizi attivi, tra cui va scelto quello apposito “Esenzioni da reddito”.

Inserimento della dichiarazione in autocertificazione per rinnovo

Cliccando su “Esenzioni da reddito” quindi, si visualizza una pagina con:

  • il riepilogo delle esenzioni da reddito a proprio carico registrate nel sistema;
  • l’elenco delle funzioni a propria disposizione. Tra queste bisogna scegliere quella relativa all’inserimento di una dichiarazione in autocertificazione per condizioni di reddito. A tal fine basta che l’utente selezioni la voce puntando la freccetta del mouse sulla riga di interesse e cliccando. In questo modo accede alla specifica pagina associata alla voce scelta.

Nella successiva schermata, i campi da indicare sono:

  • codice di esenzione. L’assistito può scegliere una tra le condizioni di esenzioni proposte dal sistema, nel rispetto dei propri requisiti. La scelta viene effettuata nel sistema cliccando sul simbolo posto davanti al codice che si intende selezionare;
  • data fine validità. Questo campo indica la data in cui terminano i diritti previsti per la condizione selezionata;
  • titolare del requisito. L’assistito deve inserire, obbligatoriamente per le condizioni di esenzione E02, E03 e E04 i dati anagrafici del titolare del diritto (nome, cognome, sesso, data di nascita, luogo e provincia di nascita).

I campi devono riferirsi appunto al soggetto che risulta titolare del requisito del diritto all’esenzione, cioè del soggetto disoccupato per E02, titolare di assegno sociale per E03 ovvero del titolare di pensione al minimo per E04.

Dopo avere compilato i campi, l’utente può scegliere se proseguire con la registrazione della dichiarazione (pulsante “Avanti”), o rinunciare alla funzione (pulsante “Annulla”). Il pulsante “Ripulisci” svuota la schermata dai valori inseriti dall’utente.

Nel caso l’utente scelga il pulsante “Avanti”, il sistema propone una schermata di riepilogo della dichiarazione, al fine di consentirne un’ulteriore verifica prima di procedere alla registrazione.

L’utente in fondo alla pagina trova i pulsanti “Conferma” e “Indietro”.

Posizionando la freccetta del mouse sul pulsante “Indietro” e cliccando, il sistema non registra la dichiarazione e propone nuovamente la schermata di acquisizione della dichiarazione in autocertificazione, riportando le informazioni inserite dall’utente, consentendo allo stesso di modificarle.

Posizionando la freccetta del mouse sul pulsante “Conferma” e cliccando, l’utente convalida quanto dichiarato e il sistema, dopo avere effettuato controlli formali e di coerenza dei dati inseriti, registra la corrispondenza condizione di esenzione per reddito come autocertificazione.

Il sistema propone la schermata con il riepilogo dei dati acquisiti, comunicando il protocollo di registrazione.

Da questo momento, la condizione di esenzione è disponibile ai medici prescrittori che, su richiesta dell’assistito, possono visionarla e riportarla nella ricetta. Con il pulsante “Torna al menù principale”, l’assistito torna alla pagina delle funzioni. La procedura di rinnovo dell’esenzione dal ticket per reddito è così terminata.


note

[1] L. n. 537/1993 e successive modificazioni.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube