Diritto e Fisco | Articoli

Revisione auto: quando bisogna farla?

6 Ottobre 2019 | Autore:
Revisione auto: quando bisogna farla?

In che cosa consiste il controllo obbligatorio dei veicoli, ogni quanto va eseguito, quanto costa e che cosa si rischia se viene ignorato.

Anche se ti sembra che la tua macchina va benissimo, non ti dà particolari problemi e pensi che potresti dimenticare per un po’ di tempo che faccia abbia il tuo meccanico, dovrai rassegnarti a fare la revisione auto obbligatoria. Ignorarla potrebbe costarti una multa da circa 170 a quasi 8.000 euro, a seconda dei casi. Si tratta di un controllo periodico per verificare lo stato di sicurezza del tuo veicolo, ma anche quanto consuma e quanto rispetta l’ambiente. Insomma, un passaggio da fare, volenti o nolenti. Ma la revisione auto quando bisogna farla? C’è una scadenza fissa oppure va bene anche quando si porta la macchina dal meccanico per il tagliando, già che ci siamo?

Non bisogna confondere le due cose. La visita che si fa ogni tanto in officina per i soliti cambio olio, cambio filtri, pastiglie dei freni e quant’altro è il tagliando. La revisione è un’altra storia: ci sono dei test specifici da fare, come vedremo tra poco. E, tra l’altro, non tutte le officine sono autorizzate a farla e a rilasciare il certificato diventato obbligatorio a marzo 2019. Un documento che deve attestare se la tua auto (o la moto, perché il discorso vale anche per le due ruote) può circolare in sicurezza e nel rispetto dell’ambiente.

Di seguito, tutto quello che devi sapere sulla revisione auto: quando bisogna farla, in che cosa consiste, a chi ti puoi rivolgere e che cosa si rischia se si fa finta di niente.

Revisione auto: in che cosa consiste?

La revisione auto, dunque, è una procedura obbligatoria che comprende una serie di test per verificare alcuni parametri della macchina sul fronte della sicurezza e delle emissioni. Il tutto per accertare che il tuo veicolo mantenga negli anni le condizioni di omologazione che aveva quando è uscito dalla concessionaria nuovo di zecca.

Durante le revisioni, vengono controllati:

  • la capacità di visibilità del conducente;
  • lo stato del sistema di frenata;
  • l’impianto elettrico;
  • il corretto funzionamento dello sterzo;
  • i rumori ed i gas di scarico;
  • lo stato degli assi pneumatici e delle sospensioni;
  • lo stato del telaio;
  • l’insieme degli equipaggiamenti.

Per quanto riguarda le auto a Gpl, il serbatoio del gas andrà controllato obbligatoriamente ogni 10 anni.

Revisione auto: che succede alla fine dei test?

Se i test danno esito positivo, il meccanico applica sulla carta di circolazione un’etichetta con la dicitura «regolare». Tuttavia, da marzo 2019 è obbligatorio rilasciare al proprietario dell’auto il certificato di revisione, da tenere sempre a bordo per eventuali controlli.

L’attestato deve riportare:

  • la data ed il luogo della revisione (indicando il nome dell’officina in cui è stata effettuata);
  • i dati del veicolo (numeri di targa e di telaio);
  • la categoria dell’auto;
  • il chilometraggio al momento della revisione;
  • l’esito dei test;
  • la data in cui bisognerà fare la successiva revisione oppure la data in cui scade il certificato.

Queste informazioni vengono trasmesse al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, mentre il chilometraggio verrà riportato anche nel Portale dell’Automobilista. In questo modo, si cerca di scoraggiare le frodi dei furbetti che truccano il contachilometri nel tentativo di «ringiovanire» la propria auto al momento di rivenderla.

Può capitare, però, che il risultato della revisione non sia quello che ti aspetti. In altre parole, che la tua auto non passi il controllo. In questo caso, che succede?

Se la macchina presenta dei parametri non accettabili, l’etichetta che viene apposta sulla carta di circolazione avrà la dicitura «ripetere», con le indicazioni dei test che non sono stati superati, oppure «sospesa dalla circolazione».

Nel caso in cui ci sia da ripetere la revisione, avrai un mese di tempo per rifare i controlli che non sono stati soddisfacenti. In quel mese potrai circolare con la tua auto, a patto, però, che al termine di quel periodo tu ripeta la revisione.

Se, invece, si ritiene che il veicolo debba essere sospeso dalla circolazione, potrai metterti alla guida di quell’auto solo per portarla a fare le opportune riparazioni, dopodiché dovrai sottoporlo ad una nuova revisione.

Revisione auto: quanto costa?

Il costo della revisione auto può variare a seconda di dove viene fatta. Se porti la macchina presso la Motorizzazione civile, devi pagare 45 euro. Se, invece, scegli un’agenzia Aci, il costo è di 65,25 euro.

Qualcosina in più se vai in un centro di revisione o in un’officina autorizzata. Nel dettaglio, troverai sul conto:

  • 45 euro di revisione;
  • 9,90 euro di Iva al 22%;
  • 10,20 euro di diritti della Motorizzazione civile;
  • 1,80 euro di bollettino postale.

Totale: 66,80 euro.

Revisione auto: quando va fatta?

La prima revisione auto va fatta dopo 4 anni dalla data di immatricolazione del veicolo, quindi pressappoco da quando l’hai ritirata nuova dalla concessionaria. Non deve essere, per forza, lo stesso giorno dell’immatricolazione: trascorsi i 4 anni, puoi fare la revisione entro l’ultimo giorno di quel mese. Ad esempio, se la tua auto è stata targata il 17 luglio, potrai fare la prima revisione entro il 31 luglio di 4 anni dopo.

Le successive revisioni dovranno essere effettuate ogni 2 anni rispetto a quella precedente, sempre entro l’ultimo giorno del relativo mese.

Ci sono, però, delle eccezioni che riguardano alcuni tipi di veicoli, obbligati a fare la revisione ogni anno. Si tratta di:

  • veicoli con massa superiore a 3,5 tonnellate;
  • taxi;
  • autobus;
  • ambulanze;
  • veicoli a noleggio con conducente.

Revisione auto: cosa si rischia se non la si fa?

Far finta di niente o non segnarti in agenda la data in cui devi fare la revisione auto obbligatoria può comportare sia il pagamento di una multa sia il blocco del veicolo. In particolare:

  • se ti trovano alla guida dell’auto senza aver fatto la revisione entro la scadenza prevista: multa da 169 a 679 euro e divieto di circolazione con l’auto, se non per andare in officina a fare la revisione;
  • se si scopre che ha saltato più di una revisione: multa da 338 a 1.358 euro. Potrai usare la macchina solo per andare a fare la revisione;
  • se ad un controllo delle forze dell’ordine fai vedere un certificato di revisione falso: multa da 422 a 1.695 euro più ritiro della carta di circolazione;
  • se vai in giro con l’auto nonostante sia stata sospesa dalla circolazione: multa da 1.957 a 7.829 euro più il blocco del veicolo finché non avrà passato la revisione;
  • se la tua auto non ha passato la revisione e fai un incidente, la tua compagnia di assicurazioni può esercitare il diritto di rivalsa: in pratica, oltre a risarcire il danno causato ad altri veicoli o persone, la tua compagnia può chiederti un rimborso.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube