Politica | News

Russiagate: Salvini perde le staffe in tv

8 Ottobre 2019 | Autore:
Russiagate: Salvini perde le staffe in tv

Il capo della Lega a Di Martedì: «Ma dove c…o metto io 60 milioni?». E chiede a Conte di riferire. Di Maio: «Se fosse venuto lui in Parlamento…»

Altro che bere il mojito al Papeete: meglio farselo servire sotto una palma dall’altra parte dell’Atlantico. Matteo Salvini non ha parlato e non parlerà mai in Parlamento sul Russiagate, cioè sui presunti finanziamenti illeciti che la Lega avrebbe ricevuto dalla Russia. Ma gli tocca parlarne in televisione. Così, alla trasmissione Di Martedì svela dove avrebbe speso i rubli di Mosca nel caso li avesse ricevuti: non certamente a Milano Marittima ma ben lontano dall’Italia: «Ma se io avessi preso 60 milioni – chiede Salvini al conduttore – sarei qui con lei? Ma sarei ai Caraibi…». Dopodiché, perde le staffe e borbotta: «E poi – dice testualmente – dove cazzo li nascondo 60 milioni, li nascondo sotto terra nel giardinetto?».

Quindi, il capo della Lega mette le mani avanti e prende le distanze dal suo ex portavoce Gianluca Savoini, coinvolto in prima persona nello scandalo: «Io non faccio affari. Io conosco Savoini da anni come persona seria e se ha chiesto qualcosa, non lo ha fatto a nome mio».

Infine, cerca di mettere la parola fine a questa storia: «Stiamo parlando del nulla da mesi. Ma per chi mi avete preso?», domanda ancora Salvini. «È un anno che andate avanti con questo pippone sulla Russia». Dopodiché chiede che sia Giuseppe Conte a riferire del caso in Parlamento. Il che desta qualche perplessità visto che, in primo luogo, Conte l’ha già fatto al posto di Salvini quando questi era ministro dell’Interno e, in secondo luogo, perché non si capisce su che cosa dovrebbe riferire il presidente del Consiglio, visto che lo stesso capo della Lega afferma che stiamo parlando del nulla.

Comunque sia, secondo l’ex alleato di governo Luigi Di Maio, Salvini ha poco da lamentarsi. Che, durante la stessa trasmissione televisiva, ha puntato il dito proprio contro il capo della Lega a proposito del Russiagate, accusandolo di aver alimentato il caso. «Tutto quello che ho visto di pubblico sul Russiagate – ha affermato il ministro degli Esteri e leader del M5S a Di Martedì – per me non era un problema. Ma il fatto che Salvini non sia andato in Parlamento a riferire ha contribuito a creare ancora di più la spy story”.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube