Diritto e Fisco | Articoli

Cartella esattoriale non impugnabile se l’atto presupposto è un provvedimento giudiziale

24 Giugno 2013
Cartella esattoriale non impugnabile se l’atto presupposto è un provvedimento giudiziale

Anche se la cartella è il primo documento notificato al contribuente, se l’atto presupposto è un provvedimento giudiziale, gli unici vizi impugnabili sono solo quelli di forma della cartella medesima.

 

Se il debito fiscale nasce da un provvedimento giudiziale, la cartella esattoriale è impugnabile solo per vizi propri e non dell’atto presupposto. Infatti, gli eventuali vizi dell’atto presupposto (appunto il provvedimento del giudice) si possono far valere attraverso i normali rimedi di impugnazione previsti dalle norme processuali.

A stabilire questo naturale principio è la Cassazione con una recente sentenza [1].

Ricorda la Suprema Corte che, in generale, la cartella esattoriale è impugnabile solo per vizi propri. Eventuali vizi dell’atto presupposto possono invece essere contestati solo quando è attraverso la cartella che il contribuente viene a conoscenza, per la prima volta, della pretesa impositiva e dell’atto con cui è stata accertata: ciò però non vale quando il debito è fondato su provvedimenti giudiziari. Per questi ultimi, infatti, tutte le contestazioni sui vizi devono essere impugnate solo con gli appositi rimedi previsti appositamente per essi. Non rileva, dunque, in tali casi, che la cartella sia il primo documento notificato al contribuente. Non potendo quindi essere contestato il vizio dell’atto presupposto, non resta che verificare eventuali vizi di forma della cartella.


note

[1] Cass. sent. n. 15652 del 21.06.13.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube